Cerca

Under 19

Montanaro-Agliè Valle Sacra: prodezza del solito Tiziano, i padroni di casa, con fatica, conquistano i tre punti

Ospiti mai domi in virtù di un calcio generoso e moderno, alla fine anche la rosa corta fa la differenza

Montanaro-Agliè Valle Sacra: prodezza del solito Tiziano, i padroni di casa, con fatica, conquistano i tre punti

Segna sempre lui, Luca Tiziano decide la gara con una giocata da campione

Una prodezza balistica del solito Luca Tiziano al 42' del secondo tempo e un rigore generoso, consegnano i tre punti, e virtualmente il titolo di campioni d'inverno, al Montanaro nella sfida con l'Agliè Valle Sacra. La squadra di Silvestri rende vita dura ai padroni di casa giocando una partita generosa e concreta, sfruttando la robustezza di Andrea Del Carretto e Mollo a centrocampo e le due punte, Rolando e Steffenino, capaci di tenere sempre in apprensione la difesa avversaria buttandosi su ogni pallone. Il Montanaro è squadra tecnica, ben impostata, con una buona organizzazione di gioco, ma troppo lenta in fase di impostazione. Zucco e Tiziano, che avrebbero il compito di interdire e ripartire, lo fanno poco e male, Deangeli, Coratella e Casella, a sostegno di Picone, non sembrano particolarmente ispirati. Ne esce una gara che tarda a decollare e quando lo fa è più per merito delle ripartenze ospiti.

Tiki taka improduttivo. Nel primo tempo pallone che resta prevalentemente tra i piedi del centrocampo di casa che però non crea nessuna azione da rete. Tiziano è impalpabile e sembra patire la pressione ospite, tocca a D'Angelo uscire spesso palla al piede, per una impostazione che però resta poco efficace. Gli ospiti coprono bene il campo, il fraseggio non è tra le loro prerogative, a farla da padrone è la verticalizzazione su Rolando e Steffenino a cui si aggiunge anche la fantasia di Papandrea. E proprio in uno di questi capovolgimenti di fronte, al 27' minuto del primo tempo, che l'Agliè passa in vantaggio. Steffenino cerca la profondità, Miele, sempre attento, mette in calcio d'angolo. Alla battuta ci va sempre Steffenino che mette a centro area un pallone che la difesa respinge corto e in malo modo. Si avventa Mollo che non fa sconti: palla nel sette della porta difesa da Ronco che francamente non può fare nulla.

Forcing Montanaro. Nella ripresa i padroni di casa ricordano a se stessi e al pubblico presente chi è la capolista. Il ritmo aumenta, l'Agliè perde quache metro ma fino al 10' minuto Perrone resta inoperoso. Poi la svolta della gara. Calcio d'angolo che arriva dalle parti di Cozio trattenuto da Defilippi. Sembra un contatto lieve, ma non è così per l'arbitro Cusanno della sezione di Chivasso che fischia un calcio di rigore apparso abbastanza generoso. Zucco non si fa intenerire e realizza il pari. Il Montanaro sembra scacciare i fantasmi, la palla corre più veloce, mentre l'Agliè accusa il colpo ma non cade. Il gioco resta per lo più sulla tre quarti ospite, ma non c'è da spellarsi le mani. Al 38' minuto Papandrea tenta il colpaccio sfruttando un contropiede ma Marascio non molla di un millimetro. Al 42' minuto il colpo del campione, quello che decide la sfida. Tiziano, fino a quel momento spettatore non pagante, riceve palla sui trenta metri, si gira e lascia partire un missile che si infila alle spalle di Perrone. Un colpo di rara bellezza, figlio di una qualità tecnica non comune, capace di far girare la partita a favore della capolista. Una botta che avrebbe messo in ginocchio chiunque ma non l'Agliè che al 48' minuto ha sulla testa di Bertolino la palla del pari. È a quel punto che Ronco sale in cattedra andando a togliere la palla dall'angolino. Finisce così, 2-1, con il Montanaro che festeggia per la vittoria e per lo scampato pericolo. Rosa troppo ristretta per l'Agliè che chiude con il secondo portiere, Tomasi, come giocatore di movimento in sostituzione di un esausto Papandrea.

Il dopo gara. Sensazioni e umori naturalmente opposti nel dopo partita, così il tecnico dell'Agliè Silvestri: «Mi mancavano dieci calciatori, malgrado questo abbiamo disputato una buona partita. Sconfitta immeritata, figlia di un rigore inesistente». Euforico, e non potrebbe essere altrimenti Cadeddu: «Abbiamo sofferto ma abbiamo meritato la vittoria, mi sono piaciuti i miei ragazzi che malgrado la difficoltà incontrata hanno saputo reagire».

MONTANARO-AGLIÈ VALLE SACRA 2-1

RETI (0-1, 2-1): 27' Mollo (A), 10' st rig. Zucco (M), 42' st Tiziano (M).

MONTANARO (4-2-3-1): Ronco 8, Cozio 7, Miele 6.5, Zucco 7 (26' st Valpreda 6), Marascio 6.5, D'Angelo 7, Casella 6 (27' st Centorrino 6), Deangeli 6 (36' st Mellace sv), Picone 6 (18' st Malvicini 6.5), Tiziano 7, Coratella 6 (1' st Gravina 6.5). A disp. Capozzucca, Soave, Longo. All. Cadeddu 7. Dir. Casella - Capozzucca.

AGLIÈ VALLE SACRA (4-4-2): Perrone 6.5, Defilippi 7, Testa 7, Del Carretto A. 7, Del Carretto P. 6.5, Vironda 6.5, Franciullo 6.5 (20' st Stella 6), Mollo 7, Rolando 7.5, Steffenino 7.5, Papandrea 7 (38' st Tomasi Cont 6.5). A disp. Bouhaddou, Bertolino. All. Silvestri 7. Dir. Vironda - Papandrea.

ARBITRO: Cusanno di Chivasso 7. Qualche dubbio sul rigore concesso al Montanaro, per il resto dirige in maniera praticamente perfetta. Sempre in ottima posizione, uso misurato dei cartellini, dialettica perfetta e risolutrice con le panchine

AMMONITI: 15' Zucco[03] (M), 10' st Testa (A), 16' st Steffenino (A), 33' st Del Carretto P. (A).

PAGELLE

MONTANARO

Ronco 8 Inoperoso praticamente per tutta la gara, giusto qualche uscita per anticipare gli attaccanti, ma si guadagna la pagnotta con un intervento strepitoso che salva il risultato al 48' minuto della ripresa.
Cozio 7 Difende, sale, si va a prendere il rigore, una spinta continua.
Miele 6.5 Non lo sorprendi mai, diligente in fase di copertura, costruisce con buona gamba.
Zucco 7 A centrocampo fa per due, non benissimo se deve impostare, ma la prestazione è ottima.
26' st Valpreda 6 Entra quando Zucco è sfinito, difficile fare meglio, ma conquista una sufficienza piena.
Marascio 6.5 Brutte gatte da pelare tra Steffenino, Rolando e Papandrea, ma la sua generosità e forza gli permettono di rimanere a galla.
D'Angelo 7 Difende, tiene in linea i difensori, imposta. Gara da protagonista.
Casella 6 Corsa, qualche bella palla, sempre nel vivo del gioco ma non incide.
27' st Centorrino 6 Entra deciso, non perde un pallone, si guadagna la sufficienza malgrado i pochi minuti a disposizione.
Deangeli 6 Cadeddu lo fa partire a sinistra, poi lo mette in mezzo a fare il trequartista, infine lo toglie. Sufficienza piena ma non lascia il segno. (36' st Mellace sv)
Picone 6 Gara generosa, combatte su ogni pallone esce sfinito, ma non ne tiene uno e la squadra fatica a salire. Per la verità anche poco supportato.
18' st Malvicini 6.5 Entrare e mettersi a disposizione della squadra con sacrificio e costanza.
Tiziano 7 Fino alla rete che vale i tre punti gioca una gara anonima, poi una sventola improvvisa, un colpo da campione. Ottavo centro stagionale per lui, si conferma capocannoniere del girone.
Coratella 6 Dovrebbe fare la differenza con quel piede e quella gamba, forse non è semplicemente la sua partita.
1' st Gravina 6.5 Si posiziona a sinistra nello scacchiere del Montanaro, buona corsa, non molla un pallone e si sacrifica.
All. Cadeddu 7 La sua squadra gioca bene, organizzata, sa costruire calcio. In questa partita però troppo lenta la manovra e se gli avversari sono organizzati sono dolori.

AGLIÈ VALLE SACRA

Perrone 6.5 Incolpevole sulle reti subite, guida la difesa
Defilippi 7
Nei contrasti è un pessimo elemento se te lo trovi contro
Testa 7
Gioca con autorità e piglio, gara sopra la media
Del Carretto A. 7
Il capitano non va troppo per il sottile, ma non spreca un pallone
Del Carretto P. 6.5
Puntuale nelle chiusure, mai in affanno
Vironda 6.5
Forma una coppia di difensori centrali di tutto rispetto per la categoria con Pietro del Carretto
Franciullo 6.5
Gambe e polmoni fino a che le forze lo sostengono, forse manca di un pizzico di precisione
20' st Stella 6
Un paio di interventi appena entrato poi si perde, 30' minuti si sacrificio
Mollo 7
Una rete d'autore, una prestazione di personalità e corsa
Rolando 7.5
Non c'è un pallone dove lui non si avventi con coraggio
Steffenino 7.5
Insegue gli avversari, si propone, se deve mettere il piede non si tira indietro
Papandrea 7
Sulla carta è il quarto a sinistra ma se deve buttarsi negli spazi non si fa pregare, gara generosa e di personalità fino a quando i crampi non prendono il sopravvento
38' st Tomasi Cont 6.5
Secondo portiere ma non si sofferma sui dettagli se deve entrare e fare il giocatore di movimento
All. Silvestri 7
Per la prestazione avrebbe meritato almeno un punto, ma il calcio non è una scienza esatta

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400