Cerca

News

Europei Under 17, l'Italia è viva: Esposito stende Israele

L'attaccante dell'Inter entra dalla panchina e toglie le castagne dal fuoco a Corradi

Francesco Pio Esposito

Francesco Pio Esposito, a segno alla seconda presenza in Nazionale dopo lo spezzone con la Germania: il suo è un gol pesantissimo

Ci pensa Francesco Pio Esposito. L'attaccante dell'Inter entra dalla panchina, segna e risolve una partita che non si stava mettendo bene: l'Italia batte Israele e, dopo la sconfitta all'esordio con la Germania, centra la sua prima vittoria all'Europeo Under 17. Una vittoria che sulla carta sembrava facile da ottenere, ma che sul campo è stata complicatissima: merito di un avversario pimpante e volenteroso, con gli Azzurrini che alla fine sono riusciti a venire a capo di una situazione che si stava facendo complicata. I tre punti erano praticamente obbligatori per raggiungere Israele in classifica, e ora servirà un'altra vittoria - possibilmente larga - con il Lussemburgo per centrare la qualificazione. Appuntamento a domenica alle ore 19 per il match decisivo.

Gli Azzurrini schierati in campo prima del match cantano l'inno nazionale

ITALIA IN CRESCENDO

Il primo tempo non è semplice per gli Azzurrini, che patiscono il ritmo dei padroni di casa non riuscendo a imporre il proprio gioco: particolarmente complicata la ripartenza da dietro, con i due central Mane-Chiarodia che hanno qualche difficoltà nel trovare l'uomo libero in fase di impostazione. Israele gioca bene, ha ritmo, e stuzzica Magro con un paio di conclusioni velenose: bravo il portiere della Lazio su Shabo prima e Yusopove poi. L'Italia fa sfogare l'avversario, e piano piano entra nel match. A sinistra cresce Malaspina, il sostituto di Saiani (Onofrietti per Di Maggio è l'altro cambio nell'undici titolare rispetto alla gara con la Germania), in mezzo al campo alza il ritmo Ciammaglichella: è proprio il centrocampista del Torino a inventare al 15', palla recuperata e imbucata per Bolzan, sul cui sinistro Melika si salva con l'ausilio del palo. L'occasione Azzurra ricaccia un po' indietro Israele, Lipani prende campo con la sua regìa e al 24' arriva una palla gol importante nata da un angolo dalla destra: palla che esce dall'area e viene controllata da Onofrietti, mancino da fuori area che si stampa sul palo esterno. A un minuto dalla fine del primo tempo sembra fatta: Ciammaglichella, ancora lui, sfonda a sinistra e appoggia all'indietro per Bolzan, destro incrociato e altro miracolo di Melika.

CI PENSA ESPO!

Nella ripresa l'Italia comincia con buon piglio, del resto la vittoria è praticamente obbligatoria per non arrivare a dover fare conti strani nell'ultima uscita contro il Lussemburgo. Finalmente, dopo un primo tempo insufficiente, si accende Kevin Bruno: al 5' il fantasista del Sassuolo impegna ancora Melika, che si allunga mettendo in angolo il mancino da fuori del numero 20. Le buone intenzioni però si scontrano pressto con la realtà: Bruno ingrana a fatica, Vacca si vede pochissimo, il gioco gira troppo lento e là davanti Bolzan si sbatte ma gioca quasi da solo. Corradi allora prova ad attingere dalla panchina inserendo Parravicini e Di Maggio al posto di Ciammaglichella e Onofrietti: inspiegabile il cambio del centrocampista granata, forse il migliore degli Azzurri. Azzeccata, invece, la sostituzione successiva: al 25' infatti entra Pio Esposito, che mai era stato chiamato prima di questa competizione. Ed è proprio il centravanti dell'Inter a risolverla al 30': azione da destra di Parravicini, palla dentro per Bruno che tocca per Esposito e destro che non lascia scampo al portiere e 1-0 Azzurro. Il terzo della dinastia (terzo fratello dopo Salvatore e Sebastiano) sfiora il 2-0 subito dopo: sponda di testa per Bruno, assist rasoterra di ritorno ma il bomber stavolta allarga troppo il piattone. Entrano anche Quieto e Delle Monache, Israele non ritrova le forze mostrate a inizio gara fino all'assalto finale, dove però si fa assai pericoloso: per festeggiare i tre punti serve infatti un miracolo incredibile di Magro sul colpo di testa di Zoabi, e i tre punti finiscono nella cassaforte Azzurra.

IL TABELLINO

ISRAELE-ITALIA 0-1
RETE:
30' st Esposito (It).
ISRAELE (4-2-3-1): Melika; Dezent, Elgaby, Levi R., Egbaria; Levi Y., Yehoshuha (27' st Shaban); Yusopove (43' st Sheichy), Kretzo (27' st Yitzhak), Shabo (8' st Mashraki); Zoabi. A disp. Mashiach, Yesilirmark, Ben Harosh, Distelfeld, Turgeman. All. Brumer.
ITALIA (4-3-1-2): Magro; Domanico, Mane, Chiarodia, Malaspina; Ciammaglichella (17' st Parravicini), Lipani, Onofrietti (17' st Di Maggio); Bruno (37' st Quieto); Bolzan (37' st Delle Monache), Vacca (25' st Esposito). A disp. Borriello, Serra, Saiani, D'Aprile. All. Corradi.
ARBITRO: Christian-Petru Ciochirca (Austria).
ASSISTENTI: Maximilian Weiss (Austria) e Luka Pusic (Croazia).
QUARTO UFFICIALE: Dario Bel (Croazia).
AMMONITI: Bruno (It), Dezent (Is).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400