Cerca

Prima Categoria

Barracuda-Moncalieri 1-3: è supremazia ospite con una grande prestazione di squadra

Non c'è partita, i biancoblù di Bonafede dominano in tutti i novanta minuti; i padroni di casa illudono con la rete di Trotta

Barracuda-Moncalieri 1-3: è dominio ospite  con una superlativa prestazione  collettiva

L'undici vincente di Bonafede

Prestazione perfetta degli ospite, che tornano così alla vittoria dopo i due pareggi con Perosa e San Bernardo. Dominano e divertono, grazie alla filosofia offensiva di Bonafede conquistano 3 punti che valgono il settimo posto in classifica, ora non resta che recuperare punti perché la formazione vale i primi posti. Barracuda deludente, la sconfitta vista la forza dell'avversario non deve essere per forza un male, ma ci si aspettava ben altra mentalità tra le mura amiche e si attendeva un risposta dopo il grande pareggio con il Garino. 

La gara vede opporsi un 4-4-2 dei padroni di casa, che in fase difensiva a volte si trasforma anche in un 4-5-1, e un 4-2-3-1 dei biancoazzurri, che si mettono in luce per un grande gioco e per grande produzione offensiva; le due filosofie di gioco sono totalmente opposte: una fatta di compattezza e ordine, l'altra di fantasia e variabilità.

Quante occasioni per gli ospiti, ma è solo pari. Tutto ci si aspettava tranne un inizio come quello che si è visto, il Barracuda già durante il riscaldamento non pensava ad altro che portare a casa i tre punti visto il campo di casa, eppure l'inizio è tutt'altro che nella direzione di conquistarli. I Rossoblù sono chiusi con ordine ad attendere nella propria metà campo il Moncalieri, invitato ad attaccare e sfoggiare le sue qualità migliori negli ultimi metri di campo. Passano appena quattro minuti per vedere gli ospiti andare vicinissimi al gol. Calcio d'angolo, Lorenzo Lobascio tocca in verticale per Luca Di Biase che si trova vicino a lui, l'esterno di mancino crossa di prima intenzione, sul pallone si fionda Matteo Sollazzo, il centrale di testa mette alto di poco dopo un'ottimo stacco. Gli undici di Michele Bonafede insistono trovando qualche difficoltà nel penetrare le fitte linee difensive, eppure creano pericoli grazie ai calci da fermo. Al 12' viene battuta una rimessa laterale verso l'aria, la palla non viene respinta e il trequartista Lobascio prova la rovesciata, stilisticamente è perfetta ma è debole per cui non impensierisce il portiere. 
25'. Succede l'impensabile. Il mediano Macario del Moncalieri prova a tenere un pallone che sta per terminare in rimessa laterale, ci riesce ma il salvataggio diventa involontariamente un passaggio per il centroavanti avversario, Alberto Cristaldi lo controlla e, dopo aver atteso l'inserimento del compagno, serve Gabriele Trotta che di destro fulmina il numero uno. Incredibilmente il Barracuda al primo tiro passa in vantaggio.
Le conseguenze sono scontate, gli ospiti alzano maggiormente i ritmi nel tentare di pareggiare. Due giri d'orologio e ci arrivano vicinissimo. Il terzino di sinistra Claudio Mosagna si trova in aria per il calcio d'angolo, questo viene battuto sul secondo palo nella sua zona di competenza. Il numero tre controlla con grande freddezza il pallone di destro sbarazzandosi di un avversario e calcia sul secondo palo di mancino, la conclusione è perfetta e il portiere non può arrivarci per cui ci pensa un difensore a salvare la minaccia sulla linea. 
Dopo una fase di stallo dalla durata di un quarto d'ora arriva un finale da incubo per i padroni di casa. Prima Luca Di Biase colpisce un palo da posizione ravvicinata dopo aver addomesticato un cross di Giacomo Caporilli. Poi un minuto dopo arriva la rete tanto cercata: la palla giunta da rimessa laterale viaggia verso il centro dell'aria di rigore, il centrale di difesa Matteo Sollazzo con un istinto più proprio a un goleador la fa sua e con un destro al volto la mette alle spalle di Federico Nicola. La sassata, che prima di entrare bacia la traversa, vale l'1-1. E' clamoroso quello che succede nel recupero di primo tempo. L'attaccante Alessandro Ferrari spreca l'1-2 da posizione ravvicinata, di testa mette alto il pallone servitogli con il contagiri da Lobascio. Il dieci è in forma, e quando tre minuti dopo viene trovato da Mosagna libero sul secondo palo sfiora la rete concludendo molto forte ma di poco fuori.
Finisce in pari un primo tempo ricco di emozioni.

Ripresa senza storia. Il finale era stato da brividi per il Barracuda, eppure questo non sembra scuotere i suoi in avvio di secondo tempo. E' il Moncalieri a fare la partita e ad attaccare con maggiore insistenza, arrivando vicino di nuovo con Sollazzo al vantaggio. Il centrale ancora una volta di destro dopo una rimessa conclude in porta, questa volta sfiora solamente la traversa. Dalla possibile doppietta del centrale con il quattro sulle spalle all'effettivo gol del'1-2. Minuto dodici, l'altro difensore Alessandro Rosano, dal centrocampo, con un lancio trova Ferrari che sì è mosso alle spalle della linea difensiva, la punta controlla molto bene di destro e con il sinistro crossa, sul secondo palo Lobascio non può sbagliare e conclude al meglio un'azione fantastica. Duro colpo per i rossoblù, ma la rete nasce da un'eccessiva libertà all'avversario nel produrre gioco. La partita non cambia. Continuano i biancoazzurri ad essere padroni del terreno di gioco ed hanno anche due grandi chance per trovare il gol della sicurezza: la prima al ventiquattresimo da azione di corner dove Mosagna non insacca da pochi passi, la seconda con Giulio Garoffolo che si inventa una conclusione da distanza considerevole che termina di poco fuori.
Ultimi dieci minuti di gara e finalmente si vedono i padroni di casa alzare il baricentro, questo porta gli effetti sperati e arriva al minuto 38 il primo tiro del secondo tempo: Calvin Isufi recupera un pallone sulla trequarti e con un filtrante mette Lorenzo De Chirico davanti al portiere, quest'ultimo partito in posizione sospetta salta il numero uno allargandosi e da posizione defilata prova a segnare, fermato dal palo. Brivido per il Moncalieri che non ci sta. Prima sfiora il gol Rosano di testa, poi arriva il tris. Giulio Garoffolo fulmina con un destro violentissimo il portiere dall'interno dell'aria di rigore, trasformando al meglio l'assist perfetto di Ferrari.
Si conclude così una gara senza grande storia: il Moncalieri vince dominando e porta a casa tre punti che la mettono all'inseguimento del gruppo delle migliori; il Barracuda deve reagire sul piano del gioco perché la squadra ha il potenziale per fare meglio.

IL TABELLINO

BARRACUDA-MONCALIERI CALCIO 1-3

RETI (1-0, 1-3): 23' Trotta (B), 43' Sollazzo (M), 12' st Lobascio (M), 46' st Garoffolo (M).

BARRACUDA (4-4-2): Nicola 6, Carrino M. 5.5, Francabandiera 6, Di Stefano 5.5, Stocchiero 5.5, Rava 5.5 (12' st Isufi 6), Rognetta 6.5, Trotta 6, Cristaldi 5.5 (23' st De Chirico 6), Nita 5.5 (17' st Verro 5.5), Colombini 6 (12' st Martini 5.5). A disp. Carazza, Borio F., Padula, Rosa Al., Peyrachia. All. Negro 5.5.

MONCALIERI CALCIO (4-2-3-1): Pavia 6, Caporilli 7, Mosagna 7, Sollazzo 7, Rosano 7, Macario 6 (38' Battaglia M. 6), Garoffolo 7, Giordano 7, Ferrari 7.5 (47' st Piersanti sv), Lobascio 7.5 (34' st Meola sv), Di Biase 6.5 (21' st Messina 6.5). A disp. Prandino, Davarian, Kamara. All. Bonafede 7.

ARBITRO: Ugazio di Novara 7.

AMMONITI: 6' st Di Stefano[02] (B), 15' st Rognetta (B).

LE PAGELLE 

Barracuda

Nicola 6 Si vede arrivare tiri da ogni parte del campo, spesso o sono conclusioni difficilmente parabili o sono conclusioni che terminano di poco fuori.

Carrino M. 5.5 Di Biase è un cliente tosto, rapido e veloce, per questo la sua partita è caratterizzata dall'inseguire l'avversario. Troppo spesso è lui a perdere il duello e non a vincerlo

Francabandiera 6 Gara prettamente difensiva nella quale è bravo nel limitare Garoffolo, l'esterno va comunque a segno ma è incolpevole in quel caso.

Di Stefano 5.5 Ferrari è troppo forte fisicamente per riuscire a contenerlo, si cerca di limitare i danni però il muro dopo che è caduto fa i buchi ovunque.

Stocchiero 5.5 Come per il compagno di reparto si trova a dover avere attenzione massima per tutta la gara, novanta minuti a difendere la propria porta sono troppi per riuscire a non prendere gol.

Rava 5.5 In mezzo al campo c'è bisogno di maggiore bravura e coraggio nell'impostare, non proponendosi la sua formazione non riesce a creare azioni e uscire dalla propria trequarti.

12' st Isufi 6 Non cambia le sorti del match, il maggior bisogno di coraggio nel proporsi non arriva con il suo ingresso; però è ordinato.

Rognetta 6.5 L'unico che prova a cambiare le sorti della sfida, pur sacrificandosi molto nella fase difensiva riesce a creare qualche pallone pericoloso, prova a dare anche sul piano dell'attitudine la scossa ai suoi, rimane un tentativo a vuoto.

Trotta 6 La rete è molto bella, un rigore in movimento che non sbaglia giunto da un ottimo inserimento. L'unica volta che si butta in avanti trova il vantaggio illusorio, bisognava provarci maggiormente.

Cristaldi 5.5 L'assist al compagno sul'1-0 è perfetto; purtroppo lasciato completamente solo là davanti non è efficace, fare sportellate non è la sua migliore caratteristica.

23' st De Chirico 6 Ha la grande chance per fare il 2-2, è bravo nel tutto meno nella conclusione. Il suo ingresso è fisicamente importante per guadagnare campo e meritava più minuti a disposizione. 

Nita 5.5 Sulla fascia ogni tanto illumina con grandi giocate, spesso sono seguite da errori banali. Caporilli è un avversario tosto che riesce a limitarlo non lasciandogli spazio.

17' st Verro 5.5 Il suo ingresso è con l'intento di spaccare il mondo, sarebbe anche un buon intento ma lo sfoga nella maniera sbagliata, troppo nervoso e poco efficace palla al piede.

Colombini 6 La sua velocità potrebbe essere la chiave del match, invece costretto a partire da lontano non può incidere come dovrebbe. Comunque lui ci prova a creare pericoli, ma è ben limitato anche grazie ai raddoppi.

12' st Martini 5.5 Meglio il compagno, si ritrova un po' perso sulla corsia non trovando modo di essere utile ai suoi.

All. Negro 5.5 Bisogna giocare le partite a viso aperto e i suoi schierati troppo in basso non ne hanno la possibilità, bisognava cambiare atteggiamento nell'intervallo eppure non è successo.

Moncalieri Calcio

Pavia 6 Non è mai chiamato in causa tranne nel gol dove non può fare nulla e sull'occasione del palo avversario, dove è bravo a uscire dando tempo ai compagni ad andare a proteggere la porta.

Caporilli 7 Sulla corsia è devastante, corsa impressionante che gli permette di non farsi mai superare in difesa e di creare davanti pericoli per gli avversari.

Mosagna 7 Giocando una grande partita arriva vicino due volte al gol che avrebbe coronato una giornata d'oro, preciso e puntuale negli anticipi e nelle giocate.

Sollazzo 7 Gol del pareggio da attaccante vero, rimette nella careggiata giusta il match sfiorando un gol fotocopia nella ripresa. In difesa è un muro.

Rosano 7 Lui non ha la gioia della rete anche se ci arriva vicino, la palla di destro alle spalle della difesa nell'azione del'1-2 è bellissima. Con Sollazzo forma una barriera invalicabile dietro.

Macario 6 Non è al meglio e si vede, eppure si mette a disposizione dei compagni con la sua solita grande bravura nel dettare i tempi di gioco e nell'impostare, l'errore per il primo gol è ingenuo ma non può macchiare eccessivamente una buona prova.

38' Battaglia M. 6 Caratteristiche diverse dal compagno che sostituisce, meno qualità tecnica più qualità di intercetto tra le linee, la sua prova è buona.

Garoffolo 7 Si inventa un tiro favoloso che per poco non diventa un gol capolavoro; trova la rete, meritata per la grande prestazione sulla corsia, che chiude i giochi con un destro fulminante.

Giordano 7 Il suo mancino è delicato e preciso, si carica sulle spalle il centrocampo e fa girare gli ingranaggi della corazzata Moncalieri, impressionante.

Ferrari 7.5 Due assist perfetti che permettono ai suoi di ribaltare tutto, si riprende bene dopo un inizio complicato mettendosi completamente a disposizione dei compagni e contribuendo notevolmente sul risultato finale. (47' st Piersanti sv)

Lobascio 7.5 Come sempre i suoi piedi sono una garanzia da cui nascono giocate favolose, trova di testa la rete del vantaggio ed è fondamentale nella manovra offensiva, che passa sempre dai suoi piedi. (34' st Meola sv)

Di Biase 6.5 Il palo gli nega un gol che si era già costruito da solo, è importante per il dinamismo e i dribbling che prova; perde un po' di lucidità con il passare dei minuti.

21' st Messina 6.5 Ironicamente chiamato Messi dagli spalti per caratteristiche fisiche e anche per rapidità lo ricorda, manca quella tecnica fine a finalizzare le occasioni finali.

All. Bonafede 7 I suoi giocano un calcio spettacolare e propositivo, il rischio di prendere gol si può correre per cui non gli si può dire nulla.

LE INTERVISTE

All. Negro 5.5: «buon primo tempo, nel secondo siamo calati. Abbiamo avuto la chance per segnare il gol del pareggio e sbilanciandoci un po' troppo abbiamo preso il terzo. Oggi un'assenza importante dietro è stata decisiva sul risultato finale. »

Moncalieri All. Bonafede 7: «con il San Bernardo abbiamo creato tanto e pur meritando non siamo riusciti a vincere, oggi abbiamo trovando i tre punti giocando nuovamente molto bene; sicuramente ci competerebbe un'altra posizione in classifica e giocando così ogni partita potremo guadagnarla.»

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400