Cerca

News

Rivoluzione di luglio: il tecnico lascia da vincente, ora nuova maglia e nuovo ruolo

Dopo cinque anni arriva l'addio inaspettato, il Presidente colto di sorpresa ha già l'asso nella manica

SILVIO FIORIELLO, SANTENA 2014

Silvio Fioriello è il nuovo Direttore Generale dell'Asd Santena 2014

Una stagione memorabile con promozione in Seconda Categoria finale, forse solo il punto esclamativo su un lavoro quinquennale di crescita e rinnovamento societario che ha riportato grande entusiasmo nella piazza. Ma anche le favole più belle hanno una loro fine, che sia lieta o meno: da ormai alcuni giorni Silvio Fioriello non è più l'allenatore della Lenci Poirino. Un fulmine a ciel sereno piombato nel mezzo della programmazione della prossima stagione della società presieduta da Davide Boaglio, la quale avrà come obiettivo quello di ben figurare in Seconda tentando di mantenere la categoria.

La scelta del tecnico uscente è stata semplice: dopo un piano pluriennale egregiamente condotto, la vittoria del campionato è arrivata come un segnale di chiusura di un ciclo. Un segno del destino in cui Fioriello ha visto un crocevia del proprio futuro, lasciando un'eredità pesante a poche ore dal fatidico 1 luglio e con per altro una soluzione alternativa alle porte e sposata in un batti baleno. Tanto che a distanza di pochissimi giorni dal suo addio annunciato ad un Presidente dispiaciuto, ecco l'ufficialità del suo ingresso nello staff del Santena 2014, all'interno del quale Silvio Fioriello ricoprirà il ruolo di Direttore Generale.

«Era il momento giusto per cambiare dopo cinque anni di intenso lavoro. Avevo già qualche conoscenza a Santena: per me scegliere questa opportunità è stato semplicissimo».

Silvio Fioriello e Davide Baglio in un abbraccio storicoL'iconico abbraccio dopo la promozione tra Silvio Fioriello e Davide Baglio

Il Presidente Baglio, frastornato dalla notizia, si è saputo rimettere subito in campo alla ricerca di un degno sostituto di Fioriello. Coincidenza ha voluto che, dopo contatti inizialmente avviati per dirigere l'Under 19, l'identikit perfetto per la panchina fosse rintracciato nella figura di Luca Parasiliti, ex tecnico della Juniores del Villastellone in cerca di un rilancio nel mondo delle Prime Squadre. Per quest'ultimo è stato piuttosto semplice accettare la proposta del Numero Uno, un piacevole ritorno per lui nel mondo poirinese dopo l'esperienza alla guida della compagine di circa dieci anni fa (l'allora Poirinese).

«A giugno avevo abbozzato un dialogo con il San Giacomo Chieri per l'Under 19; poco dopo mi chiamò il presidente Davide Baglio per allenare la Juniores della Lenci, ma a me avrebbe fatto piacere ripartire da una Prima Squadra. Coincidenza ha voluto che Fioriello, fino a quel momento ritenuto inamovibile dalla dirigenza poirinese, decidesse di cambiare aria e così mi è stata avanzata la proposta di prendere il suo posto. Credo che questa sia un'ottima opportunità per rilanciarmi e per ridare prestigio ad una piazza che merita altri livelli. Ci si aspettava un fuggi-fuggi generale dei giocatori dopo l'addio di Fioriello, ma alla fine il blocco centrale della squadra mi ha dato fiducia, con qualche tassello che verrà man mano aggiunto per conquistare una salvezza che si prospetta più complicata dopo la reintroduzione dei playout», le prime parole di Parasiliti.

Luca Paralisiti firma per la Lenci PoirinoLa presentazione di Luca Paralisiti, nuovo allenatore della Lenci Poirino
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400