Cerca

Inter, dai dubbi di Conte alle certezze di Samaden: ecco gli allenatori del Settore Giovanile

Inter Zanchetta Samaden
In casa Inter a regnare in questi giorni è, ovviamente, il caso relativo ad Antonio Conte e quindi alla guida tecnica della Prima squadra. L’incontro con Zhang e Marotta definirà il futuro dei “grandi”, mentre per il Settore Giovanile diretto da Roberto Samaden le scelte sono state fatte. Tra novità, conferme e suggestioni i nerazzurri sono pronti ad affrontare la stagione 2020-2021, con l’annata che si è ufficialmente chiusa solamente giovedì con l’eliminazione della Primavera di Armando Madonna, sconfitta per 3-0 dal Real Madrid ai quarti di finale, dalla Youth League. La novità È quella che porta il nome di Tiziano Polenghi. 42 anni da compiere, ex calciatore di Novara, Lecce, Sassuolo, Cremonese, Monza e Giana Erminio, è entrato a far parte del Settore Giovanile nerazzurro nel 2016 prima nello staff della Berretti, poi della Primavera: quest’anno era il vice di Madonna. All’orizzonte per Polenghi c’è la prima vera esperienza da primo allenatore: a lui infatti verrà assegnata la panchina dell’Under 16 (i classe 2005), categoria che saluta quindi Gabriele Bonacina, destinato a fare il percorso inverso andando a ricoprire proprio il ruolo di vice allenatore in Primavera. Il ritorno Dopo una (anzi mezza) stagione alla guida dell’Under 18, Andrea Zanchetta torna alla sua specialità, l’Under 17. L’allenatore, ex Juventus e Cremonese, in quella che sarà la sua quinta annata in nerazzurro prenderà la sua categoria preferita. Con una gustosa curiosità. Zanchetta ha già vinto due Scudetti con l’Inter: uno con i classe 2000 (contro l’Atalanta di Kulusevski) e uno con i 2002 (con tripletta di Sebastiano Esposito in finale contro la Roma). Insomma, con le annate pari Zanchetta arriva sempre alla finale Tricolore, vincendola: e quest’anno nell’Under 17 ci sono i 2004. “Se tanto mi dà tanto”… Le conferme Sono due, anche se diverse tra loro. La prima riguarda Cristian Chivu: l’ex difensore rumeno, dopo l’esperienza da apprendistato con l’Under 14 nel 2018-2019 e una stagione interrotta a metà con l’Under 17, guiderà anche quest’anno i classe 2003 accompagnandoli nella categoria Under 18. La seconda conferma è invece quella relativa a Paolo Annoni, ormai vero e proprio esperto della categoria Under 15, che allenerà per il quarto anno consecutivo: al primo anno la finale Scudetto persa (5-0) contro la Juventus, poi una fase finale mancata con i 2004 e un campionato (quello del Covid) interrotto con i suoi 2005 che erano saldamente al primo posto in classifica da imbattuti. A lui spetterà il compito, sempre delicato, di portare nell’agonistica i ragazzi classe 2006 dell’Under 14.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400