Cerca

Prima Categoria

Gassino-Vallorco: nè vincitori nè vinti, è 0-0 al Bertolini e il Montanaro scappa in vetta

Il big match non ha comunque deluso le attese: Vallorco più rapido nella manovra, Gassino con buone trame ma leggermente impreciso

A Gassino né vincitori né vinti, e il Montanaro scappa!

Matteo Bruno, capitano del Vallorco

Come in una partita a scacchi, Gassino e Vallorco si sono affrontate per 90 minuti cercando in tutti modi di trovare la mossa vincente. Ma alla fine lo scacco matto non è arrivato. Il merito va senz'altro all'organizzazione di gioco e in particolare alle due difese: quella del Gassino deve ancora subire un gol dall'inizio del campionato, mentre quella del Vallorco ha comunque impressionato sia per la spinta dei due laterali, che per la sicurezza in mezzo con Sanogo vero muro difensivo su cui sono andate a sbattere le manovre offensive dei padroni di casa. Filograno, se vuole puntare al top della classifica, deve migliorare l'incisività in attacco, Genzano è punta forte ed esperta, ma spesso si è trovato troppo solo nel difendere i palloni che arrivavano da dietro. La squadra di Bruno Mattiet sfrutta molto bene le fasce, ma poi fatica a concretizzare la mole di gioco prodotta. In ogni caso, due squadre ben attrezzate per affrontare il girone da protagoniste.

Vallorco senza paura.  La squadra canavesana inizia sicuramente in modo più spigliato: il pressing ben orchestrato da Guglielmetti porta i biancazzurri a proporsi pericolosamente, sfruttando le corsie laterali con Bruno e Caliendo, con il sostegno di Margrotto e Prandoni. Il mancino di Caliendo al 13' è velenoso, ma Ignazzi lo neutralizza in corner. Proprio Ignazzi, poco prima della mezzora, accusa un problema alla coscia, sembra debba lasciare il match, ma alla fine decide di restare in campo. Giocherà un po' bloccato, ma per sua fortuna, non sarà chiamato mai a compiere interventi miracolosi. Anche la punta Grosso, si fa vedere al 36', bel movimento, palla fuori di poco. Pian piano il Gassino cresce, quando riesce ad uscire dal pressing, riesce anche a manovrare in mezzo al campo in modo efficace. Al 38' punizione dai 25 metri, se ne incarica Francesco Zucco, già in gol con la Mappanese, il suo tiro sorvola la barriera, ma Pascarella in tuffo arriva a deviare in calcio d'angolo. 

Nel segno dell'equilibrio.  Anche la ripresa continua sugli stessi binari del primo tempo: ospiti che cercano la giocata in velocità e padroni di casa più manovrieri in mezzo con Rosso, Zucco e Delli Santi. Anche se, proprio al primo minuto, una leggerezza di Rosso, libera Caliendo al tiro dal limite dell'area, palla fuori di un niente. Proprio Caliendo inizia a giocare più centralmente per sostenere Grosso in avanti. Il Gassino risponde con un tiro da fuori area di Coretti, anche lui non trova il bersaglio. Filograno inserisce Mensa e Gagliardi con l'obiettivo di dare più sostegno a Genzano in avanti, e in effetti nella seconda parte del tempo, complice anche la stanchezza dei canavesani, la spinta dei ragazzi di casa diventa più continua e pressante. Solo Bruno, con le sue incursioni a destra, mantiene lucidità e pericolosità, al 26' se ne va in contropiede, si accentra, ma il tiro finisce tra le braccia di Ignazzi. Sull'altro fronte, invece, un paio di mischie in area fanno venire i brividi ai tifosi ospiti, soprattutto al 38', quando né Genzano né Mensa riescono a insaccare da pochi passi. Finisce con un gran gesto di Porneala, che per un infortunio di Perazzolo si ritrova il pallone tra i piedi pronto a lanciarsi verso la porta, e invece, signorilmente cede palla al Gassino. Anche questo è il bello del calcio.

IL TABELLINO

GASSINO SR-VALLORCO 0-0
GASSINO SR (4-1-4-1):
Ignazzi 6.5, Cocozza An. 6, Dall'Omo 6, Rosso 6.5, Perazzolo 6.5, Battistello 6.5, Colucci 6 (24' st Gagliardi 6), Zucco 7, Coretti 6 (17' st Mensa 6), Genzano 6.5, Delli Santi 6 (41' st Castellucci sv). A disp. Follini, Calzametre, Sinigaglia, Bullaro, Bipedi, Gazzera. All. Filograno 6.5.
VALLORCO (4-2-3-1): Pascarella 6.5, Margrotto 6.5 (30' st Ferrari 6), Prandoni 7, Guglielmetti 6.5, Sanogo 6.5, Barioli 6.5, Bruno 7, Riva Governanda S. 6, Grosso 6 (40' st Porneala sv), Gobbato 6, Caliendo 6.5 (37' st Bertotti sv). A disp. Borille, Dantonia, Cardamone, Giolitto, Rosano, Naretto. All. Bruno Mattiet 6.5.
ARBITRO: Bovio di Novara 7.5.
AMMONITI: Delli Santi (G), Perazzolo (G).

LE PAGELLE

GASSINO
Ignazzi 6.5
Una bella parata a inizio gara, poi gioca da infortunato, bravi i suoi difensori a non costringerlo agli straordinari.
Cocozza 6 Qualche affanno nel controllare l'imprevedibile Caliendo.
Dall'Omo 6 Qualche pallone giocato con un po' di leggerezza.
Rosso 6.5 Rischia qualche giocata, ma praticamente la manovra passa sempre per i suoi piedi.
Perazzolo 6.5 Francobolla Grosso, facendolo diventare... piccolo!
Battistello 6.5 Nel primo tempo, spesso tocca a lui lanciare in avanti per uscire dal pressing ospite.
Colucci 6 Tatticamente attento, ma poco brillante in fase offensiva.
24' st Gagliardi 6 Partecipa al forcing finale.
Zucco 7 Il solito partitone in cui miscela sapientemente gli inserimenti offensivi e le coperture. Vicino al gol su punizione.
Coretti 6 Poco attivo nel primo tempo, cresce nella ripresa, svariando maggiormente.
17' st Mensa 6 Qualche fiammata nel finale.
Genzano 6.5 Si ritrova alle prese con due marcatori marcantoni, nonostante questo, prova sempre a far salire la squadra e a crearsi delle occasioni.
Delli Santi 6 Lotta su ogni pallone e dà il suo contributo alla manovra.
All. Filograno 6.5 Squadra compatta e consapevole dei propri punti di forza.

VALLORCO
Pascarella 6.5
Abile nel districarsi nelle mischie che si creano nel finale di partita.
Margrotto 6.5 Non rinuncia mai alle proiezioni offensive, dialogando spesso con Bruno sulla destra.
30' st Ferrari 6 Bada a chiudere ogni varco.
Prandoni 7 Anche lui si propone sempre sulla fascia mancina, mostrando anche buone doti di velocità.
Guglielmetti 6.5 Metronomo del centrocampo, va un po' in affanno nel finale.
Sango 6.5 Una sorta di Grande Muraglia difensiva, qualche piccola titubanza nella ripresa.
Barioli 6.5 Lui e Sanogo chiudono in una morsa Genzano.
Bruno 7 Lucido fino alla fine, a volte s'invola sulla fascia, a volte si accentra per andare al tiro.
Riva Governanda 6 Pressa e battaglia in mezzo al campo fino a metà ripresa, poi inizia a perdere colpi.
Grosso 6 Qualche spunto interessante, ma i difensori di casa gli lasciano proprio solo le briciole.
Gobbato 6 Dietro la punta, non trova mai la giocata vincente.
Caliendo 6.5 Diligente nel primo tempo nel curare la doppia fase, sia quella offensiva che quella difensiva. Nella ripresa, prova a frequentare più stabilmente l'area di rigore.
All. Bruno Mattiet 6.5 Il gioco sulle fasce funziona bene, bisogna solo trovare il modo di concretizzarlo meglio.

ARBITRO: Bovio di Novara 7.5 Sicuramente tra i migliori in campo, fischia poco, mantiene sempre il controllo del match.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400