Cerca

Divisione Calcio Femminile, le modifiche nell'Assemblea e per il Delegato Assembleare

FIGC Divisione Calcio Femminile

FIGC Divisione Calcio Femminile

Sono state trasmesse le modifiche inerenti al Regolamento della Divisione Calcio Femminile relative all' Assemblea e al Delegato Assembleare tramite il Comunicato Ufficiale 124/A della FIGC.

L'ASSEMBLEA

Al punto 2 dell' Articolo 3 viene ricordato che l' Assemblea della Divisione si riunisce in sede ordinaria o in sede straordinaria. In via ordinaria per: 1) l’elezione dei tre membri del Consiglio Direttivo di propria competenza; 2) l’elezione del delegato assembleare in rappresentanza delle società non professionistiche della Divisione, nell’Assemblea della FIGC e nell’Assemblea della LND; 3) deliberare sulla proposta al Consiglio Federale in materia dei criteri di ripartizione delle risorse audiovisive e/o promopubblicitarie che interessano le competizioni cui partecipano tutte le Società della Divisione; 4) adottare ogni altra decisione che dovesse essergli rimessa dal Consiglio Direttivo. La convocazione è pubblicata su Comunicato Ufficiale contenente l’ordine del giorno e l’indicazione del luogo, del giorno e dell’ora di prima e di seconda convocazione, almeno dieci giorni prima della data della riunione. Chi partecipa all'elezione del Delegato e quali sono le funzioni che può svolgere? A questa domanda viene data risposta al punto 10 sempre dell'articolo 3 che dice chiaramente che: Ai fini dell’elezione del Delegato assembleare, partecipano all’Assemblea esclusivamente le società non professionistiche appartenenti alla Divisione Calcio Femminile. Il Delegato eletto partecipa con diritto di voto all’Assemblea della LND, ai soli fini della designazione del candidato della LND alla carica di Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti della FIGC. Lo stesso partecipa, altresì, quale Delegato della LND alle Assemblee federali. Fatto salvo quanto previsto dall’Art. 7 si applicano le norme procedurali previste per l’Assemblea di Divisione.

IL DELEGATO ASSEMBLEARE

Chi può fare il Delegato Assembleare e quali sono i criteri da rispettare? A questa domande si trova risposta nell'Articolo 7, che recita:
1. Chiunque intenda ricoprire la carica di Delegato Assembleare deve presentare la propria candidatura presso la Segreteria della Divisione, almeno 5 giorni prima della data fissata per lo svolgimento dell’Assemblea. Per la candidatura è necessaria la qualifica di Dirigente di società non professionistica affiliata alla FIGC e associata alla Divisione Calcio Femminile. La candidatura deve contenere, oltre al nominativo e ai dati anagrafici del soggetto candidato, l’anzianità federale, la dichiarazione di essere in possesso di tutti i requisiti soggettivi di elettorato passivo previsti dallo Statuto FIGC e dalle norme federali, e di non trovarsi in alcuna delle situazioni di incompatibilità di cui allo Statuto FIGC e alle norme federali; nonché dalla designazione di almeno 4 società non professionistiche appartenenti alla Divisione. 2. In sede Assembleare, le società aventi diritto di voto, possono esprimere al massimo una preferenza. Risulterà eletto il candidato che avrà riportato il maggior numero di voti validi. In caso di parità di voti risulterà eletto il candidato con maggiore anzianità federale e, in caso di ulteriore parità, con maggiore età anagrafica. 3. La perdita della qualifica di Dirigente di società o il mancato inquadramento della società di appartenenza tra quelle partecipanti a competizioni agonistiche ufficiali organizzate dalla Divisione Calcio Femminile, ovvero il mutamento dello status della società di appartenenza del Delegato nel corso del quadriennio, comporta – su comunicazione della Divisione e a seguito di determinazione del Consiglio Federale – la decadenza dalla carica e la sostituzione del Delegato decaduto mediante il subentro del primo dei non eletti, salvo elezioni suppletive in caso di necessità.
 
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400