Cerca

Elezioni Comitato Regionale Lombardia, il Collegio di Garanzia del Coni dichiara inammissibile il ricorso di Pasquali

tavecchio

Carlo Tavecchio

A distanza di oltre cinque mesi dalle elezioni del Comitato Regionale Lombardia dello scorso 9 gennaio, nel pomeriggio di oggi (venerdì 21 maggio) è arrivata la parola fine da parte del Collegio di Garanzia del Coni all'iter dei ricorsi avviato dalla lista di Alberto Pasquali immediatamente dopo le elezioni: il ricorso presentato è stato dichiarato inammissibile. Dopo le sconfitte nei gradi di giudizio precedenti la lista di Alberto Pasquali puntava a ribaltare l'esito della contesa elettorale che ha visto primeggiare Carlo Tavecchio e il suo gruppo per 14 voti nelle elezioni di gennaio tenutesi da remoto. Ed era proprio sulla modalità delle elezioni che il gruppo degli sconfitti (che nella giornata delle elezioni dissero «non siamo quelli che fanno i ricorsi») aveva puntato per poter ribaltare l'esito deciso dalla maggioranza delle società. Le elezioni - e la modalità da remoto, tra l'altro usata in quasi tutte le tornate elettorali per il rinnovamento delle cariche del quadriennio 2021-2024 - sono legittime. A crederci nel ribaltone, forse, erano solo i promotori del ricorso che - nonostante i no ricevuti nei precedenti gradi di giudizio - puntavano tutto sul Collegio di Garanzia. Eppure il precedente dell'Emilia Romagna di qualche settimana fa sembrava già la pietra tombale sul ricorso del "gruppo Pasquali" visto che l'impalcatura e le motivazioni del ricorso erano le stesse.

ECCO LA SENTENZA

HA DICHIARATO INAMMISSIBILE il ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 32/2021, presentato, in data 22 marzo 2021, da Alberto Pasquali, Laura Cicoria, Domenico D’Angelo, Andreino Bignotti, Bruno Brulli, Fabio Ratti, Giuseppe Antonio Taini, Giovanni Monteverdi, Francesco Santagostino, Agostino Nelvio Malavasi, Paolo Ferretti, Roberto Tarlocco, Antonio Caprioli, Roberto Luigi Marzola, Amilcare Baldassari, Paolo Loschi, Dario Silini, Marcello Saladini, Massimiliano Camero, Giorio Arioli, Giuseppe Nicoli, Daniele Buriol, Enrico Simonetti, Patrizia Giovanna Colciago, Alessandro Origgi, Antonello Cattelan contro il Comitato Regionale Lombardia della Lega Nazionale Dilettanti e nei confronti di Carlo Tavecchio, dell’avv. Paola Rasori, dell’avv. Carmine Gorrasi, della Federazione Italiana Giuoco Calcio, della Corte d’Appello FIGC, della Lega Nazionale Dilettanti, del sig. Oscar Gilardi, del sig. Luciano Gandini, per la integrale riforma, previa sospensione con provvedimento cautelare, dell’efficacia della decisione della Corte Federale di Appello della FIGC n. 116/CFA/2020-2021 Registro Reclami, n. 085/CFA/2020-2021 Registro Decisioni, notificata, a mezzo PEC, in data 11 marzo 2021 e pubblicata sul sito della FIGC in pari data, con la quale è stato respinto il ricorso proposto dai suddetti ricorrenti per la declaratoria di nullità e/o inefficacia ovvero per l’annullamento dell’Assemblea Ordinaria Elettiva del Comitato Regionale Lombardia della Lega Nazionale Dilettanti del 9 gennaio 2021, a seguito della quale sono risultati eletti alle rispettive cariche il Presidente del Comitato Regionale Lombardia LND-FIGC; i Componenti del Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Lombardia LND-FIGC; i Componenti del Collegio dei Revisori dei Conti del Comitato Regionale Lombardia LND-FIGC; i Delegati Assembleari del Comitato Regionale Lombardia LND-FIGC; il Responsabile del Calcio Femminile del Comitato Regionale Lombardia LND-FIGC; il Responsabile del Calcio a Cinque del Comitato Regionale Lombardia LND-FIGC; HA, ALTRESI’, DISPOSTO L’INTEGRALE COMPENSAZIONE DELLE SPESE DEL GIUDIZIO.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400