Cerca

Presentazioni

Sesto 2012, il tecnico Oscar Furgeri al centro del rinnovato progetto. Povia: «Una squadra a trazione anteriore, staff e strutture di primo livello»

Rivelata lunedì al centro sportivo "Boccaccio" la rosa che prenderà parte al prossimo campionato di Prima Categoria

Sesto 2012 presentazione prima squadra

Posa di gruppo della rosa con le nuove maglie

Al centro sportivo Boccaccio di Sesto San Giovanni si è svolta lunedì 12 luglio la presentazione della prima squadra del Sesto 2012, in vista della stagione sportiva 2021/2022. Ad aprire le dichiarazioni della serata è stato il direttore sportivo, Giulio Povia: «Ci tengo a ringraziare la società; il lavoro svolto dai nostri collaboratori sul campo è fondamentale per il Sesto 2012, abbiamo uno staff tecnico di assoluto spessore capitanato dal nostro allenatore Oscar Furgeri, al suo fianco un suo fidato collaboratore Giovanni Cupelli, inoltre siamo anche contenti di annunciare il gradito ritorno di Tedesco, la conferma di Cuomo e Rovati come  team manager, e di Naviglio come dirigente, la nostra è una squadra a trazione anteriore, abbiamo una rosa competitiva, completa, con il peso necessario, per fare qualcosa di importante».

Il nuovo arrivato Amato

La parola è passata successivamente al presidente Alessandro Bertinazzi, che ha anch’esso rimarcato l’importanza dello staff a disposizione: «Siamo riusciti a collocare pedine importanti nei ruoli che ci mancavano, sono contento di avere ancora al mio fianco il mio socio Raffaele Fabbrizio. Quest’anno il Sesto 2012 compie dieci anni, l’obiettivo rimane quello di migliorarci ma visto l’anniversario della società, ci terremmo particolarmente a far bene. Siamo consapevoli di avere a disposizione uno staff di primo ordine sempre presente ad ogni seduta di allenamento, per noi è un orgoglio, pochissime società possono vantare uno staff così, ringraziamo inoltre i nostri sponsor, sarà un annata importante in cui puntiamo a fare bene, abbiamo voglia di far calcio, vedere una partita della prima squadra per me rimane sempre qualcosa di affascinante ed entusiasmante».

Il microfono è poi passato alla persona più attesa per la stagione 2021/2022, il cuore del progetto tecnico della prima squadra del Sesto 2012, Oscar Furgeri: «Il primo obiettivo a Sesto lo abbiamo già raggiunto, facendo appassionare la società, alla prima squadra. Per me sentire intorno alla squadra, entusiasmo e voglia di far bene, è fondamentale. Ho intorno a me, persone competenti, con cui si può parlare di calcio, seguono tutti il progetto tecnico con grande entusiasmo, e la struttura a nostra disposizione è un valore aggiunto che poche società dilettantistiche possono permettersi. Ho a disposizione un gruppo importante che ad ogni seduta di allenamento mette voglia e applicazione, cerca sempre di migliorarsi, in questo modo anche la forza economica diventa secondaria, molto giocatori decidono di restare con noi per motivi che vanno al di là dell’ingaggio. In futuro il campo parlerà e dirà se siamo stati più o meno bravi degli altri ma ci sono già valori aggiunti per me. I risultati sono fondamentali ma credo si debbano considerare anche altri valori per la futura stagione; ho avuto la possibilità di vedere nei vari anni da allenatore tante situazioni, queste sono per me e per noi fondamentali per migliorare durante l’anno. La positività dell’interruzione è stata la possibilità di conoscere meglio il gruppo squadra, sono tutti ragazzi importanti in cui credo molto».

Oscar Furgeri, tecnico

Si è espresso successivamente il direttore Dario Cuomo: «Ringrazio tutti i presenti, devo dire che mi fa molto piacere vedere giovani cresciuti nel Sesto 2012 a disposizione della prima squadra, vuol dire che la società sta facendo un lavoro molto importante. Ciò ci riempie di orgoglio, sono molto contento di vedere Viscardi figura storica ancora presente nel gruppo squadra, e vedere intorno a lui i nostri giovani ragazzi, linfa vitale per le società dilettantistiche».
Dirigenza che poi sottolinea, i risultati importanti del gruppo squadra nel socializzare al proprio interno, questa è la strada giusta per ottenere risultati importanti.
Furgeri riprende parola sottolinenando l’importanza della preparazione, e l’inserimento della figura del preparatore atletico: «Per avere più competenze, all’interno dello staff abbiamo voluto inserire persone che sappiano cosa fare durante la preparazione; a differenza dei carichi importanti degli anni precedenti, quest’anno vorremmo invece avere dei carichi di lavoro progressivi, in modo di alleggerire il carico di lavoro dopo il lungo periodo di fermo. Per quanto riguarda la gestione del gruppo ho sempre cercato di avere una rosa particolarmente ampia, penso questa sia la strada per ottenere ottimi risultati. Starà ai ragazzi capire quando sarà il loro momento di spingere e farmi vedere che sono pronti a giocare e quando arriverà il momento di capire che in quel momento magari non stanno al massimo ed è giusto che giochi un loro compagno».

Due parole espresse anche da Sergio Valsecchi presidente dello sport della consulta comunale di Sesto San Giovanni: «Questa sera porto le voci del sindaco, è bello vedere una nuova squadra che riparte qui a Sesto. Purtroppo la pandemia ha interrotto l’attività sportiva, ma lo sport è salute, è beneficio e questo è ciò che è importante per la città. Inoltre è un orgoglio avere uno centro così importante a disposizione dei ragazzi».
Furgeri ha concluso facendo una considerazione sul modulo che adotterà la prossima stagione e sui giocatori a sua disposizione per la prossima stagione: «Nel mio inizio a Sesto siamo partiti con il 4-3-3, poi abbiamo cambiato il modulo anche in base alla rosa che avevo a disposizione. Vorrei sbilanciarmi un po’ dalla metà campo in su, questa squadra ha molta qualità offensiva e quindi c’è la volontà di sfruttarla».
Sono molto contento dei nuovi acquisti Altamura e Amato, oltre che del capitano e cuore difensivo di questa squadra Piola; un valore aggiunto per il nostro reparto offensivo sarà invece il mancino di Ciliberti.

Alessandro Bertinazzi

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400