Cerca

Gassino San Raffaele: Massimiliano Capriolo, l'ex tecnico granata campione d'Italia, nuovo coordinatore del Settore Giovanile

Massimiliano Capriolo

Massimiliano Capriolo

Il Gassino San Raffaele continua a crescere: in un percorso di sviluppo che punta ogni giorno più in alto, il lavoro di tutta la dirigenza viene ulteriormente consolidato dall'arrivo del nuovo Coordinatore del Settore giovanile Massimiliano Capriolo. Non uno qualsiasi, ma un nome che pesa. Nel direttivo del Gassino entrano con Capriolo un'esperienza più che decennale nel mondo del calcio professionistico: allenatore del Torino, con cui si è laureato Campione d'Italia nella stagione 2018/2019 con gli Under 18; serietà, competenza e dedizione assoluta messe a disposizione per la nuova società. «Sono rimasto piacevolmente sorpreso dall'ambiente societario - spiega Massimiliano Capriolo -, si tratta di una realtà seria e ben organizzata, dotata tra l'altro di strutture eccellenti. Mi sono trovato subito in linea con le figure professionali, penso al Dg Pier Cesare Uras, con il quale ho avuto i primi contatti, o anche l'allenatore della Prima squadra Luca Filograno. Apprezzo che abbiano delle idee chiare e, soprattutto, che sappiano come metterle in atto. In più, l'importanza che viene riservata ai ragazzi e alla loro crescita è una filosofia che non si può non condividere e amare». Il Settore giovanile dei rossoblù, di cui si occuperà il neo-coordinatore Capriolo, attualmente vede tutte le sue categorie impegnate nei Regionali, potrà beneficiare del suo apporto per un ulteriore salto di qualità: «Già durante i miei anni al Torino ho rivestito ruoli simili dal punto di vista organizzativo, occupandomi anche della formazione di giovani istruttori. Tutte le mie conoscenze, le mie competenze sono al completo servizio del Gassino, a 360°». I rossoblù vogliono ad ogni costo continuare a costruire il proprio futuro nel migliore dei modi, nonostante il periodo di incertezza che tutto il settore vive: «Al rientro seguiremo alla lettera i protocolli - conclude infine il neo-coordinatore - Sono convinto che i nostri progetti siano più che validi e spero, quindi, di poter migliorare il più possibile questa bellissima realtà e di poter crescere anche io con lei».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400