Cerca

News

Gatti era in Promozione, ora lo ha preso la Juventus beffando il Torino

Stratosferica la parabola del difensore classe 1998 protagonista nel finale di Calciomercato. Ha scalato tutte le categorie partendo dal debutto con il Pavarolo come centrocampista nel 2015

Federico Gatti

Federico Gatti, qui impegnato con la maglia del Pavarolo in un match al Primo Levi di Settimo. Dal 2015 ad ora ha scalato 6 categorie arrivando a toccare la Serie A

La scalata di Federico Gatti è finita. Almeno a livello di categorie. È addirittura la Juventus la nuova casa del difensore classe 1998, che partito dalla collina torinese in quel di Pavarolo tra Promozione e Juniores Regionale come centrocampista si sta trovando a vivere un sogno da protagonista e con personalità da vendere. Tant'è che per lui si è scatenata anche una curiosa guerra di mercato tutta a Torino, con anche i granata a contenderselo. Si parla di un affare chiuso a 10 milioni di euro ed è pazzesco pensare che solo nel 2015 Gatti alzava una Coppa di Promozione vinta ai danni del Villafranca. La sua maturazione negli ultimi anni è stata esponenziale.

Federico Gatti. Il post di benvenuto del Frosinone

Il post di benvenuto del Frosinone a Federico Gatti pubblicato il 27 maggio 2021. In arrivo dalla Pro Patria, Gatti raggiunge il Benito Stirpe e la Serie B dopo un solo anno in Serie C.


Prima una stagione da protagonista con la Pro Patria in Serie C nei 3 di difesa di Ivan Javorcic nella stagione 2020-2021 al debutto tra i professionisti, poi le 18 presenze attuali con il Frosinone di Fabio Grosso in Serie B con 3 reti, giocando al fianco di vecchie (ma giovani) conoscenze del calcio piemontese come Alessio Zerbin (partito da Suno) e Daniel Boloca (lanciato dal Fossano). Chissà cosa ne pensano dalle parti di Alessandria, dove Gatti ha giocato nelle giovanili nelle stagioni 2012-2013 e 2013-2014 tra Giovanissimi Nazionali e Allievi Regionali.

Federico Gatti con la maglia del Pavarolo

Città di Rivoli 0-2 Pavarolo, 20 settembre 2015. (reti di Fabio D'Alessandro al 28' e di Daniele Talarico al 40' st). Terza giornata del Girone B di Promozione e Federico Gatti, nella posizione di centrocampista, a soli 17 anni è titolare nella squadra biancorossa. In quella stagione Gatti colleziona 27 presenze e 3 gol su un totale di 2124 minuti passati in campo.  Articolo di quella partita di Alina Gioacas e foto Girolamo Cassarà.

Ma in fondo è anche dal ritorno vicino casa a Pavarolo che ha inizio una bella storia da raccontare. In rosa nella Juniores che disputa il campionato Regionale di categoria, l'attuale difensore bianconero segna 13 gol in 18 partite. Cifra molto alta anche per un centrocampista qual era il classe 1998 all'epoca, oltretutto considerando che Gatti giocava sotto età dovendo disputare l'ultimo anno di Allievi. Tali numeri meritano il salto in prima squadra ed effettivamente in tutto il girone di ritorno del campionato di Promozione (Girone D) 2014-2015 ecco il ragazzo aggregato al team biancorosso.

Il debutto arriva il 22 febbraio 2015 nella partita casalinga persa con il Pavarolo: dentro al 25' della ripresa. Nei collinari torinesi il punto della bandiera dell’1-2 finale lo segna Tommaso Vailatti, ex Torino in Serie A. A fine stagione le presenze sono 4, ma la strada è tracciata per servire la causa dei fuoriquota nella stagione successiva. Sfruttando la regola Gatti trova 27 presenze e 3 reti in campionato, e a fine stagione alza anche la Coppa che all'epoca garantiva ancora il salto in Eccellenza.

Gatti approda a Saluzzo

Dopo la stagione da protagonista al Pavarolo, Gatti viene chiamato a Saluzzo in Eccellenza dall'allora tecnico marchionale Pierpaolo Rignanese (ora al Pinerolo). Nell'estate approda allo stadio Amedeo Damiano dove colleziona 8 presenze in campionato per un totale di 417'.

Il campionato successivo è diviso a metà tra Pavarolo e Saluzzo, sempre in categoria, quello ancora dopo, è costante con 31 presenze e 8 reti in quello che sarà il canto del cigno della società biancorossa, che a fine anno saluta il calcio regionale che conta e riparte dalla Terza Categoria. A questo punto è vigile l'occhio del Verbania e, merce rara per i tempi odierni, la carriera del giocatore si sposta più a Nord di un centinaio di chilometri. Il colpo è riuscito perché nella stagione 2018-2019 arriva la vittoria del campionato di Eccellenza e Gatti (ora passato a fare il difensore, notato appunto in un match contro il Pavarolo dell’annata precedente) è tra i riconfermati per la stagione successiva in Serie D.

Gatti verbania

Per approfondire leggi anche: Chieri 2-0 Verbania, 2 febbraio 2020 (reti di Boubacar Coulibaly e Cristian Silenzi). Ventiduesima giornata di Serie D, Girone A, Gatti è titolare in un Verbania che annaspa nelle zone basse delle classifica e che vedrà concludere la stagione (anticipatamente in virtù dell'emergenza Covid) come penultima forza del campionato. Ciononostante la stagione del centrale torinese è ampiamente positiva, tanto da meritarsi il salto nel professionismo la stagione successiva. In quella stagione a Verbania Gatti colleziona 1848 minuti spalmati in 22 presenze e tre reti (due al Ligorna e una alla Lavagnese) che contribuiscono a portare a casa 7 punti dei 23 totali con cui i biancocerchiati conlcudono la stagione. Foto Girolamo Cassarà. CLICCA SULLA FOTO PER LEGGERE L'ARTICOLO DI CHIERI 2-0 VERBANIA. 

Qui però s'inserisce la tentazione Cavese (qualcuno che va a guardare a quel che capita nelle serie minori per fortuna c'è ancora ndr), ma saggiamente il 21enne preferisce debuttare nella massima categoria dilettantistica prima di bruciare le tappe nel doppio salto verso la Serie C. Nonostante lo scadente campionato del Verbania il classe 1998 si dimostra una colonna con 22 presenze e 3 reti nella parte di stagione giocata prima del lockdown e in estate ecco la chiamata da Busto Arsizio. Va tutto bene e si passa così al nuovo step in B con il Frosinone. Per arrivare ora alla Juventus in Serie A, con vista sul panorama europeo. E per completare una storia partita da 20' su un campo minuto di provincia e poi arrivata a tastare con mano un sogno.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400