Cerca

NEWS

Fiano Plus, Valerio Miccoli è il nuovo direttore generale: «Una bella soddisfazione, punto al massimo per ripagare lo sforzo dei giocatori»

Il dirigente rossoblù ha avviato diverse trattative, in particolare tre, oltre a portare in Prima Squadra sei Juniores, per rinforzare la rosa di Bollone

Valerio Miccoli

Valerio Miccoli, nuovo direttore generale del Fiano Plus

Tempo di annunci nel Fiano Plus in vista della stagione 2021/2022. Valerio Miccoli è infatti il nuovo direttore generale rossoblù dopo diversi anni già trascorsi in società. Il dirigente spiega che «continuerò a fare ciò che ho sempre fatto finora. Per quanto riguarda la parte amministrativa, mi occuperò dell'organizzazione delle strutture societarie, della costruzione dei rapporti esterni al Fiano e di tutto ciò che concerne il planning dell'area sportiva. Mi dedicherò inoltre alla campagna acquisti in modo da soddisfare le richieste del nostro allenatore, il confermato Massimo Bollone, che mi indica i ruoli da rafforzare. Io posso così andare alla ricerca del profilo giusto. Mi occupo anche della gestione delle finanze. Ringrazio la società per avermi affidato questi incarichi: è una bella soddisfazione anche se, allo stesso tempo, possiedo molte più responsabilità e visibilità rispetto alla scorsa stagione»

Miccoli si è già mosso sul mercato e ha avviato diverse trattative per portare nuovi rinforzi nella rosa a disposizione di Massimo Bollone, in particolare tre. Saliranno poi in Prima Squadra ben sei ragazzi della Juniores dell'anno scorso: Alessio Castellino, Alberto Dimitri, Leonardo Ferroglia, Erjon Kastrati, Elton Murra e Pietro Tomasi

L'obiettivo del Fiano Plus per la prossima stagione sarà quello di vivere un campionato da protagonisti sia per quanto riguarda la Prima Squadra che per la Juniores. Miccoli punta infatti al massimo in quanto «ritengo che siamo estremamente competitivi con entrambe le squadre. La mia ambizione è di poter vincere i rispettivi campionati già nel 2021/2022. I giocatori se lo meriterebbero per gli enormi sacrifici fatti in questi anni: si sono sempre messi a disposizione della società, sono stati davvero bravi. Desidero vincere non per soddisfare la mia fama di successo ma proprio per ripagare i loro sforzi. Se loro si sentono ripagati, lo è pure la società». Il dirigente rossoblù parteciperà attivamente alla stagione della Prima Squadra in quanto continuerà a svolgere il ruolo di preparatore dei portieri perché «non sono ancora pronto per allontanarmi dal campo e stare solamente dietro ad una scrivania. Sono davvero molto affiatato con i miei calciatori».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400