Cerca

Under 17 Femminile

Tandem Sardo-Corda, la Juve vola all'interregionale

Le bianconere battono il Genoa in scioltezza e passano il turno

Nicole Corda e Valentina Sardo

Tandem d'attacco in gol nel 2-0 al Genoa

2-0 Torino Sampdoria, 2-0 Juventus Genoa. Il doppio incrocio Torino-Genova vede la doppia vittoria delle squadre della Mole. Se il Torino chiama, la Juventus risponde con lo stesso punteggio, qualificandosi anche lei alle fasi finali dell'interregionale.

Il match, però, nonostante il risultato, si è rivelato molto più combattuto, dando luogo ad una partita intensa e con diversi spunti interessanti. Il primo tempo comincia con le due squadre che sentono la pressione del play off e tengono un ritmo basso per buona parte di gara. Il copione è il seguente: la Juve tiene il pallone, cercando di smuovere gli ospiti che fanno tanta densità in mezzo al campo, ma non riesce ad andare alla conclusione con frequenza, per via di qualche scelta sbagliata di troppo. Il Genoa invece è ben messo in campo, ordinato e attento a non concedere nulla, per poi sfruttare le occasioni in campo aperto, visto il baricentro molto alto della squadra bianconera. La prima occasione per la Juve arriva alla mezz'ora ed è clamorosa: Sardo viene lanciata in profondità, supera la marcatura, controlla il pallone e sola davanti a Barbara calcia a lato, mancando la rete del vantaggio. L'occasione però infonde coraggio tra i bianconeri, che aumentano la pressione e iniziano a trovare di più la conclusione. Serio con un gran lancio trova in profondità l'inserimento di Gallo, che manda alto di poco. Lo stesso esito ha la conclusione da fuori di Casella, sul cui tiro si chiude poi la prima frazione di gioco, controllata sì dalla Juve, ma senza aver trovato quel cambio di passo necessario a sbloccarla.

La ripresa comincia sulla stessa falsariga del primo tempo. È sempre Sardo la più pericolosa nelle file bianconere, la quale, dopo aver combinato nello stretto con la sua compagna di reparto Corda, si libera con un bel dribbling, ma anche questa volta è imprecisa al momento del tiro, sparando alto da ottima posizione. Scrofani prova una mossa per sparigliare le carte in tavola: rivoluziona il centrocampo togliendo Bellagente e Serio per Dogliani e Boveri. Quest'ultima tiene impegnata Barbara con alcuni bei tiri da fuori area. L'estremo difensore rossoblu al 29' del secondo tempo sfodera una parata di altissimo livello, respingendo a mano aperta il gran destro di un'altrettanto bravissima Corda, che sfiora il vantaggio con il tiro a giro. Nonostante l'occasione neutralizzata da Barbara, sul successivo calcio d'angolo si forma una mischia, dalla quale sbuca il pallone e la più lesta a ribadirlo in rete è Valentina Sardo, la quale si riscatta dagli errori precedenti e sblocca una gara che si stava facendo sempre più complicata con il passare dei minuti. Il gol subìto è una doccia fredda per il Genoa, che si disunisce dopo aver tenuto in piedi il fortino per ben 75 minuti. La Juve si libera del peso di dover segnare e gioca sulle ali dell'entusiasmo, trovando dopo pochi minuti la rete del 2-0 sempre su calcio d'angolo. Lo spiovente arriva pericoloso in area piccolo, dove Corda stacca e realizza di testa il raddoppio e realizzando la rete che avrebbe meritato già pochi minuti prima, ma che Barbara le aveva negato. Il finale è una pura formalità, con gli allenatori che concedono minuti a tutti e la Juve che controlla il match, vincendo per 2-0 e qualificandosi per la fase interregionale.

IL TABELLINO

JUVENTUS-GENOA 2-0

RETI: 29' st Sardo (J), 34' st Corda (J).

JUVENTUS (4-4-2): Verano 6, Cocino 6.5 (38' st Petroz sv), Davico 6, Casella 6, Gallo 6.5 (38' st Repetti sv), Servetto 6 (27' st Cugnod 6), Serio 6.5 (11' st Dogliani 6), Gallina 6.5, Bellagente 6 (11' st Boveri 6.5), Corda 7 (38' st Caruso sv), Sardo 7. A disp. Dogliani, Manzetti. All. Scrofani 7. 

GENOA (4-4-2): Barbara 7, Di Somma 6, Ligalupo 6, Fusari 6.5, Floris 6, Sarchielli 6 (38' st Odoni sv), Izzo 6, Aicardi 6, Tabone E. 6 (38' st Kivlonoks sv), Tabone L. 6, Borgetti 6 (31' Gandolfo 6). A disp. Parodi, Costa. All. De Guglielmi 6.

ARBITRO: Carlos Ivalde di Torino 7.

LE PAGELLE

JUVENTUS

Verano 6 Poco chiamata in causa dall'attacco rossoblù, blocca con sicurezza ogni pallone.

Cocino 6.5 Ottima tecnica palla al piede, si rende spesso pericolosa con le sue finte di corpo. 

Davico 6 Controlla senza affanno e partecipa alla costruzione del gioco della squadra.

Casella 6 Come per la sua compagna di reparto, anche lei controlla bene gli attacchi rossoblu.

Gallo 6.5 Ha ottimi tempi di inserimento senza palla e con le sue sgroppate in fascia arriva spesso in area a creare pericoli. 

Servetto 6 Si intende bene con Cocino dietro di lei, lasciandole lo spazio per avanzare e coprendole le spalle.

27' st Cugnod 6 Rileva una stanca Servetto per aiutare la squadra con la sua energia e la sua freschezza.

Serio 6.5 Si abbassa spesso tra i centrali per favorire la costruzione e dirige una regia pulita ed efficace.

11' st Dogliani 6 Recupera diversi palloni in mezzo al campo, aiutando la squadra nella riconquista immediata.

Gallina 6.5 Ha un mancino educato e preciso, mostra la sua ottima palla al piede e crea diversi pericoli, non riuscendo però a trovare la via della rete.

Bellagente 6 Anche lei dimostra di avere ottime doti tecniche, accentrandosi spesso per lasciare l'ampiezza a Gallo.

11' st Boveri 6.5 Subentra con il piede subito caldo. Va vicina al gol in due occasioni, con potenti conclusioni da fuori area.

Corda 7 Si muove molto e combina bene con Sardo. Va vicina al gol poco prima del vantaggio, ma una splendida parata di Barbara le nega la gioia. Il 2-0 però porta la sua firma, con uno stacco imperioso che non lascia scampo all'estremo difensore.

Sardo 7 Nel primo tempo sbaglia un gol relativamente facile per una con le sue qualità. Nella ripresa prima non inquadra la porta dopo essersi liberata alla grande, in seguito è la più lesta a convertire in rete la mischia su calcio d'angolo e a sbloccare la partita.

All. Scrofani 7 La sua Juve domina la partita ed il gioco, tenendo bene il pallone e cercando spesso scambi in velocità per aggirare un Genoa molto ordinato. Turno passato più che meritatamente.

GENOA

Barbara 7 La Juve tira tanto in porta, ma lei è bravissima a tenere in vita il Genoa più che può: al 29' sfodera una parata di altissimo livello sul destro di Corda.

Di Somma 6 Ha l'arduo compito di dover fronteggiare Bellagente e dover chiudere sulle sgroppate di Gallo.

Ligalupo 6 La Juve ha una fase offensiva atomica e lei limita per quel che può il duo d'attacco bianconero.

Fusari 6.5 Diverse chiusure fondamentali a sventare i pericoli e a tenere in piedi il fortino rossoblu fino al 30' del secondo tempo.

Floris 6  Terzino bloccato, tiene botta il più possibile contro l'assedio crescente bianconero.

Sarchielli 6 Si sacrifica tanto in fase di non possesso, provando poi a sganciarsi in avanti nelle ripartenze.

Izzo 6 Scherma il centrocampo bianconero e recupera palloni con interventi puliti.

Aicardi 6 Cerca di far rifiatare la squadra in fase di possesso, tenendo il pallone per uscire dal pressing.

Tabone E. 6 Gioca una partita preziosa in fase difensiva, aiutando Floris a contenere la fascia destra bianconera.

Tabone L. 6 Alcuni numeri in mezzo al campo per innescare pericolose ripartenze, è però troppo isolata dal resto della squadra, che tiene un baricentro basso.

Borgetti 6 Aiuta la squadra in pressione e gioca una gara di sacrificio. È costretta però a dare forfait dopo mezz'ora per infortunio.

31' Gandolfo 6 Il Genoa si schiaccia sempre di più dal suo ingresso e lei riceve pochi palloni giocabili per tentare di rendersi pericolosa.

All. De Guglielmi 6 Il gap tecnico si nota e la sua squadra fa quel che può per rimanere aggrappata al risultato, tenendo lo 0-0 per 75 minuti ed uscendo dal campo sconfitta, ma soddisfatta per una prestazione comunque gagliarda e combattiva.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400