Cerca

Coppa Prima Categoria

Cenisia-Beppe Viola: la velocità di Mohcin Fathi e la freddezza di Federico Cavallo regalano ai "Viola" la prima vittoria

Importante vittoria di carattere per i ragazzi di Massimo Riccetti, che piegano il Beppe Viola grazie all'estro dei suoi giovani

 Mohcin Fathi e Federico Cavallo, Cenisia

Mohcin Fathi e Federico Cavallo, gli artefici della prima vittoria stagionale del Cenisia.

Vittoria di squadra per il Cenisia di Massimo Riccetti che, davanti ai suoi tifosi, si impone 2-0 sul Beppe Viola di Alessio Giglio. I gol, realizzati da Mohcin Fathi e Federico Cavallo, arrivano entrambi nel secondo tempo: al 10', Fathi è bravo a stoppare un bel lancio di Marco Tortomano, supera Gabriel Saracco, ed insacca alle spalle di Lorenzo Vannozzi. Per vedere il secondo gol, bisogna aspettare il 45': Federico Cavallo scende bene sulla destra e, dopo una serie di dribbling, trova l'angolino basso di sinistra, bruciando nuovamente Vannozzi. Comincia, quindi, molto bene l'avventura in Coppa Piemonte per la squadra di Riccetti. Gara che, dopo la prima frazione, sembrava indirizzata a chiudersi in parità: entrambe le squadre, infatti, forse complici le gambe pesanti di inizio stagione, si affidavano a lanci lunghi e iniziative personali, non trovando mai la via del gol. Dopo il cooling break, Giglio prova a sfondare la retroguardia  dei padroni di casa alzando il baricentro, ma non trova riscontro nel gioco espresso dai suoi. Anche i "Viola" ci provano, ma, prima Fathi, poi Agnino, non trovano lo specchio della porta. Le squadre rientrano negli spogliatoi un po' amareggiate, complice il risultato e le temperature quasi tropicali.

Cambi decisivi. Sono due i cambi che hanno cambiato drasticamente l'atteggiamento del Cenisia: al 34' del primo tempo Agnino non riesce a continuare la gara, complice un fastidio che si porta dietro da molto tempo. Riccetti sceglie di schierare Federico Cavallo, un'ala, spostando Saletti al centro dell'attacco. Da quel momento, la squadra acquisisce molta più ampiezza sugli esterni, affidando alla velocità del 17 gran parte delle ripartenze. I Viola sono più estrosi, ma non riescono a sbloccare il risultato. Nella ripresa, Riccetti si gioca la carta esperienza, schierando Giuseppe "Beppe" Zanghi nei quattro di difesa,al posto di uno sfinito Andrea Magone. Il centrale, classe '84, insieme al giovane portiere Endi Popa, giostrano la difesa in maniera esemplare, facendole acquisire molta più sicurezza nelle proprie capacità. I due gol, infatti, sono la diretta conseguenza di una difesa che ha disputato un ottimo secondo tempo.

Tempo al tempo. Il Beppe Viola di Alessio Giglio è uscito sconfitto, è vero, ma ha dimostrato di avere ampi margini di miglioramento. Squadracostruita da  poco, con individualità non indifferenti, i bluvestiti devono ripartire dai loro giovani talenti. Su tutti, a catturare l'attenzione del pubblico sono stati Azzedine Boudoun, Davide Ossi e Filippo Armeni. Il primo, ottimo esterno di difesa, ha dato parecchio filo da torcere a Mattia Rossi, dando vita a duelli da applausi. Il secondo, ottimo centrale, dà geometrie e centimetri a tutto il reparto, correggendo, a volte, i compagni più "anziani". Armeni, invece, subentra nella ripresa, al posto di un anonimo Mattia Patitucci, e, oltre a percorrere la fascia destra innumerevoli volte, offre palloni interessanti, che, però, i compagni non riescono a sfruttare al meglio.

IL TABELLINO

CENISIA-BEPPE VIOLA 2-0
RETI: 15' st Fathi (C), 45' st Cavallo (C).
CENISIA (4-3-3): Popa 6.5, Rossi Mat. 6 (27' st Quassolo 6), Tortomano 6 (18' st Maero 5.5), Giancaspro 6.5, Magone 5.5 (1' st Zanghi 6.5), Testore 6, Carfora 6, Pamato 6, Agnino 6 (34' Cavallo 7), Fathi 7, Saletti 6.5. A disp. Carmagnola. All. Massimo Riccetti 7.
BEPPE VIOLA (4-3-1-2): Vannozzi 6.5, Saracco 6, Boudoun 6.5, Patitucci 5.5 (1' st Armeni 6), Ossi 6, Colaiocco 6, Orilio 5.5, Rizzi 6.5 (11' st Panetta 6), Moretti 5 (26' Vernillo 5.5, 11' st Minutiello 6), Martorano 6 (26' st Grammatica 6), Di Lucia 6. A disp. Boetto, De Matteis, Laccetta, Incardona. All. Giglio 6.
ARBITRO: Felis di Torino 7.
AMMONITI: 47' Colaiocco (B).

LE PAGELLE

CENISIA
Popa 6.5 Buona prova per l'estremo difensore classe '99: esce senza paura, gestisce con autorevolezza i movimenti della difesa. Uomo da cui ripartire.
Rossi 6 Un primo tempo dove non riesce a prendere le misure degli esterni avversari. Patisce molto l'estro di Maurizio Orilio e la velocità di Boudoun. Nella ripresa fa alcune cose buone. Esce dal campo tra gli applausi. 
27' st Quassolo Giocatore dedito al suo ruolo. Quando ha la palla tra i piedi, trasmette calma e sicurezza ai compagni. 
Tortomano 6 Prova di forza sulla fascia: le ripartenze, nella prima frazione, sono affidate a lui. Giocatore che dimostra voglia di dare sempre il massimo. Con la costanza, potrebbe togliersi molte soddisfazioni.
18' st Maero 5.5 Non impone il suo gioco come Riccetti vorrebbe. Un po' spento, non trova spazi di manovra. Sicuramente una giornata storta, ma oggi non arriva alla sufficienza. 
Giancaspro 6.5 Buonissima gara per lui: schierato  nei tre di centrocampo, in fase di impostazione dà una grossa mano a spostare il peso davanti. Preciso, quasi come un centrale, quando si difende.
Magone 5.5 Non incide nella gara. La difesa, con lui in campo, non riesce ad esprimersi in sicurezza e, a volte, sbaglia cose all'apparenza facili. Esce dopo appena un tempo.
1' st Zanghi 6.5 Tutta un'altra storia rispetto al compagno. Complice l'esperienza, dà sicurezza e geometria a tutto il reparto difensivo. Non a caso, il Cenisia sblocca la gara poco dopo il suo ingresso.
Testore 6 Forse ci si aspetta qualcosa in più da uno come lui. Non eccelle, ma, complice la rete inviolata, si porta a casa una dignitosa sufficienza.
Carfora 6 Nei tre d'attacco è il più in ombra: corre, ha tanta forza di volontà, ma non riesce aconcretizzare i palloni che gli vengono dati. 
Pamato 6 Tanta grinta, ma poca precisione. Si arrabbia spesso durante il primo tempo, imputando ai compagni poca precisione in fase di impostazione. Nella ripresa, si accende a tratti.
Agnino 6 Sfortunato sotto parecchi punti di vista. Davanti alla porta, forse complice il dolore, spreca due occasioni nitide. Costretto ad uscire appena dopo la mezz'ora. Speriamo si rimetta presto in sesto.
34' Cavallo 7 Entra e, con il suo estro, spacca in due la partita. Decisivo, a fine partita, con il gol che taglia le gambe ad un Beppe Viola ancorasperanzoso di pareggiare. Eroico.
Fathi 7 Gara dai due volti. Uno dei pochi che salta l'uomo con una facilità disarmante, lasciando interdetti anche i sostenitori avversari. Segna un gran gol, ma se ne divora almeno altri due. A tratti, crede troppo nelle sue capacità. Dovrebbe liberarsi della palla con più frequenza.
Saletti 6.5 Il più sacrificato da Riccetti. Gioca un'ottima gara, costretto a fare la punta centrale (ruolo che non gli appartiene). Si comporta bene, servendo ottimi palloni a Fathi. Gli manca solo il gol.
All. Riccetti 7 Vince, ed è questo l'importante. Bravo nello spiegare ai suoi come gestire un vantaggio importante, anche con un pizzico di malizia. Il suo Cenisia sarà sicuramente un cliente scomodo.

BEPPE VIOLA
Vannozzi 6.5 Allenatore in campo. Dispensa consigli a tutti, cercando di spronare chi sbagliava con unapplauso. Un leader, non troppo silenzioso, di cui il Beppe Viola ha un assoluto bisogno. Non ha colpe sui gol subiti.
Saracco 6 Buonissimo primo tempo, in cui corre tanto e si sacrifica per la squadra qundo c'è da difendere. Nella ripresa, complice un po' di stanchezza, sbaglia qualche appoggio di troppo. 
Boudoun 6.5 Una promessa per il calcio. Centimetri, voglia, grinta, e tanta corsa. Nella prima frazione, tutte le seconde palle sono sue. Grande spirito di sacrificio.
Patitucci 5.5 Non benissimo. Nell'unica frazione che gioca fa vedere qualcosa di positivo, ma è davvero troppo poco per meritarsi una sufficienza piena. Ha grossi margini di miglioramento.
1' st Armeni 6 Sul secondo gol si fa scappare Cavallo troppo facilmente. Peccato, perchè, fino a quel punto, aveva fatto una gara dignitosa. 
Ossi 6 Bravo nel chiudere spazi e a troncare sul nascere alcune ripartenze avversarie. Un centrale di prospettiva: dà centimetri  e geometrie a tutto il reparto.
Colaiocco 6 Sbaglia qualche verticalizzazione quando la squadra imposta, ma, nel complesso, la sua prova è sufficiente. 
Orilio 5.5 Non la sua solita prova di forza. Anche lui pecca sulle verticalizzazioni, mostrando, a volte, un pizzico di superficialità. Giornata da dimenticare per un calciatore abituato a grandi prestazioni.
Rizzi 6.5 Tieni il centrocampo in piedi quasi da solo. Ottimo appoggio per le due punte e per Martorano, che lo cerca spesso per dialogare con il pallone. Tra i migliori.
11' st Panetta 6 Entra e fa la sua partita, dando qualità al centrocampo ospite. Un po' frettoloso, a volte, nel cercare l'ultimo passaggio. Con un pizzico di pazienza in più, sarebbe un ottimo centrocampista.
Moretti 5 Peggiore in campo. Non entra mai in partita, sbaglia tutti i passaggi, si arrabbia con i compagni. Prestazione decisamente da dimenticare.
26' Vernilio 5.5 Non fa molto meglio del compagno: sotto porta non incide come Giglio e compagni vorrebbero, tanto da uscire prima della fine della gara. Male.
11' st Minutiello 6 Si avverte subito la sua voglia di incidere sulla gara, con inserimenti degni di nota. Dall'altra parte, però, incontra uno Zanghi magistrale.
Martorano 6 Cerca spesso i compagni per dialogare, con passaggi veloci e precisi. Pecca un po' di precisione, sia sotto porta che al momento del passaggio. Che peccato.
26' st Grammatica 6 Entra in campo con il compito preciso di incidere sulla gara. Ci riesce in parte, provando la conclusione sul finire di partita.
Di Lucia 6 Tanta voglia di stupire, ma pochissima costanza. Primo tempo ottimo, magistrale, ma nella ripresa entra in campo molle e senza idee. Ciò che ne esce è una sufficienza tirata.
All. Giglio 6 Fa il possibile con una squadra costruita da poco. Con il tempo e il lavoro di tutti, i suoi ragazzi sapranno togliersi parecchie soddisfazioni.

ARBITRO: Felis di Torino 7 Non sbaglia quasi nulla. Un fuorigioco dubbio non influisce su una prestazione quasi perfetta. Si fa rispettare, pur non estraendo molti cartellini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400