Cerca

Eccellenza

Il centrale fa doppietta: è poker biancorosso

Due gol di testa del difensore blindano i tre punti per i padroni di casa

Diouck Club Milano

Simone Ousmane Diouck, migliore in campo del Club Milano grazie ad una bella doppietta

Termina con un clamoroso 4-0 la partita tra Club Milano e Ardor Lazzate, il lungo lavoro di Beppe Scavo inizia a portare ad importanti risultati, il suo 5-3-2 ricco di schemi e triangoli oggi ha dimostrato che in questo campionato avrebbe potuto fare qualcosa in più se al timone della squadra ci fosse stato lui dalla prima giornata. L’Ardor Lazzate di Cesana non perviene, per tutta la prima frazione e, complice il gol di Saronni e l’eurogol di Diouck esce dal campo a pezzi al termine dei primi 45’ minuti. Nella ripresa la storia non cambia: un Diouck scatenato insacca subito il 3-0, nel finale poi Mammetti mette la firma per il poker. La partita come sottolineato in precedenza ha dimostrato la grande crescita del Club Milano che con qualche innesto di esperienza in più il prossimo anno potrà puntare veramente in alto, l’Ardor Lazzate invece da martedì dovrà guardarsi negli occhi in spogliatoio: nonostante il campionato tranquillo e l’acquisto di Artaria oggi non pervenuto, sta davvero facendo tanta fatica.

SEGNA LA DIFESA

Primo tempo in cui i ragazzi di Scavo partono con il 5-3-2 mentre quelli di Cesana schierano il classico 4-3-3, al quarto minuto il Club Milano è subito in vantaggio: Mammetti riceve in modo fortuito una palla al limite dell’area e si ritrova casualmente a tu per tu con Bozzato, il bomber biancorosso non calcia ma serve Rankovic, che in modo fortuito serve a sua volta Saronni. Il terzino sinistro all’interno dell’area piccola non può sbagliare e scarica in rete la botta dell’1-0. All’11’ Mammetti scatenato lascia l’avversario sul posto e serve Piras che di prima gira a lato. Al 16’ ci prova Baldan per l’Ardor Lazzate, con un destro a lato di poco; l’Ardor muove il pallone ma non trova spazi e allora a provarci nuovamente dalla distanza è Cavalcante, ma il tiro termina in autostrada. Al 27’ lo squillo è di nuovo targato Club Milano con Mammetti che scarica un destro su cui Bozzatto è chiamato a un doppio intervento. Al 33’ Peverelli commette un fallo netto e ingenuo in cui si becca il cartellino giallo; dallo spiovente svetta Diouck, e con un eurogol batte per la seconda volta Bozzato. Dopo il 2-0 l’Ardor Lazzare alza il baricentro D’Onofrio mette un cross insidioso che Piras devia in corner con un bel intervento. Al 37’ Baldan ci prova di nuovo su punizione ma la sua maledetta termina alta, l’occasione più nitida per l’Ardor capita al 40’ a Pedrazzini, che di testa spedisce a lato da due passi. Al 46’ Artaria dal limite dell’area colpisce la barriera non trovando la porta e facendo concludere il primo tempo 2-0.

IL CLUB CALA IL POKER

Secondo tempo in cui il Club Milano parte forte con Rankovic che ne lascia tre sul posto e serve Serralunga, che si allunga il pallone nel momento della conclusione. Tre minuti più tardi è Lo Monaco a sfiorare la traversa, al 7’ Sandrini si sovrappone e mette dentro una palla deviata di poco alta da Benatti in corner. Sul capovolgimento di fronte è Mammetti a trovare il corner e, Diouck al 9’ sigla una quantomeno rara doppietta portando il punteggio sul 3-0 con una bella girata di testa. L’Ardor all’11’ su corner prova una piccola reazione con Artaria che di testa manda alto, oltre all’imprecisione ci si mette anche la sfortuna per l’Ardor quando Baldan colpisce la traversa. La squadra di Cesana non riesce più a reagire ed il Club Milano gestisce il risultato. Al 32’ Benatti serve Locati appena entrato, che a tu per tu incrocia il diagonale, ma Bozzato gli sbarra la via del gol. L’Ardor risponde conclusioni sterili e tiri dalla distanza. Al 35’ prova a girare Berberi, ma il destro termina a lato. Al 44’ il Club Milano cala il poker: ripartenza di Kouadio che serve Mammetti, il bomber rientra e spacca la porta senza perdonare Bozzato con un bel diagonale all’angolino. 

IL TABELLINO

CLUB MILANO-ARDOR LAZZATE 4-0
RETI: 4' Saronni (C), 35' Diouck (C), 3' st Diouck (C), 44' st Mammetti (C).
CLUB MILANO (5-3-2): Monzani 7, Tumino 6.5, Saronni 6.5 (28' st Locati sv), Benatti 7.5, Piras 7.5, Diouck 8.5, Serralunga 7 (12' st Truzzi 6), Nocciola 6.5 (38' st Grezzana  sv), Mammetti 7.5, Rankovic 7 (20' st Kouadio 7), Lo Monaco 7 (23' st Tota sv). A disp. De Carlo, Passerini, Comi, Pelle. All. Scavo 8.
ARDOR LAZZATE (4-3-3): Bozzato 5.5, Sandrini 5 (28' st Lombardi sv), Cavalcante 5 (9' st Bertani 5), Baldan 6.5, Sala 5, Peverelli 5, Pedrazzini 5.5 (22' st Torin 6), Artaria 5 (44' st Maisano sv), Berberi 5, Ferrari 5.5 (28' st Nessi sv), D'Onofrio 5. A disp. Ferloni, Moja, Raimondo, Martini. All. Cesana 5.5.
ARBITRO: Saraci di Lecco 6.5
ASSISTENTI: Monardo e Mapelli.
AMMONITI: Peverelli (A), Sala (A), Baldan (A), Kouadio (C), Piras (C), Benatti (C), Saronni (C).


LE PAGELLE 


CLUB MILANO
Monzani 7
Grande personalità cresce di partita in partita, per l’età che ha e ciò che dimostra meriterebbe la D, ma deve crescere ancora tanto.
Tumino 6.5 Oggi svolge molto bene la fase difensiva e quella di non possesso, ma è totalmente assente nelle azioni offensive.
Saronni 6.5 Gran gol da rapace dell’area di rigore, si avventa per primo su una palla ballerina e sigla l’1-0. 
Benatti 7.5 Il Ringhio Gattuso del Però Sporting Club rincorre tutti gli avversari e recupera una quantità infinita di palloni.
Piras 7.5 Grande prova difensiva, il pilastro della stagione biancorossa insieme a Diouck. Se crescerà a livello atletico sarà ancora più importante il prossimo anno.
Diouck 8.5 Doppietta da vero goleador, ricorda Sandro Nesta con la doppietta al Chievo. In una parola: fondamentale.
Serralunga 7 Ci prova con qualche tiro sbilenco, ma è sempre attivo a centrocampo.
Nocciola 6.5 Compie nel migliore dei modi il lavoro sporco ed il suo compito, purtroppo si limita un po’ a quello.
Mammetti 7.5 Sempre a segno, sbaglia veramente poche volte sotto porta, in una parola: bomber.
Rankovic 7 Apre con sventagliate da una parte all’altra del campo che trovano i compagni sui piedi, grandi giocate degne del suo numero 10.
20’ st Kouadio 7 Entra e sfrutta la sua arma migliore la velocità, fondamentale nell’assist del 4-0.
Lo Monaco 7 Grande prova difensiva ed offensiva ha carburato e con Scavo sta crescendo tanto, deve seguire il suo allenatore.
22’ st Truzzi 6 Entra e fa il suo compito, svolgendo in maniera diligente la fase di non possesso.
All. Scavo 8 I suoi ragazzi crescono di partita in partita, oggi in tribuna per squalifica è stato un leone in gabbia, sempre presente con la voce. 

ARDOR LAZZATE
Bozzato 5.5 Poteva fare sicuramente di più sul secondo gol dove è stato battuto da un pallonetto di testa.
Sandrini 5 Spinge poche volte lungo la corsia ed è richiamato anche dagli spettatori ospiti.
Cavalcante 5 Le sue conclusioni terminano spesso in autostrada, una domenica completamente da cancellare considerando che al 3’ Mammetti lo lascia sul posto.
9' st Bertani 5 Entra ma la partita non migliora, anzi peggiora, domenica da cancellare.
Baldan 6.5 Il migliore dei suoi, ci prova da ogni posizione e colpisce persino la traversa. 
Sala 5 Ammonito e lasciato sul posto varie volte, prova a riscattarsi ma la partita è solo in salita per lui.
Peverelli 5 Il fallo del secondo gol nasce da un suo errore troppo evidente, lento nel tenere l’uomo e nel leggere in anticipo le giocate. 
Pedrazzini 5.5 Prova a tenere alti i suoi con lanci lunghi e filtranti tra le linee ma le sue giocate sono sempre prevedibili.
22' st Torin 6 Entra e prova a spezzare il gioco e leggere bene le situazioni in cui è chiamato come interprete.
Artaria 5 Considerando le categorie in cui ha giocato ci aspetta faccia la differenza ma oggi non si è vista, troppo poco pericoloso.
Berberi 5 Da un numero 9 vero ci si aspetta molto di più, non è mai pericoloso e non salta mai l’uomo.
Ferrari 5.5 Prova qualche giocata e qualche filtrante rasoterra ma non sorprende mai l’uomo con giocate imprevedibili. 
D'Onofrio 5 Una partita da cancellare, non salta mai l’uomo nell’uno contro uno. 
All. Cesana 5.5 Prova a richiamare i suoi ma il risultato è inesistente, un poker che dovrà fargli alzare la voce in spogliatoio. 

ARBITRO
Saraci di Lecco 6.5 Dirige nel migliore dei modi una gara non semplice, bravo nell’uso dei cartellini. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400