Cerca

Presentazioni

Beiborg, il presidente Semperboni suona la carica nel giorno della presentazione: «Il nostro obiettivo è stravincere il campionato»

Dopo le parole di Fabrizio Spiteri e Luigi Cesano, nuovi tecnici della società, il massimo dirigente ha poi presentato i progetti legati ai giallobluverdi

Beiborg 2021/2022

Foto di gruppo per il Beiborg 21/22

Ambizione, determinazione e voglia di fare bene: questi sono i tre concetti principali attorno ai quali è avvenuta la presentazione del Beiborg in vista della stagione 2021/2022 al centro sportivo Totta di Borgaretto. Le novità principali della società giallobluverde riguardano le panchine della Prima Squadra e dell'Under 19 che sono state affidate rispettivamente a Fabrizio Spiteri e Luigi Cesano. Per quest'ultimo si tratta di un ritorno in quanto «Ero già stato qui durante la prima fusione del Beiborg di alcuni anni fa e, adesso, mi hanno richiamato per guidare la Juniores che diventerà molto probabilmente una squadra Under 19. Ritorno in questa categoria dopo diverso tempo perché, negli ultimi anni, ho allenato Allievi e Giovanissimi. Stiamo allestendo la rosa e siamo in contatto con molti ragazzi classe 2004: la squadra è ancora totalmente in costruzione e lo zoccolo duro sarà composto da quei non molti ragazzi rimasti dallo scorso anno. Più della metà sarà infatti nuovi. Il mio obiettivo è aiutare la Prima Squadra: cercherò infatti di preparare i miei giocatori affinché questi vengano inseriti nella rosa di Spiteri. Vorrei comunque che loro si divertano molto nel corso della stagione. Cercheremo inoltre di fare un buon campionato nonostante questo si possa considerare a tutti gli effetti un anno zero. Ho già svolto un mese di allenamento con la squadra in modo da gettare le basi per la prossima stagione: siamo in costruzione ma le basi ci sono e sono solide. Io sono contentissimo e non vedo l'ora di incominciare». Anche Spiteri, tecnico della Prima Squadra, è estremamente carico in quanto «Sono in una società in cui ho iniziato a lavorare già da qualche mese e ho a disposizione un gruppo importante. La dirigenza mi ha poi messo a disposizione strutture e spazi oltre che la possibilità di scelta dei giocatori. Farò in modo che l'ambiente sia carico. Voglio mantenere i piedi per terra e lavoreremo affinché possano arrivare risultati positivi nel corso del campionato. Tra maggio e giugno ho conosciuto i ragazzi: sono stati molto disponibili e hanno dimostrato di avere voglia di lavorare. L'impatto è stato quindi estremamente buono, al punto che mi sembra di conoscere la squadra già da una vita. Sono molto carico anche perché torno a guidare una prima squadra dopo diverse stagioni in cui ho allenato in varie Juniores».

Fabrizio Cisteri e Luigi Cesano

Il direttore sportivo del Beiborg, Luciano Boggian, è già ben attivo sul mercato in modo da rinforzare il più possibile il gruppo a disposizione di Fabrizio Spiteri. Il gruppo dello scorso campionato è stato in gran parte confermato e, in questa sessione di mercato, sono già arrivati ben tre acquisti: Luca Gardin, Giuseppe Mazzitelli e Uruseu. Il mercato giallobluverde non è però ancora finito in quanto, come afferma il dirigente, «Abbiamo ancora alcuni nomi da valutare in queste settimane».

Giuseppe Mazzitelli

L'intenzione della società guidata dal presidente Claudio Semperboni è quindi quella di allestire una rosa in modo tale che il Beiborg possa fare un campionato da protagonista assoluto. E' proprio il massimo dirigente giallobluverde a dettare l'obiettivo del prossimo campionato: «Proprio come nella scorsa stagione, noi vogliamo vincere. Però già a dicembre: la nostra volontà è infatti quella di stravincere il campionato di Seconda Categoria. Faremo inoltre la domanda di ripescaggio in Prima Categoria e, se questa dovesse andare a buon fine, l'obiettivo rimarrebbe sempre quello: stravincere per salire in Promozione». Semperboni punta inoltre molto sulla crescita del proprio settore giovanile in quanto «Mancano al nostro interno le categorie Regionali, motivo per cui noi stiamo facendo in modo di averle: questo diventa più facile se riusciamo a raggiungere un certo livello con la Prima Squadra». Boggian spiega invece che «un altro nostro obiettivo è quello di raddoppiare le squadre del nostro settore giovanile in modo da avere due gruppi di Esordienti, due di Allievi e così via. Abbiamo un potenziale incredibile e, rispetto alla scorsa stagione, sono pure aumentati i tesserati. Due ragazzi, classe 2004, sono stati addirittura loro ad interpellarci per venire a giocare da noi: questo è estremamente positivo perché significa che trasmettiamo fiducia all'esterno». Il Beiborg sta quindi crescendo sempre più e Semperboni ha come obiettivo quello di «Posizionarci come un punto di riferimento della zona ed essere all'altezza delle società geograficamente a noi vicine».

Il presidente giallobluverde punta inoltre molto sulla scuola di portieri «che diventerà importante anche grazie all'inserimento di attività inusuali ai classici allenamenti con un preparatore: ad esempio, ho contattato un istruttore di ginnastica acrobatica  che io svolgevo, una volta alla settimana, quando ero al Torino. Ho quindi inserito quest'attività, che io ho trovato molto utile, all'interno di questa scuola calcio che io seguo direttamente. Abbiamo poi tesserato Francesco Gallo, un direttore tecnico importante, che andrà a svolgere un lavoro importante sia a livello di tecnica individuale che di supporto agli allenatori. Questa scuola di portieri è volta a far crescere i portieri del Beiborg, i quali devono vederla come un'opportunità in più per migliorare tecnicamente». Semperboni è poi concentrato «sul progetto che coinvolge il Totta che vorremmo far diventare ancora più bello anche con l'inserimento di campi sintetici a 11. Vorrei che questo diventasse l'impianto sportivo più prestigioso di Torino Sud». L'ambizione del massimo dirigente con il suo Beiborg è talmente elevata al punto che «non sono interessato ad avere dei rapporti con la Juventus e il Torino, o qualsiasi altra squadra piemontese come l'Alessandria e il Novara, perché io preferisco che mi vengano a cercare loro un giorno. In quel caso vorrebbe dire che abbiamo svolto un bel lavoro in questi anni».

Nella serata di presentazione della nuova stagione sportiva non mancano poi i ringraziamenti da parte di Semperboni per Gabriele Amore, ex tecnico della Prima Squadra sostituito da Fabrizio Spiteri, e Vittorio Ronco, ex presidente giallobluverde («ma che fa ancora parte della dirigenza dando un supporto molto importante per tutti noi»), per il lavoro svolto durante le loro esperienze nel Beiborg. Queste sono due figure a cui l'attuale massimo dirigente è estremamente legato per la professionalità e le qualità umane dimostrate.

Luciano Boggian e Claudio Semperboni

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400