Cerca

News

Un ex calciatore dell'Inter comincia la carriera da allenatore: a Simone Fautario una panchina del vivaio

Dopo tre anni di apprendistato, Roberto Samaden avrebbe scelto l'ex terzino per la formazione Under 15

Simone Fautario

A sinistra con la maglia del Seregno, in Serie D, nella stagione 2018-2019; a destra con quella dell'Inter, formazione Primavera, nel 2006-2007

Dalla maglia dell'Inter come calciatore alla panchina dell'Inter come allenatore. Dopo un breve periodo di apprendimento, il grande salto dovrebbe essere a un passo: Simone Fautario, che con la maglia nerazzurra ha giocato nelle giovanili fino al 2007 arrivando alla Primavera e affacciandosi anche alla prima squadra, con tutta probabilità sarà infatti il nuovo allenatore della formazione Under 15. Il condizionale è d'obbligo, ma la scelta dovrebbe essere fatta: classe 1987, l'ex terzino sinistro si metterà alla guida del gruppo classe 2008 e vivrà la sua prima esperienza da capo allenatore dopo aver fatto la gavetta "dietro le quinte". Nell'ultima stagione, infatti, il 35enne è stato il vice di Tiziano Polenghi e con lui è arrivato a un passo dallo Scudetto con la formazione Under 17. Nelle due annate precedenti, e subito dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, aveva invece svolto il ruolo di collaboratore del trienno Under 12-Under 13-Under 14 occupandosi del lavoro specifico individuale della fase difensiva.

La scelta di Simone Fautario darebbe continuità alla linea seguita nel recente passato da Roberto Samaden, che per i quadri tecnici del vivaio nerazzurro sta dando sempre più spazio a persone che il Settore Giovanile dell'Inter lo hanno vissuto in prima persona come Nicola Beati - classe 1983 che ha fatto il collaboratore della Primavera prima di passare al Venezia con Paolo Zanetti in Serie A - o Nello Russo, alla guida proprio dell'Under 15 nella stagione appena conclusa. E Fautario in maglia nerazzurra ha un passato molto significativo: dopo aver fatto tutta la trafila dai Pulcini alla Primavera, Simone ha vinto lo Scudetto con la fascia da capitano sul braccio nella stagione 2006-2007. In quella squadra, e nello specifico nella finalissima di Bressanone contro la Sampdoria, c'erano in campo anche Leonardo Bonucci e un giovanissimo Mario Balotelli, che decise la partita con un calcio di rigore all'ultimo minuto.

È il 19 maggio 2007: Simone Fautario, capitano della Primavera, alza al cielo di Bressanone la coppa del sesto Scudetto dell'Inter

SIMONE FAUTARIO • LA CARRIERA DA CALCIATORE

  • Fino al 2007 - INTER
  • 2007/2008 - PRO SESTO
  • 2008/2009 - PISTOIESE
  • 2009/2010 - GROSSETO
  • 2010/2011 - COMO
  • 2011/2012 - FROSINONE
  • 2012/2015 - COMO
  • 2015/2016 - PISA
  • 2016/2017 - PISA/MODENA
  • 2017/2018 - FANO
  • 2018/2019 - LEGNANO/SEREGNO
  • 2019/2020 - SEREGNO

Simone Fautario comincia la sua carriera da calciatore nei "piccoli" della Nuovo Milano Calcio prima di passare all'Inter dove fa tutto il percorso fino alle porte della prima squadra, con cui colleziona anche 2 presenze in Coppa Italia ma senza mai esordire in Serie A. Terzino sinistro di gamba, piede e leadership - tanto da guadagnarsi i gradi di capitano - in nerazzurro porta a casa anche due titoli: la Coppa Italia del 2006 e lo Scudetto da 2007, vinto da protagonista assoluto nella Primavera allenata da Vincenzo Esposito. Dopo un lungo girovagare in importanti piazze di Serie C (vince il campionato a Como e a Pisa) e dopo aver collezionato anche 13 presenze in Serie B con la maglia del Grosseto (qui viene allenato da Elio Gustinetti e Maurizio Sarri), chiude il suo percorso da calciatore nella Serie D lombarda con le maglie gloriose di Legnano e Seregno. Si ritira presto, a 32 anni, ed entra subito a far parte dello staff tecnico del Settore Giovanile dell'Inter.

Un giovanissimo Simone Fautario in campo con la maglia della Primavera dell'Inter: numero 3 sulla schiena e fascia sul braccio per uno dei riferimenti principali dello Scudetto del 2007

LO SCUDETTO SFIORATO…

Nel 2021-2022, campionato appena concluso, Simone Fautario ha svolto il ruolo di vice-allenatore di Tiziano Polenghi alla guida dell'Under 17 classe 2005 che è arrivata fino alla finalissima per lo Scudetto. Una stagione pazzesca per i nerazzurri,  secondi dietro al Milan in campionato e poi autori di un cammino praticamente perfetto fino a 14 minuti dalla fine di quella maledetta serata di Ascoli Piceno. Prima il passaggio del turno contro la Lazio ai quarti di finale, poi la semifinale vinta per 2-1 contro la Roma, infine la beffa contro il Bologna nella serata di martedì 21 giugno: avanti 2-0 a meno di un quarto d'ora dal termine, infatti, l'Inter ha subito una clamorosa rimonta dai felsinei che hanno ribaltato il risultato prendendosi il Tricolore e facendo piangere Di Maggio, Esposito, Stankovic e compagni. Un finale che servirà sicuramente anche allo stesso Fautario, esperienza da mettere in un bagaglio ancora tutto da riempire e già arrivato a un primo punto di svolta.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400