Cerca

News

Dopo lo sfratto e la legionella, l'impianto riaprirà ai bambini. Tante le società interessate

Pubblicato il bando-flash per la gestione annuale della struttura di via Tirreno a Torino, l’ex Santa Rita

Dopo lo sfratto e la legionella, l'impianto riaprirà ai bambini. Tante le società interessate

A bando per un anno l'impianto di Via Tirreno 303 a Torino

Il Comune di Torino e la Circoscrizione 2, come annunciato e promesso solo qualche mese fa, mantiene l’impegno e ha lanciato il bando per la gestione per la sola annata in corso, dell’impianto sportivo  ‘Agostino Iocola’ in Via Tirreno 303 a Torino, chiuso nei mesi estivi dopo lo sfratto esecutivo - eseguito nei confronti della Polisportiva Santa Rita che aveva avuto in gestione e concessione la struttura - in seguito a un lungo contenzioso.


Seppur con tempi fulminei, aperto e attivo il bando sul sito del Comune di Torino con la scadenza per la presentazione delle domande con tutta la documentazione richiesta e necessaria fissata per le ore 12 di lunedì 19 settembre, l’impianto dovrebbe trovare nelle prossime settimane chi potrà ‘riaprire i cancelli’ dell’impianto ‘Agostino Iocola’ e far tornare sui campi i tanti bambini e bambine che avevano sempre colorato e animato la struttura.


Un primo passo verso poi quella che sarà, nei tempi e nei modi congrui e necessari, l’iter che porterà a una nuova concessione pluriennale sulla base di un vero e proprio bando che verrà. Intanto però, la volontà e l’intento della Circoscrizione 2 e del Comune d Torino, è che quell’impianto non rimanga chiuso e inutilizzato (col rischio ben noto e vissuto per altre realtà di un abbandono e depredamento vario) neppure per un solo anno. Così come ha sottolineato il presidente della Circoscrizione 2, Luca Rolandi, nella dichiarazioe rilasciata a Cronaca Qui: «A breve ci sarà un ulteriore bando per una concessione pluriennale. Il primo bando è stato fatto solo per permettere ai ragazzi di disputare questa stagione sportiva».


E così, i tanti interessati alla gestione temporanea (e magari anche futura e ‘definitiva’) dell’impianto di via Tirreno, dovranno ‘solo’ provvedere in tempi celeri, a presentare la documentazione richiesta e necessaria e senza mancanze o errori che possano pregiudicare l’esito delle stesse. Un impianto che dopo lo sfratto e la chiusura e le tracce di legionella trovate a fine giugno che avevano concluso l’estate 2022 nell’impianto ex Santa Rita, proverà ad accelerare i tempi per riaprire i cancelli ai bambini e alle bambine che torneranno a calcare il campo di calcio a 11, il campo di calcio a 7, l’area verde con tribuna, oltre al bar, la sede, spogliatoi e posti auto che si spera possano ritrovare sorrisi, rumori ed esultanze al più presto.


I ‘pretendenti’ non dovrebbero mancare visto che a poca distanza da Via Tirreno, ci sono diverse realtà calcistiche che vedono e vedrebbero nella possibilità di utilizzo dell’impianto, una nuova grande spinta e spazi per le loro attività e per la loro programmazione e strutturazione presente e futura. C’è tempo fino alle ore 12 del 19 settembre. Clicca qui per accedere al bando.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400