Cerca

Juventus - Roma, Supercoppa Italiana femminile: bianconere in finale dopo i supplementari

Festa Juventus

Festa Juventus

La Juventus fatica tantissimo ma dopo 120 minuti di battaglia a Chiavari ha la meglio sulla Roma per 2-1 e approda alla finalissima di Supercoppa Italiana in programma domenica 10. Più forte delle giallorosse in versione super, più forte della grandine, le ragazze di Rita Guarino soffrono, non si scompongono e alla fine centrano l'obiettivo. La decide sempre lei, Cristiana Girelli che di testa a cinque minuti dai calci di rigore spedisce in finale la sua Juve, ma la migliore in campo è Barbara Bonansea, quando gioca così le bianconere possono non porsi limiti. Questa formula della Supercoppa rilancia le ambizioni di una Roma costruita per vincere, ma risucchiata nelle sabbie di metà classifica della Serie A. La Juventus non ha disponibili due giocatrici fondamentali come Laura Giuliani e Valentina Cernoia, mentre Rosucci e Girelli hanno appena rinnovato sino al 2022. La partita la fa la Roma che sbaglia anche un rigore, le bianconere attendono e colpiscono nel momento giusto. Primo tempo movimentato, occasione per la Juve con Boattin scoppiettante nei primi minuti che su assist intelligente di Hurtig si libera e crossa per Girelli che di sinistro non inquadra la porta. Lazaro Paloma dall'altra parte è in giornata, serve Andressa che si libera di Salvai ma viene bloccata da Bacic. Bonansea intanto comincia a mettere il panico sulla sinistra, la Erzen deve salvare una sua conclusione con un prodigioso intervento difensivo. Al minuto 16 l'episodio che potrebbe cambiare la gara: Arianna Caruso perde ingenuamente palla, Giugliano gliela soffia e Caruso la stende in area, l'arbitro concede il vantaggio ma Bacic ferma Paloma e viene fischiato il rigore per il fallo della Caruso. Se ne incarica Andressa che spara alto. Pericolo scampato e Juve che torna in attacco. A Bonansea viene lasciato un po' di spazio sulla destra e ne approfitta, la Ceasar in uscita fa quel che può ma il rimpallo favorisce BB11 e la palla finisce in rete per il vantaggio bianconero. La Roma però chiude avanti il primo tempo. Al 27' viene annullato un gol alle giallorosse: punizione non insidiosa di Giugliano, ma Bacic non trattiene clamorosamente e Lazaro segna partendo però da posizione di fuorigioco. Bacic si riscatta poi parzialmente quando Serturini si fuma Hyyrynen e tira a giro trovando la parata plastica dell'estremo difensore bianconero. [caption id="attachment_254859" align="aligncenter" width="459"] Bonansea e Caruso Bonansea e Caruso[/caption] La ripresa si apre con il pareggio: sempre Lazaro serve Swaby che protegge palla su Sembrant e trafigge Bacic. Mezz'ora di maggior possesso palla per la Roma che però non capitalizza, l'occasione più ghiotta è di Lazaro che di testa (cross di Thomas) becca la traversa. Alla Juve viene invece annullato un gol per fuorigioco netto a Girelli. La stessa numero 10 si prende una punizione al limite che calcia però lei stessa sulla barriera. Ad un minuto dalla fine dei tempi regolamentari Maria Alves si invola e tenta un pallonetto ai danni della Ceasar che salva però con le mani fuori dall'area. Cartellino rosso ed ingresso di Rachele Baldi al posto di Serturini. [caption id="attachment_254864" align="aligncenter" width="461"] La grandine prima dei supplementari La grandine prima dei supplementari[/caption] Dopo il 90° a Chiavari cade copiosamente la grandine e bisogna aspettare che finisca per riprendere. Stoiche proprio Baldi e Bonfantini che continuano ad allenarsi in campo nonostante la fitta grandinata. Quando si riprende il terreno di gioco è tutt'altro che in perfette condizioni, mentre la Roma non sembra patire la giocatrice in meno. Bonfantini e Lazaro hanno delle buone occasioni, dall'altra parte l'asse Bonansea-Girelli non molla. A 5 minuti dai rigori c'è la svolta, Bonansea vola in contropiede, rientra, supera tre avversarie e apre per la Hyyrynen che ha tutto tempo di crossare per Girelli lasciata sola che di testa non può sbagliare: Juventus in finale.

IL TABELLINO

RETI: 23' Bonansea (J), 2' st Swaby (R), 25' sts Girelli (J) JUVENTUS (4-3-3): Bacic, Hyyrynen, Sembrant, Salvai, Boattin, Galli, Caruso (6' st Zamanian), Rosucci (19'st Pedersen), Bonansea (29' sts Staskova), Hurtig (19'st Maria Alves), Girelli. A disp. Tasselli, Gama, Lundorf, Giordano, Berti. All. Guarino ROMA (4-3-3): Ceasar, Erzen (31' st Soffia, 26' sts Corelli), Swaby, Pettenuzzo, Bartoli, Andressa (1'pts Bonfatini), Giugliano, Ciccotti, Thomas, Lazaro, Serturini (44'st Baldi). A disp. Pipitone, Corrado, Battistini, Bernauer, Hegerberg, Severini, Massa. All. Bavagnoli Arbitro: Marcinaro di Genova Ammonite: Caruso (J), Erzen, Andressa, Pettenuzzo e Ciccotti (R) Espulsa: 44'st Ceasar 8R)

LE PAGELLE

JUVENTUS All. Guarino 6.5 La formazione, senza Giuliani e Cernoia, non poteva essere che questa. Giusti i tempi delle sostituzioni. La Juve, a differenza della Roma, i cambi se li può permettere. Bacic 6 Molle sul gol del pareggio, ci mette troppo a distendersi. Sempre poco sicura. Fa però una gran parata su Serturini e un paio di uscite importanti. Hyyrynen 6.5 Cresce con il passare dei minuti, suo l'assist decisivo per Girelli lasciata sola. Salvai 6.5 Capitana vera, anche se ogni tanto qualche sbavatura la commette riesce sempre a rimediare d'esperienza. Sembrant 6.5 Partita solidissima per quella che è più che mai una certezza. Boattin 6 La sua partita meno incisiva degli ultimi due mesi. Ma anche quando non è in giornata di grazia sfodera una prestazione degna. Caruso 5.5 Commette l'ingenuità che provoca il rigore. Senza la Cernoia toccherebbe a lei aggiungere qualità nel centrocampo, ma non ci riesce molto. Dal 6' st Zamanian 6 Ancora non riesce a spiccare nel centrocampo bianconero. Galli 7.5 Sempre al posto giusto nel momento giusto. Alcune sue chiusure nei momenti decisivi suonano la carica alla compagne. Rosucci 6 Fresca di rinnovo di contratto, la numero 8 non va oltre il suo compitino. Da lei si pretende di più. Dal 19' st Pedersen 7 La sostanza che al centro del campo serviva. Tanto è mancata alla squadra negli ultimi due mesi. Sarà l'arma in più di questa Juve nel proseguo della stagione. Bonansea 8.5 Il calo di prestazioni di novembre è un lontanissimo ricordo. Gol, giocate importanti che revitalizzano tutta la squadra nei momenti chiave. Il gol della Girelli parte da una sua invenzione. Hurtig 6.5 Sempre più nei meccanismi della squadra con giocate di qualità. Ora però ci si aspetta il definitivo salto. Dal 19' st Maria Alves 6 La sua velocità da tanto brio, ma da sola non basta. Deve migliorare molto col pallone. Girelli 8 Fino a pochi minuti dalla fine del secondo tempo il suo voto sarebbe stato molto più basso, ma Cristiana Girelli è quell'attaccante che te la risolve sempre. 115 minuti di sacrificio e poi il gol che vale come un macigno. ROMA All. Bavagnoli 7 Ingabbia la Juve per la maggior parte della partita. La sua Roma è una delle prime a farcela in questa stagione. Ceasar 6.5 Grande partita, sicurezza per tutta la squadra. Un voto in meno però per aver lasciato le compagne in 10 per tutti i supplementari. Erzen 6.5 Contro la Juve in campionato era entrata nella ripresa e si era fatta sentire. Ora dall'inizio è autrice di una partita maiuscola. Dal 31' st Soffia 5.5 Entra ma si vede molto meno della compagna. Swaby 7 Gol e prestazione sublime, calo solo nel secondo tempo supplementare ma è normale. Nei 90 minuti una delle migliori in campo. Pettenuzzo 6.5 Come la compagna di reparto anche lei cala nel finale, ma se continua così andare in nazionale diventerà un'abitudine. Bartoli 7 'Quanta strada nei miei sandali, quanta ne avrà fatta Bartoli'. Non era proprio così, ma di km la capitana giallorossa ne ha fatti tanti in questa partita e non un metro è stato sprecato. Giuliano 7.5 Quando è in queste condizioni è la centrocampista più forte d'Italia. Tutti i pericoli passano prima dai suoi piedi. Andressa 6 Sbaglia il rigore che poteva cambiare le sorti del match. Per il resto non parte male, tutt'altro, ma si perde nella breve distanza. Dal 1' sts Bonfantini 6 Ci mette l'anima ma entra con un campo in condizioni proibitive. Ciccotti 6 La sua è una partita non entusiasmante, almeno rispetto alle compagne che danno il 200%. Serturini 7 Costante spina nel fianco della retroguardia bianconera. In campionato aveva segnato, dalla stessa posizione in questa partita la Bacic le dice di no. Dal 44' st Baldi 6 Non ha colpe sul gol della Girelli, chiamata poco in causa, ma sufficienza già solo per essersi riscaldata sotto la grandine. Thomas 6.5 Buona prestazione, sempre nel vivo del gioco, anche se quando c'è da essere incisivi pecca qualcosa e questo per un attaccante non va benissimo. Paloma 7.5 Una prestazione da gigante, quello di cui aveva bisogno. Assist, dribbling, sportellate, ci mette dentro di tutto.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400