Cerca

Il calcio dilettantistico è in lutto per la scomparsa di Giuseppe Baretti

Tutto il movimento calcistico lombardo, e non solo, piange l'ex presidente del Comitato Regionale Lombardia Giuseppe Baretti, mancato nella mattinata di sabato a 72 anni. Una vita praticamente dedicata al calcio, dall'impegno con i sodalizi bergamaschi in qualità di dirigente prima di approdare in Delegazione a Bergamo e, poi, al Comitato Regionale Lombardia dove fin dal primo mandato è stato uno dei pilastri. Dal 2008 è stato il braccio destro di Felice Belloli, dal quale ne ha ricevuto il testimone nel 2014. Prima elezione da numero uno nell'agosto 2014, poi la seconda nel 2016: entrambe arrivate per acclamazione. La gestione Baretti del Comitato Regionale Lombardia è sempre stata da "buon padre di famiglia" più che da politico, ma i risultati sono sempre stati positivi sia dal punto di vista sportivo che gestionale. La corretta gestione del Comitato più importante d'Italia gli è valsa, poi, il contemporaneo approdo a Roma in seno alla LND e al Consiglio Federale nello scorso quadriennio olimpico. Nel 2020, purtroppo, l'arrivo della malattia, combattuta con grande tenacia. Le società ogni volta che avevano bisogno sapevano chi chiamare, e le risposte da parte di Baretti non sono mai tardate ad arrivare. Mai. I funerali si terranno martedì 15 giugno a Villa d'Almè alle 15:30. Alla moglie, ai figli e a tutti i famigliari vanno le condoglianze della redazione di Sprint e Sport.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400