Cerca

Crennese, Labate il volto nuovo per i 2006, incertezza Caretti nella Juniores. Ipotesi femminile?

crennese 2006
Che la stagione 2021/2022 non sarà una stagione come tutte le altre è già un dato di fatto per la Crennese, nonostante essa debba ancora cominciare. La prossima infatti, sarà la prima stagione da Scuola Calcio Elité per la società di Gallarate, e la volontà della dirigenza e del direttore sportivo Giorgio Scandroglio è proprio quella di presentarsi al meglio. Ciò non vuol dire però che si andrà in contro ad una rivoluzione, perché nella mente del presidente Elmazi è ben chiaro come il prestigioso riconoscimento ottenuto sia stato frutto dell’impegno di società ed allenatori. E' quindi da loro che si ripartirà anche nella prossima annata, attuando degli inserimenti assolutamente mirati e che possano portare un incremento di competenze e professionalità, e magari, perché no, anche quella tanto ambita qualificazione ad un campionato regionale che ancora manca ai rossoblù. Situazione panchine, novità nei 2006. Alla voce “inserimenti mirati che possano portare un incremento di competenze e professionalità” risponde il nome di Franco Labate, allenatore in possesso del patentino UEFA B proveniente dal Gorla Maggiore, che andrà a sostituire Antonio Spagnuolo (accasatosi all’Arsaghese) alla guida della futura Under 16. Nelle altre categorie invece, come detto la linea scelta è quella della continuità e della valorizzazione del percorso che ha portato la società fino al riconoscimento dell’Elité. Ecco allora che sulla panchina dei 2005 siederà ancora Mauro Colombo, così come su quella dei 2007 ci sarà nuovamente Alessandro Rasini; chi cambierà gruppo è invece Daniele Sciacco, che concluso il suo percorso con i 2004, ripartirà dagli Esordienti. Un discorso a parte merita invece la Juniores: il percorso della squadra negli ultimi anni è stato un continuo crescendo, ed anche l'inizio di questo campionato lasciava intravedere una squadra matura e pronta all'assalto dei regionali, con 9 punti su 9 raccolti nelle prime tre partite. Discorso che sarà quindi rimandato alla prossima stagione, dove però non è ancora arrivata la conferma definitiva della permanenza di Mauro Caretti. O meglio, da parte della società la volontà è quella di continuare insieme, tutto stà quindi al tecnico che nei prossimi giorni dovrebbe arrivare ad una decisione definitiva. Futuro rosa? Qui siamo ancora sul piano delle ipotesi, ma da parte del presidente Elmazi c'è tutta l'intezione di intraprendere l'esperienza anche del femminile. Al momento l'obiettivo è la costruzione di due rose, una per la Prima Squadra, ed una per la Juniores, ed anche i primi open day organizzati dalla società spingono in questa direzione. Se questi ultimi daranno buoni esiti, allora si potrà iniziare ad accantonare l'etichetta "ipotesi" ed iniziare a parlare di "realtà".  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400