Cerca

Presentazioni

Barracuda, la "rinascita" partirà il 18 Agosto: entusiasmo e lavoro le parole chiave

Dirigenza e prima squadra si presentano ufficialmente in vista della nuova stagione, in cerca di riscatto dopo le recenti annate buie

Barracuda, la "rinascita"  partirà il 18 Agosto: entusiasmo e lavoro le parole chiave

Staff e prima squadra dei rossoblù

Il Barracuda c'è. La tanto attesa reazione della società rossoblù, dopo qualche annata non proprio esaltante, è finalmente arrivata. Molto del merito va al nuovo Direttore Tecnico Alessandro Gilaudo, che ha preso in mano le operazioni e si è sin da subito messo al lavoro per sistemare in primis l'organigramma dirigenziale, per poi concentrarsi sulla campagna acquisti per regalare al nuovo tecnico Alessio Negro un gruppo completo e competitivo. Ieri (26 Luglio) la dirigenza al completo si è riunita in via Dandolo insieme a buonissima parte di quella che sarà la squadra a disposizione di Negro, per caricarsi un'ultima volta prima del 18 Agosto, giorno in cui inizieranno gli allenamenti in vista del primo appuntamento stagionale, ovvero la Coppa di Prima Categoria, il 5 Settembre. Il capitano Robert Nita sarà il punto di riferimento per tutti, a partire da chi è stato confermato come Kamara, Rava, Gaudenzi ed il giovane classe 2002 De Stefano, fino ad arrivare ai tanti nuovi innesti, alcuni conclusi con tanto di firma live proprio ieri sera, come Fabrizio D'Amico, portiere classe 1992 in arrivo dal La Vischese, Simone Sias, giovane esterno alto classe 2001 in arrivo dal Venaria (la scorsa stagione in prestito al Sanmauro) e Daniel Civitella, attaccante 1999 in prestito dal Borgaro. Da segnalare anche la presenza di Federico Vaccaro ('98), attaccante prodotto del vivaio rossoblù che aveva praticamente smesso di giocare l'anno scorso, ma che è stato convinto a tornare in pianta stabile da Negro e Giraulo. Quattro (se si considera anche Vaccaro) acquisti freschissimi dunque, che vanno ad aggiungersi a Angelo Colombini (esterno 2001 in arrivo dal Bsr Grugliasco), ai fratelli Andrea e Marco Carrino (rispettivamente classe 2000 e 2002) ed a Federico Astolfi, difensore centrale in arrivo da San Marino. Le tante novità rappresenteranno la sfida più grande per Negro, che dovrà essere bravo a creare alchimie ed equilibri stabili sin dall'inizio della stagione. Per fronteggiare tutto ciò, Giraulo ha messo a disposizione di Negro uno staff organizzato e competente: Camillo Gialanella farà da coordinatore tra prima squadra, Under 19 e Under 18, Michele Carmosino farà da match analyst, Pino Perrucci sarà il preparatore dei portieri, mentre il vice di Negro sarà Florin Negrescu, ex giocatore che Negro ha allenato al River e a Savigliano e che conosce alla perfezione i metodi del nuovo tecnico rossoblù. Qualità e quantità, a dimostrazione della volontà di tutta la società di tornare nei piani alti del calcio dilettantistico piemontese e del grande lavoro svolto da Giraulo, che a fine serata spende parole importanti all'indirizzo di staff e giocatori: «Stiamo costruendo insieme una base importante, ho cercato di fare in modo di mettere a disposizione uno staff per lavorare in modo professionale, cercando non di imporsi ma di farsi seguire tramite la cultura del lavoro e la passione per questo sport. Come dico a tutti, dai bambini fino ai dilettanti, il primo obiettivo è quello di tornare ad amare il calcio, solo così si può sognare in grande. Altra cosa fondamentale: ogni anno è diverso e si riparte tutti allo stesso livello: se hai fatto tanti gol l'anno scorso devi riconfermarti lavorando sodo in allenamento, così come chi magari ha avuto poche chances di mettersi in mostra non deve pensare di partire svantaggiato rispetto ad altri. Cominciamo a lavorare bene con sorrisi ed entusiasmo, e vedrete che ci toglieremo grandi soddisfazioni». Insomma, il Barracuda c'è ed è pronto a riprendersi un ruolo da protagonista.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400