Cerca

Under 16

Vinovo si tinge di giallorosso: Scienza illude, Mannini spegne la Juventus, Roma in finale

Come all'andata arriva un'altra vittoria: conquistato il pass per l'ultimo atto Tricolore

Biliboc, Juventus Under 16

Lorenzo Biliboc, vicino al gol più volte contro la Roma

La Roma di Gianluca Falsini si aggiudica anche il secondo round e batte esattamente come all'andata 2-1 la Juventus di Piero Panzanaro. Il gol di Scienza ad inizio partita sembrava mettere i bianconeri sui binari giusti, ma il pareggio di Feola e soprattutto il 2-1 targato Mannini su rigore ha sancito anticipatamente la parola fine sulla semifinale Scudetto. 

Subito Scienza, pari Feola La vittoria della Roma per 2-1 all'andata obbliga la Juventus a fare la partita se vuole approdare in finale e sin dai primi minuti la squadra di Panzanaro preme forte sull'acceleratore trovando il vantaggio al quarto minuto: Scienza incrocia in area sul palo più lontano beffando De Franceschi e pareggiando i conti in ottima risultato complessivo. I giallorossi però riescono subito a rispondere presente provandoci con Almaviva al 7', non trovando la via del gol complice la parata facile di Piras. Al 15' trema la porta bianconera, ma è proprio l'estremo difensore bianconero che con un volo plastico devia in angolo la conclusione potente e precisa da fuori area di Mannini, tra i più attivi dei suoi. Proprio dal corner nato dai piedi del numero nove, è la testa del numero cinque a bucare l'imbattibilità di Piras. Feola, lasciato troppo solo di staccare, impatta benissimo e riporta la gara in parità delegittimando ancora una volta il vantaggio dell'andata. Dopo poco più di un quarto d'ora, la partita è più infiammata che mai e al 27' Biliboc va vicino al colpo grosso con una conclusione simile a quella vincente di Scienza anche se a differenza dell'ex Inter, il giocatore proveniente dal Torino calcia largo di poco facendo la barba al palo. Rischiano grosso i bianconeri al 37' con Mannini che sfrutta una disattenzione della difesa juventina e calcia di prima col mancino, imprimendo tanta potenza ma poca precisione. Un brivido che chiude il primo tempo in sostanziale equilibrio, sia di risultato in campo sia di occasioni.

Mannini ammazza partita L'inizio del secondo tempo è una mazzata per i bianconeri: Almaviva viene steso in area, per l'arbitro Vailati di Crema è calcio di rigore e di fatto la Roma ha tra i piedi un quasi match point. Dal dischetto si presenta Mannini che spiazza Piras e replica il punteggio dell'andata con meno di quaranta minuti a disposizione. Il gol mette quasi in ginocchio la Juve che fa parecchia fatica sia in attacco a concludere sia in difesa a reggere i grandi spazi lasciati da una squadra ormai all'assalto. Al 10' episodio molto dubbio con Giorgi che mette giù Ventre, per l'arbitro non è rigore anche se rimangono i dubbi. La partita si scalda anche a livello di nervi con reazioni non esagerate ma che testimoniano quanto sia ormai difficile scalare una montagna come la Roma avanti 4-2. Al 22' gli ospiti hanno una doppia occasione pazzesca prima con Mannini, tiro parato da Piras, poi da Nardozi che calcia alto da posizione perfetta. Poco male per la Roma che ha come amico il cronometro che va avanti inesorabilmente agli occhi dei padroni di casa che nel primo minuto di recupero potrebbero anche riaprirla con Finocchiaro ma il numero 20 tira a lato mettendo definitivamente la parola fine alle speranze già tendenti allo zero per la sua squadra. Festa con fumogeni e cori per i giallorossi, delusione ma tanta dedizione per la Juventus che ci riproverà l'anno prossimo.

IL TABELLINO

JUVENTUS-ROMA 1-2
RETI (1-0, 1-2): 4' Scienza (J), 16' Feola (R), 4' st rig. Mannini (R).
JUVENTUS (4-3-3): Piras; Ventre (10' st Balzano), Nobile, Scarpetta, Pagnucco (1' st Giorgi); Ngana (10' st Finocchiaro), Boufandar, Crapisto; Scienza, Pugno (24' st Grosso), Biliboc. A disp. Menino, Merignolo, Nisci, De Salvo, Nuti. All. Panzanaro.
ROMA (3-5-2): De Franceschi; Plaia, Ragone, Feola; De Luca (16' st Della Rocca), Tumminelli, Nardozi, De Campos (35' st Ceccarelli), Litti; Mannini, Almaviva. A disp. Guerrieri, Carpineti, Cioffredi, Obelac,, Guglielmelli, Fravola, Papa. All. Falsini.
ARBITRO: Vailati di Crema 7.
ASSISTENTI: Mezzalira di Varese e Manzini di Voghera
AMMONITI: Litti (R), Giorgi (J), De Campos (R).

LE PAGELLE

JUVENTUS

Piras 7 Di più non può fare, varie parate importanti per tenere a galla i suoi sia nel primo che nel secondo tempo.
Ventre 7 Regge bene il confronto contro Litti, ci mette tanta velocità e fisicità per arginarlo e ci riesce abbastanza.
10' st Balzano 6.5 Prova ad aggiungere fisicità e tecnica nella ripresa.
Nobile 6.5 Più luci che ombre, sicuramente, comanda la difesa con grandi capacità e doti.
Scarpetta 6.5 Lotta come un leone, difende alto aggredendo i veloci e temibili attaccanti giallorossi.
Pagnucco 6.5 Qualche minuto di sofferenza c'è stato, d'altronde la Roma è tutto fuorché rinunciataria, ma senza mai affondare definitivamente. 
1' st Giorgi 6.5 Un po' più di spinta rispetto al compagno in pieno assalto.
Ngana 6 C'è sia fisicità che voglia di fare, ma manca la precisione. Troppi palloni persi e occasioni regalate agli altri.

10' st Finocchiaro 6.5 Molto propositivo, entra bene in campo, ha un paio di volte l'occasione di segnare ma un po' l'imprecisione un po' la sfortuna non riesce a riaprire la qualificazione.
Boufandar 7 Mette ordine e disciplina in mezzo al campo, tra i migliori in campo soprattutto nel primo tempo.
Crapisto 6.5 Qualità e quantità per supportare al meglio il reparto offensivo.
Scienza 7.5 Segna un gol di pregevole fattura che ha illuso tutta Vinovo, l'ultimo a mollare nonostante il risultato.
Pugno 6.5 Fa la lotta tra i difensori romanisti, compito arduo ma che qualcuno dovrà pur fare. Lui ci riesce anche discretamente bene.
Biliboc 6.5 Se fosse entrato quel tiro nel primo tempo forse staremmo parlando di un'altra gara. Tanta sfortuna per lui.
All. Panzanaro 7 I suoi ragazzi interpretano bene la gara inizialmente, senza quel rigore così presto nella ripresa si poteva davvero sognare in grande.

ROMA

De Franceschi 6.5 Incolpevole su Scienza, attento e concentrato per il resto della gara.
Plaia 7.5 Dominante nei duelli aerei, straripante negli anticipi, tanta aggressività che rende difficile superarlo.
Ragone 7 Sempre al posto giusto nel momento giusto, raramente lo si trova fuori posizione.
Feola 7.5 Trova un gol di un'importanza pazzesca, bravissimo ad impattare di testa e pareggiare momentaneamente i conti.
De Luca 7 Bravo a spingere sulla sua fascia di competenza con costanza prima della sostituzione causa infortunio.
16' st Della Rocca 6.5 Sostituisce bene il compagno nella parte finale.
Tumminelli 7 Qualitativo nelle giocate e sostanzioso negli interventi, si vede magari poco ma è fondamentale per il funzionamento della squadra.
Nardozi 7 Leggermente più avanzato dei compagni centrocampisti, offre buone idee al duo offensivo.
De Campos 7.5 Intraprendente nelle giocate oltre che tuttocampista, lo si trova ovunque in campo e sempre a fare la cosa giusta.Litti 7.5 Ara la fascia nonostante una buona difesa di Ventre, quando scatta è quasi infermabile.
Mannini 7.5 Segna il gol della qualificazione a livello mentale e non solo. Nonostante la nove sulla schiena, lo si può tranquillamente trovare nella propria area a recuperar palloni.
Almaviva 7.5 Aveva gli occhi di tutti addosso e non ha deluso, non trova il gol ma comunque una performance di assoluta qualità.
All. Falsini 7.5 Merita un grande applauso, la sua squadra è un gruppo di ragazzi formidabili e lo hanno dimostrato lungo questo percorso dove hanno fatto fuori le migliori della classe.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400