Cerca

Approfondimento

Chieri: Esordio dal 1' con assist per il 2004 Jacopo Mosole

Jacopo Mosole Chieri Serie D

Un debutto da predestinato. Alla prima da titolare tra i “grandi” con la maglia del Chieri (dopo una manciata di minuti contro la Sanremese), Jacopo Mosole ha subito messo in mostra tutte le sue qualità, non tradendo le aspettative della società e di Marco Didu. «Sono molto soddisfatto della partita di Jacopo - commenta Didu alla fine della gara con il PDHAE - Non è mai facile per ragazzo così giovane calarsi subito all’interno di questa categoria, ma lui ha risposto come ci aspettavamo». Un primo tempo sontuoso quello sfoderato da Mosole, che ha impreziosito la sua prestazione con un bell’assist per il vantaggio azzurro firmato Ravasi. Un esordio da sogno quindi, dove sono venute fuori le qualità che il ragazzo ha sempre dimostrato di avere fin dai tempi della Scuola Calcio in casa Juventus, dove Mosole era capitano e dove è rimasto fino al primo anno di Settore Giovanile. Nel 2018 si trasferisce a Chieri, ambientandosi subito nella nuova realtà e diventando una pedina importante nello scacchiere degli Under 15 di Enrico Migliore. Le ottime prestazioni messe in campo come esterno offensivo dal classe 2004 non passano inosservate, tanto che nella stagione successiva il tecnico degli Under 17 Cristian Viola decide di convocarlo spesso come sottoleva: con i 2003 Jacopo colleziona 11 presenze e 2 reti, mentre con i pari età dell’Under 16 gioca 13 partite e segna 6 gol prima dell’interruzione dei campionati. Un passato da ala che ora gli ha permesso di trasformarsi in una mezzala di qualità che, abbinata all’espolsività di Ferrandino e alla sostanza di Castelletto, potrà rivelarsi carta molto utile nella seconda metà di campionato per Didu e per tutto il Chieri.

Francesco Abbona e Edoardo Bar

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400