Cerca

In edicola

Calcio e Covid: L’importante è finire i campionati. In arrivo il nuovo protocollo sport di squadra e l’ok al ‘Return to play’. E i ragazzi non vaccinati?

Linee guida per la ripartenza: verso l’annullamento del Torneo delle Regioni, in bilico le finali Under 19 regionali. Possibile rinvio delle finali nazionali U15 e U17. Nelle prossime ore atteso un nuovo protocollo e l’agognato via libera all’idoneità dei ‘guariti’. S’infiamma il dibattito sui non vaccinati ‘esclusi’ dall’attività…

Protocollo Figc Covid

Dopo la pubblicazione dei nuovi protocolli del 10 gennaio che recepivano le nuove norme nazionali previste dall’ultimo decreto in termini di emergenza sanitaria, alle porte un nuovo protocollo dopo l’approvazione del format per gli sport di squadra e soprattutto nelle prossime ore arriverà l’ok del Ministero della Salute sul nuovo protocollo ‘ridotto’ del certificato ‘Return to play’ . Ma non solo. Si delineano le priorità di questa seconda parte di stagione che dovrebbe ripartire con i recuperi dei vari campionati e la ripartenza dell’Eccellenza (in Piemonte dal 23 gennaio) oltre che della Serie D.

Una ripartenza sulla quale però aleggiano ancora i tanti dubbi sullo svolgimento di tutte le gare in programma in queste prime settimane e che dunque, saranno necessarie delle scelte al vertice, per consentire ai vari campionati di terminare senza avere calendari congestionati e partite ogni tre giorni anche nelle giovanili. E allora ecco che cominciano a delinearsi le scelte: si va infatti verso l’annullamento del Torneo delle Regioni per il calcio a 11, i bilico le finali regionali Under 19 e possibile slittamento delle finali nazionali Under 15 e Under 17. ‘Effetti collaterali’ della necessità primaria di portare a termine i campionati dilettanti e giovanili, regionali e provinciali.

Viaggio nelle nuove regole, dall’obbligo del Super Green Pas agli accessi del pubblico. Dall’avviso della Fmsi sul ‘Return to play’ in attesa di approvazione alle reazioni allo stop ad amichevoli e tornei a livello giovanile fino al 30 gennaio (che però non porterà ulteriori problematiche dopo che i. ari comitati regionali avevano già ricalendarizzato i campionati). S’infiamma invece il dibattito sui ragazzi, e in generale sugli atleti, ‘non vaccinati’. Chiuso il ‘caso Djokovic’, sono tante le lettere ricevute dalla redazione sull’esclusione dei ragazzi dall’attività se non in possesso del Super Green Pass. La posizione e l’opinione di SprinteSport all’interno dell’ampia sezione dedicata all’emergenza sanitaria e i riflessi sul mondo del calcio giovanile e dilettantistico.


Trovate tutto all’interno dell’edizione cartacea di SprinteSport in edicola oppure nella versione digitale nella nostra ‘Edicola virtuale’ sul nostro sito

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400