Cerca

Mercato Prima Categoria

Ama Brenta, per il dopo Damnjanovic torna Davide Quaglia

Il pres Patetta e il ds Biestro affida la prima squadra all'ex San Michele Niella. In uscita Marko Damnjanovic, obiettivo salvezza

Ama Brenta, per il dopo Damnjanovic torna Davide Quaglia

Davide Quaglia e il DS Marco Biestro

Davide Quaglia sarà il nuovo allenatore della prima squadra dell'Ama Brenta Ceva. Dopo l'addio dell'ex tecnico Darko Damnjanovic, il presidente Patetta ha deciso di affidare la panchina a Quaglia l'anno scorso al San Michele Niella in Seconda Categoria. 

Il presidente spiega la scelta di puntare sul tecnico cevano: «Lui aveva piacere di allenare una squadra di grandi. Visto che l'annata precedente non l'abbiamo chiusa, volevamo dare continuità al lavoro di Damnjanovic. Lui abita a Ceva, è sempre stato qui, era naturale ripartire da Davide. In passato ha già guidato la nostra Under 19 e fatto bene, siamo sicuri che si confermerà».

Per il tecnico si tratta di un ritorno a casa, poiché ha già militato nel club, dapprima come allenatore in seconda nella prima squadra, poi guidando da primo violino la juniores due anni fa. Il coach cevano, dopo l'esperienza dell'anno scorso alla San Michele Niella in Seconda Categoria, ha scelto di tornare per svariate motivazioni: «Il ritorno a Ceva è dipeso da vari fattori -spiega Quaglia - tra cui vi sono la conoscenza dell'ambiente, l'avere a disposizione una squadra molto giovane composta in gran parte da giocatori del 2001 ed il fatto di puntare su talenti locali. Cominciamo a puntare alla salvezza, poi vedremo più avanti se potranno cambiare in meglio i nostro obiettivi».

Per quanto riguarda l'impianto di gioco, il tecnico sembra avere le idee chiare: «Di solito gioco con un 4-3-3, ma valuto sempre in base alla rosa a disposizione quale modulo sia più opportuno usare. Mi piace cambiare anche a partita in corso, ma di principio preferisco sempre il 4-3-3».

Il tecnico per il suo modulo può avvalersi di sue vecchie conoscenze allenate nell'Under 19, tra cui vi sono Giacomo Roberi, Davide Veglia, Marco Badino e Riccardo Pasio con quest'ultimo che dovrà recuperare dall'infortunio. Anche il mercato potrebbe dare una mano a formare lo scacchiere tattico dell'allenatore, con gli arrivi di Stefan Perovic, Stefano Turco e Davide Tomatis dal Tre Valli; Matteo Pensa dalla Monregale, Matteo Ansaldi dal Carrù e Ottavio Ferrero dalla Cairese. A questi numerosi arrivi fanno da contraltare le partenze di Federico Bagnasco e dal bomber Marko Damnjanovic.

Ama Brenta, per il dopo Damnjanovic torna Davide Quaglia
Il pres Patetta e il ds Biestro affida la prima squadra all'ex San Michele Niella. In uscita Marko Damnjanovic, obiettivo salvezza

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400