Cerca

Aldo Monza: tra dilettantismo e professionismo, il tecnico è pronto a nuove avventure

WhatsApp Image 2021-06-19 at 15.06.09
Aldo Monza, ex tecnico del Sudtirol, ha interrotto il suo percorso in Alto Adige da vice allenatore con Stefano Vecchi. Monza alle spalle ha una carriera da calciatore decisamente importante: 20 anni e più di 500 presenze nel calcio dei professionisti. La sua carriera inizia nelle giovanili dell’Inter e, grazie alle sue doti calcistiche, viene notato subito dal Catanzaro che all'epoca militava in Serie B. L’anno successivo è fra le fila del Prato in Serie C, l'anno successivo arriva al Parma, vincendo il campionato di Serie B e quindi approda in Serie A, totalizzando 18 presenze nel campionato massimo italiano. Dopo qualche anno si trasferisce al Modena, poi per quattro stagioni al Cosenza e all’Ancona in Serie B. L’anno successivo si trasferisce al Savoia in Serie C, annata in cui vinse il campionato portando la squadra in Serie B. Poi le esperienze al Nocera e al Taranto in Serie C2, ed infine il Novara: l’ultima società in cui il tecnico terminò la sua carriera; qui giocò per tre anni e iniziò anche ad allenare, cominciando dalla Berretti (attuale Primavera 3). Poi le due stagioni alla Folgore Verano, dove ottiene ottimi risultati; nella stagione 2009/2010 subentra alla settima giornata di campionato a Seregno, con il quale vince il campionato di Eccellenza; l’anno successivo torna a Novara per un triennio, dove per due anni tira le redini dei Giovanissimi e un anno è sulla panca degli Allievi. Dopo di che, il tecnico viene chiamato dalla Pro Patria in Serie C, subentrando alla quinta giornata di campionato. Poi Legnano in Eccellenza - con cui vince il campionato e sale in D - Ciserano e Caronnese, dove riuscì a disputare un playoff di Serie D. Successivamente Aldo Monza decise di intraprendere una nuova avventura, assumendo il ruolo di vice allenatore di Stefano Vecchi, il primo anno al Venezia e il secondo al Sudtirol in Serie B. Monza racconta delle sue esperienze a fianco di Stefano Vecchi: «La collaborazione con lui inizia tre anni fa dopo la mia esperienza alla Caronnese. Ci siamo sentiti e mi aveva proposto di seguirlo con lui nello staff in Serie B. Il primo anno a Venezia abbiamo fatto poco, siamo stati esonerati dopo sole otto partite; quando siamo arrivati noi, dopo Inzaghi, andava rifatta tutta la rosa. I due anni al Sudtirol sono stati molto belli, nella prima stagione la squadra ha fatto bene, poi a causa del Covid il campionato è stato sospeso quando eravamo quarti in classifica. Quest’anno abbiamo disputato una stagione completa e la squadra è stata migliorata rispetto l’anno precedente; abbiamo lottato per il primo posto per tutto l'arco del campionato, è stata una stagione molto positiva, peccato per quel match point a Trieste, poteva essere la partita decisiva ma per degli episodi abbiamo perso. Sono molto soddisfatto di questi tre anni nel professionismo, ho fatto delle belle esperienze che mi hanno permesso di ritornare a vivere nell’ambiente dei "grandi"». Infine, Monza conclude con uno sguardo rivolto verso il futuro: «Ho allenato per tre anni con Vecchi, è arrivata la fine di questo percorso. Adesso voglio rimettermi in gioco, mi piacciono le società con tradizione e che mi diano fiducia, sono pronto per ripartire con entusiasmo».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400