Cerca

Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale

Due giornate all'insegna del calcio per tutti: il 18 giugno le prime finali

La DCPS conclude la stagione con due giornate di festa e premiazioni, con gli occhi rivolti al 2022/2023

Due giornate all'insegna del calcio per tutti: il 18 giugno le prime finali

Sarà il 18 giugno la data scelta per la prima giornata di finali della DCPS, la Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale dedicata agli atleti con disabilità mentali e cognitive. Dopo i due anni caratterizzati da continui stop dovuti all'emergenza sanitaria legata al COVID-19, la FIGC ha organizzato due giornate dedicate alle finali per le competizioni di 1°, 2° e 3° livello: la prima sarà, appunto, il 18 giugno per l'area Centro-Nord, mentre la seconda si svolgerà il 25 giugno per il Centro-Sud. Il primo evento sarà nella cornice del centro sportivo Novarello Villaggio Azzurro.

Il Sassuolo sarà una delle squadre che scenderà in campo per vincere il titolo di campioni del Centro-Nord

I due appuntamenti serviranno a concludere nel migliore dei modi l'attuale stagione, partita a marzo, e per preparare già l'ambiente a quella che sarà l'annata 2022/2023, nella speranza che si possano vivere i campi per tutta la durata della stagione.

Di seguito, il comunicato stampa rilasciato dalla DCPS con tutte le informazioni del caso:


L’appuntamento è per sabato 18 giugno e per sabato 25 giugno 2022 con le Fasi Finali Nazionali della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della FIGC, primo evento a carattere nazionale in presenza dopo due lunghi anni di assenza e lo stop forzato delle attività calcistiche dovuto alla pandemia da Covid-19. Saranno le città di Novara e Roma a fare da cornice all’ultimo avvincente atto della stagione 2021/22 della DCPS. Un momento di festa e condivisione per tutto il movimento, con la finalità di tornare a vivere insieme le emozioni del calcio giocato in attesa di proiettarsi con entusiasmo alla prossima stagione.

“Queste finali rappresentano un nuovo inizio − afferma il Presidente della FIGC Gabriele Gravina − e saranno una vera e propria festa dello sport. Dopo due anni in cui la pandemia ha inevitabilmente rallentato lo sviluppo dell’attività paralimpica e sperimentale della Federazione, la gioia dei nostri tesserati è tornata a contaminare campi e strutture sportive di mezza Italia. È tempo allora di recuperare il vero senso del gioco del calcio, quello praticato con passione anche grazie a momenti di grande condivisione per gli atleti e le loro famiglie”.

“Questo evento − sottolinea il Presidente DCPS Franco Carraro− acquisisce un’importanza fondamentale perché sarà un momento di reale esaltazione dei valori e dei sentimenti. Ci si ritroverà sul campo in presenza dopo due lunghi anni di pandemia e sarà il suggello della nostra ripartenza per guardare con entusiasmo alla prossima stagione”.   

La formula della kermesse sportiva – che vedrà la partecipazione attiva delle principali componenti del calcio italiano e del mondo istituzionale - si articolerà in due fasi.

Il primo atto ufficiale, la “Finale DCPS Centro-Nord”, si svolgerà sabato 18 giugno a Novara presso il Centro Sportivo “Novarello Villaggio Azzurro”. L’evento sarà presentato da Claudio Arrigoni, giornalista del Corriere della Sera e della Gazzetta dello Sport e vedrà protagoniste le undici squadre vincitrici coinvolte su tre livelli (1°, 2° e 3°) delle Regioni Veneto, Piemonte-Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna e Sardegna che si affronteranno per contendersi il titolo. Il fischio d’inizio è in programma alle ore 11, con la direzione delle gare affidata ad arbitri CAN messi a disposizione dall’AIA, l’Associazione Italiana Arbitri, componente da sempre vicina al progetto. A Novara ci sarà Gianluca Manganiello, arbitro CAN dal 2017, 75 gare dirette in Serie A, mentre a Roma fischierà Fabio Maresca, arbitro CAN dal 2013 e Internazionale FIFA dal 2020, 101 gare dirette in serie A.

Sabato 25 giugno si bisserà a Roma con la “Finale DCPS Centro-Sud” al Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” e che vedrà partecipare le dieci vincitrici di Lazio, Abruzzo, Marche, Puglia e Toscana. Al fianco della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale scenderà in campo per la prima volta Radio Italia, l’emittente radiofonica nazionale di sola musica italiana media partner ufficiale della FIGC e delle Nazionali, che farà da colonna sonora all’evento presentato da Sergio Labruna, voce ufficiale della Nazionale. Un binomio, quello tra musica e sport, con una forte comunanza di valori positivi e aggreganti con il potere unico di emozionare e di unire.

In occasione delle Finali Nazionali, la Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale supporterà la campagna antidiscriminazione #UNITIDAGLISTESSICOLORI promossa da tutte le componenti federali e che ha visto la DCPS rappresentata dall’atleta Monica Tatiana Pinilla Martinez (SSD Minerva per Tukiki) in qualità di testimonial. Sui campi di Novara e di Roma farà il suo ingresso lo striscione “Uniti dagli stessi colori” e le squadre indosseranno la t-shirt della campagna al fine di sottolineare come tutto il calcio paralimpico e sperimentale sia contro ogni forma di discriminazione e sia grato a chi promuove la comprensione e la tolleranza.

L’attività 2022
Dalla ripartenza graduale e progressiva dell'attività calcistica della DCPS che si è svolta dal 19 marzo fino al 12 giugno 2022 (Finali Regionali), sono scese in campo 109 squadre inserite in tre livelli di gioco differenti per capacità calcistiche, per un totale di 89 Società coinvolte e circa 2.000 atleti che hanno disputato ad oggi 300 partite. I Tornei della DCPS sono articolati a livello regionale con il supporto dei Comitati Regionali LND e sono 10 le sedi di gare: Lombardia, Veneto, Piemonte (che coinvolge anche le società della Liguria), Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Marche, Puglia e Sardegna.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400