Cerca

Prima Categoria

Perosa-Villastellone: la risolve bomber Caserio per i padroni di casa a 8' dalla fine

Super rimonta ospite da 0-2 a 2-2 che non basta, la zampata del 9 regala la vetta in solitaria al Perosa

Mattia Odier

Il migliore in campo Odier del Perosa

Ha decidere una partita da lasciare senza fiato ci pensa il bomber di casa con la nove che a pochi minuti dal termine trova all'interno dell'aria piccola la zampata giusta, regala così al Perosa una vittoria importantissima per la classifica, con i tre punti arriva la vetta in solitaria con il Villastellone che esce dal campo affranto per aver perso lo scontro diretto. La partita tra le due capoliste fino a quel momento, si svela subito essere maschia, tanti contrasti e anche molto duri, poco gioco palla a terra e tanti lanci lunghi. 

Partenza a razzo del Perosa Bastano due minuti per vedere il risultato cambiare, dalla bandierina Andrea Bianco serve un assist perfetto per Matteo Campanella che insacca di testa dopo un grande anticipo. Il vantaggio, seppur dopo pochi istanti di partita, è più che meritato per l'atteggiamento con cui scendono in campo i padroni di casa, sono aggressivi e ordinati, il 4-2-3-1 è perfetto per recuperare subito il pallone e trovare sulle fasce la velocità di Bianco e Raviol che mettono in difficoltà il 3-5-2 avversario. Dopo due tentativi velleitari dalla distanza per il Villastellone è di nuovo il Perosa a segnare con un'azione fotocopia del primo gol, sempre dalla bandierina, sempre il cross di Bianco e sempre Campanello che anticipa tutti altezza primo palo, l'unica differenza che questa volta insacca usando la punta del piede per insaccare. Ventitré minuti shock per gli ospiti che iniziano a riordinare le idee e giocare palla a terra, dopo essersi resi realmente pericolosi poco prima del gol avversario ,con un tiro all'incrocio dei pali di sinistro del centroavanti Johan Massera che solo un paratone frutto di un tuffo plastico di Mattia Odier ferma dal firmare l'1-1, non riescono a produrre occasioni reali per porre in difficoltà gli avversari, ma è solo questione di tempo. Secondo minuto di recupero, Gasara Massimigliano da rimessa mette con le mani una palla in mezzo all'aria di rigore, la difesa dei giallorossoblù non riesce ad allontanare e Davide Collura ringrazia, il 10 dopo un controllo spara una bomba sotto alla traversa. 2-1 e pratica riaperta. Il Perosa in ripartenza dimostra di fare molto male, mentre il Villastellone vuole giocare a palla terra e nonostante quest'ultima non ripaghi trova casualmente un gol che gli permette di giocarsi le sue chanche nel secondo tempo.

Nella ripresa succede di tutto. I rossoblu chiari nel voler recuperare il risultato iniziano la ripresa con un atteggiamento totalmente differente, trovando dopo pochissimi minuti il 2-2. Il pareggio nasce nuovamente su calcio da fermo, con uno schema viene trovato fuori aria Daniele Angeloni che dopo un controllo non felicissimo prova una conclusione, il tiro viene intercettato da Daniele Berrino, che con un contro movimento inganna la difesa avversaria in fase di salita, il difensore appoggia il pallone comodo a Massera il quale non può sbagliare. Dunque la ripresa si apre con una parità assoluta. Da qui inizia inizia la sfida tra portieri, prima quello ospite chiude su un gran tiro di Bianco all'interno dell'aria di rigore, poi quello di casa che risponde alla grande a una conclusione di Angeloni che si stava andando a depositare sotto la traversa. A spezzare gli equilibri è un'espulsione, Massimiliano Vritrotti commette un fallo da ultimo uomo e viene mandato sotto la doccia, dopo tre minuti il Perosa trova il vantaggio. Su una pennellata da punizione Bianco colpisce il legno superiore della porta, si crea una palla vagante in aria di rigore che Filippo Navone di testa appoggia a Caserio che è preciso di mancino, 3-2. A firmare la vittoria è il numero 1 che con un'altra parata pazzesca toglie il pallone dall'incrocio al quarto minuto di recupero sugli otto totali. 

Finisce con cinque gol nati da calci da fermo a testimonianza di una partita giocata sui duelli e decisa da una maggiore reattività dei padroni di casa nel sfruttare le palle vaganti. 

IL TABELLINO

PEROSA-VILLASTELLONE 3-2 RETI (2-0, 2-2, 3-2): 2' Campanella (P), 23' Campanella (P), 47' Collura (V), 3' st Massera (V), 38' st Caserio (P).

PEROSA: Odier 8, Bertolino 6.5, Ferrero G. 6.5 (14' st Massello 6), Navone F. 6.5, Rossetto 6, Maurino 6.5, Bianco 7.5, Ciniglio 6.5 (44' Navone M. 6.5), Caserio 7, Raviol 7 (30' st Dell'Anno 6.5), Campanella 7.5. A disp. Barral, Costa, Verdone, Fossat, Mirimin, Soccal. All. Careglio 7.

VILLASTELLONE: Bledig 7, Berrino 6, Gasaro 6 (34' st Altavilla sv), Giordanetto 6 (41' st Pace sv), Vitrotti 5, Cavaglià S. 5.5, Gariglio St. 6.5, Carpignano 6, Massera 6.5, Collura 7 (49' st Perrone sv), Angeloni 6. A disp. Filinceri, Quattrocolo, Codognotto, Vitelli, Bari. All. Zanotti 6.5.

ARBITRO: Venturini di Torino 7.

AMMONITI: Rossetto (P), Carpignano (V), Massera (V), Maurino (P).

ESPULSI: 36' st Vitrotti (V).

LE PAGELLE

Perosa

Odier 8 Miracoloso in tre occasioni è determinante per il Perosa, fa sembrare facile cose che non lo sono, migliore in campo e tanti complimenti ricevuti.

Bertolino 6.5 Sulla fascia chiude bene e opta sempre per la giocata semplice, si va vedere troppo poco in fase offensiva

Ferrero G. 6.5 Molto bravo nell'impostazione si distingue per cambi gioco precisi ed efficaci, si fa sempre trovare ben posizionato e questo aiuta in fase difensiva.

14' st Massello 6 Il suo ingresso aiuta nel mantenere il fortino una volta ottenuto il vantaggio, di testa sono tutte sue.

Navone F. 6.5 Sempre al posto giusto, va in difficoltà nei duelli uno contro uno, trova però la spizzata decisiva per il gol vittoria

Rossetto 6 Il capitano gioca molto sulla sua esperienza, guida il reparto ed è perfetto nel primo tempo, nella ripresa cala nella tenuta fisica e va in difficoltà

Maurino 6.5 Mediano di quantità, chiude le linee di passaggio con grande dinamismo e spende il cartellino giallo per fermare una ripartenza pericolosa.

Bianco 7.5 Solo una prestazione pazzesca del portiere gli nega il titolo di migliore in campo, sulla fascia è una freccia, fa due assist, procura un rosso, prende traversa da posizione considerevole sul gol del 3-2, semplicemente monumentale.

Ciniglio 6.5 Esce per un infortunio alla spalla il campo anzitempo, si nota la sua assenza per la qualità tecnica che forniva al centrocampo perosino.

44' Navone M. 6.5 Interpreta il ruolo in maniera totalmente differente al compagno che sostituisce, più ordinato ma meno coinvolto nel gioco, è fondamentale la sua presenza per allontanare pericoli sul finale.

Caserio 7 Fatica nella prima frazione, anche se è utile nel guadagnare fallo e far salire la squadra. Il gol decisivo non è dei più belli ma è fondamentale per spezzare gli equilibli di un campionato equilibratissimo. 

Raviol 7 Fantasista a giocare sulla fascia, quando viene trovato sui piedi gli avversari sanno di essere nei guai. Unica nota dolente nel primo tempo non riesce di testa a colpire bene un pallone da posizione ravvicinata.

30' st Dell'Anno 6.5 Si mette totalmente a disposizione del suo allenatore, corre ad aiutare in difesa e si propone in fase offensiva. Gioca bene palla a terra facendo respirare la squadra.

Campanella 7.5 Due goal da vero rapace di aria di rigore, frutto di istinto e posizionamento. E' fenomenale nel saltare l'uomo ed è una spina nel fianco per quanto punzecchia la difesa ospite.

All. Careglio 7 Sceglie l'undici migliore per superare l'avversario, riesce a mantenere alta l'attenzione dopo che la sua formazione si fa recuperare due gol di vantaggio e con i cambi blinda il finale.

Villastellone

Bledig 7 Grandi parati e incolpevole sui gol subiti, non sfigura affatto nello scontro tra grandi portieri.

Berrino 6 Come terzo di difesa trova difficoltà, mentre davanti trova un assist e un grande tiro che finisce fuori di poco sfiorando il palo. 

Gasaro 6 Si propone molto in fase offensiva smistando molto bene per i compagni, in difesa perde sempre il duello con il 7 avversario oggi fuori dalla sua portata (34' st Altavilla sv)

Giordanetto 6 Non riesce in mezzo al campo ad essere il metronomo e dettare i tempi, gioca una partita discreta da tutti i punti di vista (41' st Pace sv)

Vitrotti 5 Rovina una buona prestazione con un rosso evitabile visto che l'avversario che ha atterrato aveva ancora molti metri prima di trovarsi davanti alla porta, dal capitano non ci si aspetta tale ingenuità

Cavaglià S. 5.5 Si fa sentire molto con i compagni, ma come tutti i compagni di reparto poche volte vince i duelli, inoltre all'ultimo secondo spreca una grande opportunità su calcio da fermo tirando malissimo.

Gariglio St. 6.5 Inizia la partita con qualche difficoltà di troppo, cresce con il passare dei minuti e a tutta fascia la corsa fa la differenza, manca qualcosa dal lato tecnico per sfruttarla.

Carpignano 6 E' forse l'incognita più grande della partita, si vede veramente poco ma non sbaglia nemmeno nulla.

Massera 6.5 Non è la classica punta, è il prototipo di attaccante moderno tecnico e senza un grande fisico. Sul 2-2 si fa trovare al posto giusto al momento giusto

Collura 7 Con una rete di grandissima qualità riapre la partita, una prodezza da essere vista e rivista. Crea sempre superiorità numerica e dà al reparto offensivo quella fantasia di cui ha bisogno. (49' st Perrone sv)

Angeloni 6 Lotta molto e si avvale del suo fisico per farlo, prova con un grande tiro a sorprendere un portiere avversario difficilmente superabile, per il resto incide meno dei compagni di reparto. 

All. Zanotti 6.5 Il suo undici recupera lo svantaggio e trovando un portiere avversario di un altro livello non può essere troppo rammaricato, forse i cambi arrivano troppo tardi.

LE INTERVISTE 

Perosa All. Careglio 7: «Dedichiamo a Ciniglio questa vittoria fondamentale, speriamo si riprenda presto. Abbiamo vinto meritando e interpretando alla perfezione la partita, le prestazioni di alcuni singoli oggi ci hanno aiutato nel fare la differenza».

Villastellone All. Zanotti 6.5: « Abbiamo giocato bene per quanto si potesse fare in questo campo, troppo piccolo per esprimer al meglio il nostro gioco. L'espulsione e il loro portiere hanno fatto la differenza e compromesso il risultato finale, sono comunque contento dei ragazzi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400