Cerca

Come a Besnate, anche a Vergiate un torneo provinciale con squadre del Piemonte

tornei figc

Nelle riunioni federali - almeno fino a quando si sono svolte - riguardo i tornei è sempre stato ricordato di omologarli nel modo corretto e, alle partecipanti, di accettare l’invito dopo aver controllato se l’omologazione è corretta. Appelli che, probabilmente per la volontà di tornare all’attività dopo un anno e mezzo, sembrano dimenticati da tutti. Ma le regole sono regole, e chi organizza tornei (o vi partecipa) senza la corretta omologazione rischia. E tanto pure. Lunedì scorso siamo stati testimoni diretti di quanto accaduto al torneo “Calcio in festa” organizzato dalla Besnatese: torneo che, a leggere l’omologazione, era a carattere provinciale ma in realtà è ben altro visto che vi partecipano società appartenenti alla Delegazione di Legnano, società professionistiche (Pro Patria) e del Piemonte. Il Delegato di Varese Lorenzo Bianchi e il collaboratore dell’Attività di Base Bruno Soverna si sono intrattenuti con i dirigenti della Besnatese chiedendo spiegazioni sulla difformità tra le squadre dichiarate e quelle effettivamente presenti sul programma. Come noto, per le squadre non presenti nell’omologazione non c’è la copertura assicurativa e in caso di incidenti agli atleti la responsabilità ricade interamente sugli organizzatori e sul presidente della società partecipante. La visita degli esponenti della Delegazione, che sicuramente porterà al deferimento della Besnatese e dei club “fuori provincia”, ha avuto delle conseguenze sul torneo visto che le piemontesi sono state «escluse». Come a Besnate, anche il torneo di Vergiate “Primavera Vergiatese” sarebbe sotto la lente degli uffici del Settore Giovanile Regionale e della Delegazione: torneo omologato come provinciale ma - come Besnate - tale non è. Scorrendo i nomi delle partecipanti si riscontrano club piemontesi e delle Delegazione di Legnano. Nei Pulcini 2010, ad esempio, nella giornata di sabato hanno partecipato le piemontesi Varallo Pombia e Arona e la milanese Vittuone. Tre società che non avrebbero potuto essere lì in quanto il torneo era a carattere provinciale. Dalle informazioni raccolte, poi, dopo il blitz di Besnate, dalla Vergiatese si sono attivati per cambiare in corso lo status del torneo da «provinciale» a «regionale» ma la risposta ottenuta dagli uffici milanesi è stata negativa in quanto il torneo era già in corso di svolgimento. Un «no» degli uffici milanesi che non ha impedito al club granata di andare avanti con la manifestazione e sabato, come abbiamo avuto modo di vedere, i 2010 erano tutti in campo a giocare e stilare classifiche. A Solbiate Arno, invece, nella due giorni di sabato-domenica riservati a Esordienti e Pulcini si è svolto tutto in maniera regolare: erano presenti sì squadre di altra Delegazione (Legnano e Accademia Bustese) ma - come da ultime direttive dei responsabili dell’omologazione tornei - la partecipazione di una sola società per categoria è tollerata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400