Cerca

Under 19

PSG formato Champions League, Concas & Co. stoppano la fuga del Vianney

Le reti di Nordhal, Valera e del numero 10 ribaltano il vantaggio iniziale di Orrigo; inutile la magia di Caruso nel finale

PSG formato Champions League, Concas & Co. stoppano la fuga del Vianney

Capitan Davide Migliasso, Andrea Concas, Matteo Nordhal e Joseph Valera felici per la vittoria del "loro" PSG sul Vianney

Clamoroso al Passo Buole: il PSG di Di Nunno batte 3-2 il Vianney di Funaro capolista del Girone C di Torino e ferma la fuga dei gialloblù. Dopo essere passati in svantaggio intorno alla metà della prima frazione, i collinari non hanno mai smesso di dettare i ritmi del gioco con una manovra semplice e molto ordinata, premiata già nel finale di tempo dal pari di Nordhal e poi completata con una rimonta da grande squadra nella ripresa firmata Concas-Valera. Vianney che dal proprio canto arrivava alla sfida già di per sé nervoso per i tre punti revocati in seguito al ritiro dell'Atletico Torino e che alla fine sul campo ha dimostrato di non essere in forma smagliante, con un fraseggio compassato e con la poca concentrazione di chi non ha preso sul serio un difficile impegno come quello contro i pinesi. 

Nordhal sul gong. Fin dai minuti iniziali, il PSG mostra grande condizione atletica e soprattutto grande concentrazione alla partita, con la consapevolezza che in casa della capolista i collinari non avessero nulla da perdere. Già al 4' gli ospiti vanno vicinissimi al vantaggio: bella è l'incursione sulla destra di Miotti (il più attivo nella prima fase del match) che mette un cross basso al centro, Valera è bravo ad anticipare il portiere avversario saltandolo ma non a concludere a rete, sparando a salve sull'esterno della rete. Sull'avvio molle dei padroni di casa, il PSG vuole subito mettere la gara sui binari giusti e al 5' arriva una seconda chance sui piedi di Concas, che però da dentro l'area cicca malamente un buon filtrante di Miotti. Dopo un primo quarto d'ora di totale appannaggio, il Vianney entra veementemente in partita, con la grinta di chi vuole reagire al meglio ad un approccio sbagliato e continuare la corsa in vetta. Le azioni si fanno insistenti, spesso legate alla verticalità data da bomber Tartaglia e ai lanci millimetrici di Baggar. Dopo un primo tentativo alla mezz'ora con il destro da fuori di Fazzari di poco alto, al 35' il match è sbloccato: sulla punizione da lontanissimo di Tardio è pronto l'inserimento di Orrigo che con uno splendido colpo al volo buca l'estremo difensore avversario.Scossi dallo svantaggio e da alcuni minuti di confusione, il PSG si rifionda in avanti, prima al 42' con un tiro alto di Taccetta e poi trovando il pari allo scadere: su un corner propiziato da un pericoloso Valera, la palla viene respinta sui piedi di Nordhal che senza pensarci due volte spara una rasoiata sul primo palo bucando la rete. Primo tempo che va' quindi in archivio sull'1-1, senza recupero concesso dal direttore di gara.

Concas show, Valera killer. Quasi sempre un gol subito nei minuti finali del primo tempo può rappresentare una doccia gelata per chi ne è soggetto: e se la formazione di casa già non arrivava da dei primi 45 minuti indimenticabili, un colpo di questo tipo non poteva che tagliare ulteriormente le gambe. Tanto che anche nella ripresa la gestione del gioco rimane di marca verdeblù, con la squadra di Di Nunno che già al 7'st raddoppia: bella è questa volta l'incursione di Nordhal che apre per Valera, il 9 ospite crossa tagliato in mezzo per l'arrivo sempre del numero 8 in spaccata, il suo tiro sporco viene respinto da Ciliberti e sulla palla vagante si fionda Concas che non sbaglia. Pancia piena? Niente affatto. Il PSG dopo il secondo gol continua a macinare gioco su un Vianney paralizzato e senza cattiveria, anche con un assetto tattico più difensivo con l'ingresso di Metaj dietro. Al 23'st la caparbietà dei collinari viene nuovamente premiata, con un regalo di Ciliberti: il portiere di casa passa ingenuamente a Mani girato di schiena, Valera anticipa e a tu per tu imbuca in diagonale per il tris. Il Vianney è in confusione completa e i tentativi di attacco sono sterili; addirittura Taccetta prima e Valera poi vanno vicini al poker lanciati in contropiede, ma sbagliando clamorosamente di sinistro in entrambi i casi (non il loro piede preferito). A questo punto, il Vianney riesce a tornare parzialmente a galla: il merito va' ad una punizione stupenda di Caruso, che da trenta metri scarica una fucilata di sinstro che non lascia scampo a Seglie sul suo palo. Alla fine è assalto arrembante dei ragazzi di Funaro, ma vuoi per un Tartaglia stanco, vuoi per un Metaj impenetrabile nelle retrovie tutti i progetti di rimonta non trovano concretizzazione alcuna. Finisce dunque 3-2 per il PSG, che vola a quota 23 togliendosi una bella soddisfazione nel fermare il Vianney, ex prima in classifica.

IL TABELLINO

VIANNEY-PSG 2-3
RETI (1-0, 1-3, 2-3): 35' Orrigo (V), 45' Nordahl (P), 7' st Concas (P), 23' st Valera (P), 32' st Caruso (V).
VIANNEY (4-3-3): Ciliberti 5, Fazzari 6.5, Matellica D. 6 (30' st Nigra sv), Mani 7, Tardio 6, Baggar 6, Vergari 5 (14' st Tomaselli 6.5), Bono 5.5, Tartaglia 5.5, Orrigo 6 (21' st Panetta 6), Esposito 5.5 (10' st Caruso 6.5). A disp. Caccamese, Serpentino, Giuliani, Matellica P., Mihali. All. Funaro 5.5. Dir. Tardio - Vergari.
PSG (4-3-1-2): Seglie 7, Cavicchia 6.5 (10' st Metaj 7), Bertolini 6.5 (36' Giraudo 6.5), Primiceri 7, Gallarato 6.5, Migliasso 7.5, Miotti 6.5, Nordahl 7 (27' st Rolle 6.5), Valera 7, Concas 7.5, Taccetta 6.5. A disp. Marmo. All. Di Nunno 7.5.
ARBITRO: Lachianca di Torino 6.5.
AMMONITI: 40' Esposito (V), 26' st Caruso (V), 47' st Taccetta (P).

LE PAGELLE

VIANNEY

Ciliberti 5 Insicuro su molti palloni, regala letteralmente il gol del 3-1 che stende psicologicamente la sua squadra.
Fazzari 6.5 Sicuramente il più propositivo dei suoi, soprattutto nel primo tempo quando spinge e costruisce in maniera ordinata.
Matellica D. 6 Non patisce troppo le sortite dal suo lato nel primo tempo e con il suo mancino arma qualche spunto offensivo per i suoi, ma nella ripresa va' spesso in difficoltà e si spegne stanco ( dal 30' st Nigra sv).
Mani 7 Mastino difensivo, non molla un centimetro fino al novantesimo ergendosi a baluardo difensivo dei suoi.
Tardio 6 Propizia il gol del vantaggio con la sua punizione precisa, in fase difensiva però lascia parecchi buchi.
Baggar 6 Una media tra un primo tempo sontuoso, con un mancino telecomandato spesso pronto a servire i compagni in profondità, e una ripresa anonima con pochissimi palloni toccati; peccato.
Vergari 5 Prestazione opaca dall'inizio alla fine, non ci mette grinta ed è in ritardo su ogni pallone servitogli dai compagni.
14' st Tomaselli 6.5 Entra con tanta voglia di riprenderla e porta su la squadra in due/tre situazioni che potevano divenire interessanti.
Bono 5.5 Cerca sempre di creare qualcosa almeno mettendoci la giusta intensità, ma oggi purtroppo sbaglia tanto e corre a vuoto spesso.
Tartaglia 5.5 La punta di riferimento oggi non è in giornata e i suoi ne pagano le conseguenze con una sconfitta. Sono davvero poche le giocate da ricordare, pur rappresentando spesso una minaccia.
Orrigo 6 La sufficienza c'è per la perla con cui porta in vantaggio i suoi, poi però davvero poco, troppo poco.
21' st Panetta 6 Buon ingresso nelle trame del finale, ci prova almeno con voglia.
Esposito 5.5 Spaesato in mezzo al campo, subisce passivamente le ondate degli incursori avversari senza riuscire a fare filtro. Ha l'alibi di essere lasciato totalmente da solo.
10' st Caruso 6.5 Una punizione che rianima il Vianney e che vale il prezzo del biglietto.
All. Funaro 5.5 Approccio della squadra completamente sbagliato, tanta confusione, tanto nervosismo e poca sostanza: sconfitta meritata.

SQUADRA VIANNEY

PSG

Seglie 7 Portiere classe 2006 ma fisicamente imponente, da' sicurezza al reparto con prese salde e non può nulla sui gol subiti.
Cavicchia 6.5 Buona prestazione, contiene in fase difensiva e fa ripartire senza sprecare energie in avanti.
10' st Metaj 7 Entra e mette il lucchetto alla partita: la retroguardia con lui non patisce mai e vince tutti i duelli.
Bertolini 6.5 Molto attivo nella fase iniziale di partita, sia negli anticipi sul diretto avversario, sia nelle verticalizzazioni. Esce per una sospetta frattura del polso destro, auguri!
36' Giraudo 6.5 Sostituisce bene il compagno, senza commettere sbavature e contenendo i padroni di casa con cattiveria e leadership. 
Primiceri 7 Classe 2005 con una qualità e una quantità fuori dal comune. Corre per quattro, da' intensità alla squadra e sbaglia pochissime giocate.
Gallarato 6.5 All'inizio appare un po' frettoloso in qualche giocata, poi prende confidenza e costruisce con serenità dal basso. Fondamentale l'apporto fisico nel duello con Tartaglia.
Migliasso 7.5 Grande prova del capitano, prima tranquillo nelle coperture da difensore centrale, poi diligente a destra nei tre dietro, con qualche spunto anche in avanti.
Miotti 6.5 Partenza sprint, accelera la manovra dei collinari con qualche serpentina. Sul lungo cala, ma rimane comunque importante in fase offensiva nel supporto all'attacco.
Nordahl 7 Regia non sempre di qualità, ma di grande presenza. Butta qualche pallone nel primo tempo, ma poi segna un gran gol allo scadere; nella ripresa gestisce bene i palloni che passano dalle sue parti e propizia il raddoppio.
27' st Rolle 6.5 Ingresso con personalità e voglia di dimostrare di meritare il posto, vince qualche contrasto e regge l'urto con l'assalto avversario.
Valera 7 Primo tempo a ritmo compassato in cui sbaglia un gol già fatto dopo 5 minuti, nella ripresa ha campo per andare e sfrutta con cinismo l'occasione facile facile del 3-1.
Concas 7.5 Anche per lui primo tempo un po' in sordina, per poi mettere in mostra nel secondo tempo una grande qualità di palleggio. Tiene bene nelle ripartenze, letale e al posto giusto per il secondo gol.
Taccetta 6.5 Molle nel primo tempo, nella ripresa sale e arriva sempre prima sui palloni vaganti. Per ciò che ha fatto meriterebbe forse anche 7, ma il gol sbagliato a tu per tu con il portiere costa caro.
All. Di Nunno 7.5 Partita perfetta dei suoi ragazzi, una formazione molto giovane e di buone prospettive che applica al meglio l'indole di gioco semplice proposta dal tecnico. Grande sgambetto.

SQUADRA PSG

ARBITRO Lachianca di Torino 6.5 Direzione senza fronzoli, lascia giocare in modo corretto e dosa perfettamente i cartellini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400