Cerca

Promozione

Pozzomaina-Pro Villafranca: Mammola che colpo! Pavia e Contorno stendono i Villan's: Monteleone croce e delizia

Seconda vittoria per i grigiorossoblù nel segno dei ragazzi terribili contro la squadra di Bosticco, tradito da Monteleone

Alessio Contorno ed Emiliano Pavia

Alessio Contorno, classe '00, ed Emiliano Pavia, classe '03, protagonisti della vittoria del Pozzomaina contro la Pro Villafranca

Una partita che sulla carta poteva essere abbordabile per la Pro Villafranca, si rivela un vero e proprio incubo contro il Pozzomaina di Mammola: i Villan's regalano un tempo ai ragazzi terribili di Pozzostrada che nel giro di 2' sfondano la porta con Edoardo Covello ed Emiliano Pavia, che avevano firmato il tabellino anche nella prima vittoria stagionale contro la Pastorfrigor Stay. Nella seconda frazione di gioco è ancora una volta un'incontenibile Pavia a trovare il gol del 3-0 che chiude virtualmente la partita. La Pro Villafranca non getta la spugna e dopo un secondo tempo dominato ma impreciso in zona gol accorcia le distanze in 10' con Danny Monteleone e Davide Monteleone. Se il Pozzo ha portato a casa questa vittoria deve ringraziare però il suo numero 1, Alessio Contorno, che all'ultimo secondo ipnotizza Monteleone dal dischetto mettendo le mani sulla vittoria grigiorossoblù. 

Supremazia Pozzomaina. La squadra di Mammola non ha niente da perdere, la differenza sulla carta è enorme, ma parte comunque col piede piantato sull'acceleratore rimanendo allo stesso tempo molto compatto e organizzato dietro con un 4-3-1-2: Pavia e Castrignano che non danno punti di riferimento agendo davanti al trequartista Robucci, al rientro, e proprio dai suoi piedi nasce la prima azione pericolosa dei grigiorossoblù: Robucci trova spazio fra le linee e serve la ripartenza di Castrignano alla sua sinistra che sfrutta la mancanza di Fasano, l'attaccante arriva indisturbato dentro l'area e batte col sinistro sul primo palo ma Franceschi è attento e devia in angolo. Gli uomini di Mammola premono, questa volta sulla catena di destra con Pavia e Sanna, sovrapposizione del capitano che scambia con Pavia, servizio a rimorchio che arriva sui piedi di Robucci ma la sua conclusione a botta sicura viene murata da Fasano. Pozzomaina nettamente superiore nel primo quarto d'ora e al 16' passa: Mantovani e Mafodda recuperano palla nei pressi dell'area e ripartono velocemente con Robucci che da sinistra apre a memoria per Pavia che punta Bruno centralmente lasciando spazio a Sanna, sovrapposizione puntuale del terzino destro e traversone perfetto per Covello che, dimenticato dai difensori nel cuore dell'area, si inserisce puntuale e incorna verso il secondo palo trovando un vantaggio meritato per quanto visto finora.
Ma chi si accontenta non gode, così i padroni di casa continuano ad offendere di rimessa, respingendo senza affanno ogni avanzata degli avversari, dopo appena 2' infatti, i padroni di casa colgono impreparata la difesa di Bosticco, salita in attacco sugli sviluppi di calcio d'angolo, ripartendo velocemente con 3 passaggi verticali che portano al gol di Pavia: Mantovani si impossessa del pallone e verticalizza per Castrignano che a sua volta verticalizza per Pavia che taglia alle spalle di Fasano rimasto ultimo uomo, lo semina in velocità involandosi verso Franceschi, il classe '03 prova a saltare Franceschi che lo rallenta, ma non evita la rete di Pavia, perché è bravissimo quest'ultimo a chiudere sul primo palo con un tocco preciso che taglia fuori Franceschi e Fasano, ritornato a copertura della porta.
E' un Pozzo in giornata di grazia, che continua a pressare e a pungere dalle parti dell'estremo difensore avversario: al 21' i ragazzi di Mammola ha una tripla occasione fra i piedi per trovare il gol del 3-0, prima con Castrignano, ma Macrì salva sulla linea la conclusione dell'attaccante da dentro l'area piccola, prova a liberare l'area la Pro, ma la sfera arriva sui piedi di Panetta che dal limite spara una botta che sbatte sull'incrocio interno alla sinistra di Franceschi e sulla respinta è ancora Franceschi a chiudere la saracinesca in faccia a Covello.
La Pro Villafranca prova ad alzare il baricentro con Bosticco che scuote i suoi dalla panchina, ma gli ospiti tentano insistentemente di sfondare centralmente, ma trova sulla sua strada un Pozzomaina compatto e organizzato nel mezzo, mentre concede qualcosa sulle fasce, in particolare quella mancina con Bruno e Bosco, con quest'ultimo che impegna per la prima volta Contorno al 27' con una conclusione da fuori debole e centrale. La squadra di Mammola rimane però velenosissima in ripartenza e al 35' Franceschi salva ancora i suoi su Pavia lanciato da Robucci, ma l'attaccante grigiorossoblù si defila troppo e il tiro viene respinto alla Garella dal numero 1. La Villafranca prova ad offendere cercando il gol che dimezzerebbe lo svantaggio prima dell'intervallo, andandoci vicinissimo con capitan Bosco al 44': forcing finale dei Villan's che accerchiano il Pozzomaina nella sua trequarti, Bruno dalla sinistra crossa al centro, la palla arriva sul secondo palo e viene raccolta sulla linea di fondo da Venturello, controcross dell'esterno destro sui piedi di Bosco, completamente libero, ma il piattone di Bosticco finisce ampiamente sopra la traversa. Uno spavento che poteva costare caro alla squadra di Mammola che va comunque meritatamente negli spogliatoi in vantaggio.

Monteleone Croce e Delizia. Bosticco prova a dare una scossa ai suoi mischiando le carte in tavola e inserisce Pasciuti, Idahosa e Neri al posto degli spenti Reka, per giunta ammonito, Fasano e Mingozzi. La mossa dell'esperto tecnico sembra fruttare: cambio di sistema in un 3-4-2-1 che porta molti più uomini in zona offensiva con Pasciuti e Venturello che macinano la corsia di destra e Gennari, in mezzo al campo, che si prende in mano la squadra. I Villan's cambiano marcia e iniziano con convinzione ad affacciarsi dalle parti di Contorno mettendo in apprensione la difesa di Mammola che, con esperienza, tiene alto il muro, nonostante le proteste degli ospiti per 2 possibili rigori, uno nel primo tempo su Venturello e uno a inizio ripresa su Gennari. 
Al 10', azione insistita della Pro Villafranca sulla sinistra con Gennari che tenta 2 volte un traversone tagliato verso il cuore dell'area, ma se la prima viene respinta, la seconda trova Turano che approfitta dell'intervento sporco di Opsi per presentarsi a tu per tu con Contorno, tuttavia il centravanti di Bosticco non inquadra lo specchio calciando in modo sbilenco alle stelle.
La Pro insiste sulle fasce accerchiando nella sua trequarti il Pozzomaina e al quarto d'ora va vicinissimo al gol: Neri nei pressi della bandierina disegna un traversone che arriva a Pasciuti sul secondo palo, ma il fantasista sbaglia da due passi col piede debole calciando sulla rete. 
La squadra di Mammola però rimane molto organizzata e ben compatta alzando un muro contro il forcing degli uomini in maglia oro, e alla mezz'ora colpiscono di rimessa: Covello spizza il rinvio di Contorno dal fondo, la sfera arriva dalle parti di Macrì, ma il capitano tentenna con Pavia che ne approfitta lanciandosi in velocità verso Franceschi che prova a chiudere lo specchio uscendo ma è ancora una volta bravo Pavia a toccare quel tanto che basta per superare il portiere e gonfiare la rete. 3-0 dunque firmato da un'imprendibile Pavia, incubo delle difese avversarie.
Il Pozzo abbassa pericolosamente il baricentro lasciando praterie sulle fasce macinate da Pasciti sulla destra e Bruno sulla sinistra col neo entrato Monteleone al centro a fare a sportellate con i centrali nemici. Ennesimo corner dalla destra calciato da Pasciuti col sinistro tagliato che trova Bosco sul primo palo ma la spizzata del numero 11 scheggia la parte alta della traversa facendo passare un brivido sulla schiena di Contorno&co. E' solo il preludio del gol di Monteleone, arrivato dopo 5': il bomber ex La Pianese incorna il corner di Pasciuti e con una torsione fredda Contorno da pochi passi. 3-1 dei Villan's e Pozzo che trema. Nel forcing finale gli ospiti accerchiano i padroni di casa nella loro area di rigore, circumnavigando la trequarti in cerca della palla giusta per offendere, dalla sinistra con Pasciuti e dalla sinistra con Bruno ma Opsi e Mafodda giganteggiano in area, ma dormono, come tutta la retroguardia grigiorossoblù, al 47' quando Idahosa mette al centro un lob lento che viene incornato da Macaione che anticipa il marcatore e accorcia ancora il risultato. 
Il Pozzo si abbassa ancora e la Pro Villafranca, dal canto suo, si sbilancia in attacco anche con i difensori, come Idahosa, che nell'ultimo di recupero, controlla al centro dell'area, ma spalle alla porta cerca una rovesciata sbagliando il tempo traendo in inganno il direttore Bevere, che fischia e indica il discetto. Fallo inesistente che scatena le proteste dei giocatori grigiorossoblù, ma l'arbitro è inamovibile e dopo 2' si può riprendere con Monteleone che si incarica del rigore. Danny apre il piatto, ma Contorno intuisce ipnotizzando il navigato attaccante dei Villan's. E' l'ultima azione di gioco che scatena l'esultanza sfrenata dei ragazzi in campo e dei sostenitori grigiorossoblù.

Vittoria pesantissima del Pozzomaina che apre al meglio un novembre che significa e deve significare ripartenza, come aveva predetto lo stesso tecnico Mammola nel pre partita:«Nel primo tempo sembravamo noi la squadra avanti in classifica, abbiamo giocato molto bene per 80', consapevoli di dover soffrire nel finale contro una squadra forte come la Pro Villafranca. Inserendo il quinto difensore ci siamo abbassati troppo, ma loro hanno trovato il gol solamente di testa dagli sviluppi di calcio piazzato. Abbiamo recuperato dei giocatori importanti come Robucci, Pavia e Castrignano nel parco offensivo e con questo nuovo modulo possiamo essere più pericolosi senza dare punti di riferimento agli avversari. Sono fiero di questi ragazzi per la prestazione ma dobbiamo essere bravi a restare in partita per tutti e 90 i minuti, perché oggi abbiamo rischiato di buttare via una prestazione coi fiocchi».
Brutto stop per la Pro Villafranca, impantanato in zona PlayOff -6 dalla Luese capolista, con Bosticco che fa i complimenti agli avversari e ammonisce i suoi:«Noi troppo superficiali all'inizio, grossi errori che hanno rovinato la prestazione. Prestazione d'orgoglio nella ripresa, peccato per il rigore sbagliato a tempo scaduto, ma è più merito del portiere che errore di Danny, che da quando è entrato ha riaperto la partita. Continuiamo a perdere punti in partite che sembra più facili sulla carta, questo vuol dire che non siamo concentrati a dovere». 

IL TABELLINO

POZZOMAINA-PRO VILLAFRANCA 3-2
RETI (3-0, 3-2): 16' Covello (Po), 18' Pavia (Po), 28' st Pavia (Po), 38' st Monteleone (Pr), 47' st Macaione D. (Pr).
POZZOMAINA (4-3-1-2): Contorno 8, Sanna 6.5, Mantovani 6.5 (25' st Cazzuola An. 6.5), Fricano 6 (6' st Prenga 6), Opsi 6, Mafodda 6.5, Pavia 8 (37' st Cavalieri sv), Covello 7, Panetta M. 7 (33' st Renacco sv), Robucci 7, Castrignano 6.5 (17' st Tulifero 6). A disp. Ballatore, Cazzuola Al., Novara, Procopio. All. Mammola 7.
PRO VILLAFRANCA (4-2-3-1): Franceschi 6, Fasano 5.5 (1' st Idahosa 6), Bruno 6, Reka 6 (1' st Neri 5.5), Mariani 5.5 (24' st Monteleone 6.5), Macri Giuseppe 5, Venturello 5.5, Gennari 6.5, Turano 5 (28' st Macaione D. 6.5), Mingozzi 5 (1' st Pasciuti 6), Bosco 5.5. A disp. Baldi, Manzoni, Lombardi, Falcone. All. Bosticco 5.5.
ARBITRO: Bevere di Chivasso 5.
COLLABORATORI: Nespolo e Sciuto.
AMMONITI: 37' Reka (Pr), 8' st Pasciuti (Pr), 22' st Mantovani (Po), 36' st Sanna (Po).

LE PAGELLE

POZZOMAINA 
Contorno 8
 Miracoloso! Mette le mani sulla seconda vittoria del Pozzomaina disinnescando il penalty di Monteleone a tempo scaduto. Sempre attento quando viene chiamato in causa e incolpevole in occasione dei gol della Pro Villafranca
Sanna 6.5
 Riesce a prendere le misure a Bosco nel primo tempo riuscendo a sganciarsi in sovrapposizione come in occasione dell'assist servito a Covello. Nel secondo tempo rimane più bloccato in difesa assorbendo come può gli attacchi di Bruno&co.
Mantovani 6.5
 Prestazione maiuscola del ragazzo cresciuto in maglia Pozzo: molto attento e impeccabile in fase difensiva riuscendo a mettere la museruola a Venturello.
(25' st Cazzuola An. 6.5
 Prende subito le misure a Pasciuti risultando molto attento nelle letture difensive).
Fricano 6
 Diga in mezzo al campo: riesce ad intercettare una miriade di palloni sulla sua trequarti e facendo legna quando serve, assente in fase di costruzione.
(6' st Prenga 6
 Ingresso in partita a scoppio ritardato: primi minuti di partita in grande difficoltà faticando a trovare la giusta posizione davanti alla difesa, ma si riscatta giocando il resto di partita con ordine).
Opsi 6
 Riesce con la solita grande esperienza ad arginare Turano e a respingere i traversoni che arrivano dalle fasce riuscendo a leggere le traiettorie. Rischia di combinare la frittata bucando l'intervento in anticipo sullo stesso Turano. 
Mafodda 6.5
 Giganteggia al centro dell'area di rigore nella seconda frazione di gioco respingendo diversi traversoni senza perdere alcun duello aereo.
Pavia 8
 MVP: è la vera stella del Pozzomaina, se gira lui gira tutta la squadra. Nonostante la differenza di esperienza con i centrali avversari riesce sempre a trovare la giocata giusta e a saltare l'uomo come un birillo. (37' st Cavalieri sv)
Covello 7
 Solita prestazione di costanza e corsa al centro del campo: intelligenza tattica superiore alla media dei pari età (2003). Puntuale e preciso in fase offensiva: il gol è una perla.
Panetta M. 7
 Dopo una prima fase di adeguamento, sta proseguendo nel suo percorso di crescita dimostrando ancora una volta le sua grandissime qualità: duttile, rognoso in fase di interdizione e pericoloso in fase offensiva, va vicinissimo all'eurogol rischiando di togliere le ragnatele dall'incrocio dei pali, solo legni per lui. (33' st Renacco sv)
Robucci 7
 Prestazione di assoluta grandezza sulla trequarti avversaria inventando palloni illuminanti per i compagni e nascondendo la sfera ai mediani avversari.
Castrignano 6.5
 Fa il lavoro sporco: bella prestazione al servizio della squadra senza dare punti di riferimento ai centrali avversari, ma Mammola ora vuole i suoi gol.
(17' st Tulifero 6
 Solito pericolo per le difese avversarie con la sua velocità impressionante, ma quelle poche volte che arriva dalle parti di Franceschi non riesce a pungere).

PRO VILLAFRANCA 
Franceschi 6
 Evita una passivo può alto, ma poteva fare sicuramente meglio nei due gol di Pavia, soprattutto il secondo. Dirige col solito carisma e personalità la squadra.
Fasano 5.5
 Nella prima frazione fatica a prendere le misure a Castrignano e Panetta, facendosi bruciare da Pavia in occasione del secondo gol. Propositivo in fase offensiva e di costruzione del gioco. Esce per il tutto per tutto del secondo tempo.
(1' st Idahosa 6
 Mezzi tecnici e fisici superiori alla media per un difensore della sua età: un po' irruente negli interventi, riesce però ad alzare il muro contro gli avversari che passano dalle sue parti. E' suo l'assist per il con di Macaione).
Bruno 6
 Primi minuti di affanno e difficoltà, beccato dagli attacchi di Pavia, ma si rifà in zona offensiva con personalità e qualità.
Reka 6
 Metronomo e cervello della squadra: nella prima frazione mette ordine e costruisce la manovra dei Villan's, ma non riesce a contenere sulla trequarti Robucci e le sue invenzioni.
(1' st Neri 5.5
 Fatica ad entrare in partita anche se gioca molti palloni a centrocampo al fianco di Gennari. Sulla sinistra prova con Bruno ad impensierire Sanna ma Covello lo contiene molto bene).
Mariani 5.5
 Prova da dimenticare per il veterano della formazione di Bosticco: non riesce a prendere le misure all'esplosività di Pavia.
(24' st Monteleone 6.5
 Protagonista assoluto del finale di match: oltre al gol e al rigore si fa vedere dalle parti di Contorno un altro paio di volte, impensierendo molto di più la difesa con la sua qualità ed esperienza. Nel rigore sbagliato è più merito del portiere che demerito suo).
Macri Giuseppe 5
 Un errore che pesa quello commesso sulla lettura della seconda palla prima del gol del momentaneo 3-0 di Pavia, ma nel complesso non riesce a leggere i movimenti degli attaccanti del Pozzo lasciando ampi spazi agli attacchi avversari.
Venturello 5.5
 Prima frazione di gioco da dimenticare: completamente annullato da Mantovani, non riesce, se non con l'assist per Bosco, dalle parti di Contorno. Cresce nella ripresa in combinazione con Pasciuti.
Gennari 6.5
 Prova a tenere in piedi la baracca con la solita prestazione di cuore, qualità e corsa al centro del campo. Si prende in mano la squadra nel secondo tempo: ogni pallone passa prima dai suoi piedi. Non riesce tuttavia a legare i reparti.
Turano 5 Fantasma: non trova spazio fra le linee grazie al lavoro del centrocampo grigiorossoblù, nonostante i grandi mezzi tecnici e fisici. 
(28' st Macaione D. 6.5
 Da un pizzico di brio in più nella trequarti offensiva oltre fisicità e stazza da buttare in area nelle palle inattive. Stazza e tempismo che sfrutta al massimo in occasione del gol del 3-2).
Mingozzi 5
 Assente ingiustificato dell'attacco astigiano. Arginato completamente dai centrali avversari, paga il dovere sorreggere il peso dell'attacco in assenza di un'istituzione come Monteleone
(1' st Pasciuti 6
 Non si presenta bene in campo prendendosi un giallo evitabile e mangiandosi un gol da sotto porta, ma cresce col passare dei minuti disegnando palloni insidiosissimi col suo mancino educato). 
Bosco 5.5
 Bosco che succede? Inizio di stagione appannato per l'attaccante esperto di Bosticco che anche quest'oggi non trova la via del gol nonostante fosse il più attivo dei suoi nel primo tempo: la rete mangiata nel primo tempo pesa eccome.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400