Cerca

Prima Categoria

Cnh Industrial-Bajo Dora: gol, rigori, espulsioni: succede di tutto nello scontro salvezza, ma alla fine è 1-1

I padroni di casa colpiscono anche una traversa nella ripresa, mentre il gruppo di Baroni finisce in nove

Cnh Industrial-Bajo Dora: gol, rigori, espulsioni: succede di tutto nello scontro salvezza, ma alla fine è 1-1

Alessandro Chiavenuto ('95), protagonista nel bene e nel male per il Bajo Dora

Se il pareggio della settimana scorsa contro il Gassino poteva essere festeggiato come una mezza vittoria, quello di questa settimana contro il Bajo Dora può essere considerato come una mezza sconfitta. CNH Industrial e Bajo Dora, più o meno, sono sullo stesso livello, proprio per questo era importante trovare i tre punti contro una diretta concorrente per la salvezza. Ai ragazzi di Gastaldo è mancata la necessaria incisività sotto porta, senza contare le consuete ingenuità che hanno favorito gli avversari - vedasi l'azione del gol ospite o la solita espulsione a metà ripresa. La squadra di Baroni è stata abbastanza brillante nel primo tempo, per poi spegnersi nella ripresa. Sul piano dell'immaturità, forse anche peggio dei padroni di casa, visto che ha finito la gara in nove, per due espulsioni veramente evitabili.

Botta e risposta. Entrambe le squadre si presentano in campo con due moduli dichiaratamente offensivi: i biancorossi mettono Strenuo al centro dell'attacco, affiancato da Rizzo e Paduano. Dall'altra parte del campo Chiavenuto e Di Lillo si scambiano il posto da centravanti, mentre Roveyaz resta confinato a sinistra. Partita molto combattuta, ma visto che il terreno di gioco non si presta a manovre fluide, fioccano i lanci e le palle sporche, alla ricerca dello spunto vincente. Mazza ci prova dalla distanza in un paio di occasioni, Lorenzetti respinge, anche se lo stile lascia un po' a desiderare, e gli va bene che in entrambe lo occasioni non ci sia un attaccante a ribattere in rete sulla goffa respinta. In avanti, però, Chiavenuto si dimostra di una caratura superiore: al 19' si beve Abagnale in area, potrebbe anche tirare, ma preferisce servire Di Lillo in mezzo che con una bella girata di destro infila alle spalle di Leone. Il gol dà la scossa ai ragazzi di casa, che iniziano ad attaccare in modo più tambureggiante, ma senza riuscire a creare occasioni veramente pericolose. Il problema è nel tridente offensivo, perché il centrocampo tutto sommato fa bene il suo lavoro di filtro e ripartenza, ma in avanti si fatica a tenere un pallone o a proporsi pericolosamente sulle fasce. Alla mezzora, però, nel corso di una mischia in area, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Abagnale viene colpito da un difensore, il colpo si è sentito distintamente anche sugli spalti. L'arbitro indica il dischetto e Loschirico trova il pari, con un tiro non irresistibile (ma anche il tuffo del portiere non è... irresistibile!). 

Rossi a ripetizione. L'ingresso di Popescu dà certamente più peso al reparto offensivo del CNH, e probabilmente il piano di Gastaldi era proprio stancare il Bajo, per colpirlo nella ripresa, peccato che Caruso, al 20' si faccia espellere per un fallo su Chiavenuto a palla lontana. Gli ospiti però non ne approfittano, anzi, come ha ammesso lo stesso tecnico a fine gara, si ammosciano, favorendo le ripartenze avversarie. Come al 25' quando Strenuo lavora un bel pallone sulla destra, crossa al centro, dove Rizzo impatta bene di testa, la palla colpisce prima un avversario poi la traversa, con Gastaldi che si mangia le mani sugli spalti - non era squalificato, ma c'è stato un problema di documenti con l'arbitro che ha impedito al tecnico di sedersi in panchina. Nel finale saltano tutti gli schemi, palla lunga da una parte e dall'altra, e poi "vediamo che succede..." Coscia al 26' sfiora il palo con una bella girata in area, anche Rizzo va vicino al gol, con un pallonetto che si spegne sul fondo. Parità numerica ristabilita al 28', quando Chiavenuto, migliore in campo tra i suoi, si lascia scappare una parola di troppo dopo un fallo, e l'arbitro estrae il rosso. Con le ultime energie, il CNH prova a trovare la vittoria, e Rizzo ci va vicino di testa al 42', ma il gol non arriva e non c'è nemmeno il tempo per sfruttare l'uomo in più con l'espulsione finale di Iachi.

IL TABELLINO

CNH INDUSTRIAL-BAJO DORA 1-1
RETI (0-1, 1-1): 19' Di Lillo (B), 30' rig. Lo Schirico (C).
CNH INDUSTRIAL (4-3-3): Leone 6.5, De Carolis 7, Basso 6.5, Abagnale 6, Moretti 6.5 (31' st Costa 6), Lo Schirico 6.5 (33' st Russo 6), Rizzo 6.5 (44' st Zocco sv), Caruso 5.5, Strenuo 5.5, Mazza 6.5, Paduano 5.5 (9' st Popescu 6). A disp. Bresciani, Dell'Agnolo, Lazzati, Sgherzi N., Lepore V.. All. Gastaldo 6.
BAJO DORA (4-3-3): Lorenzetti 5.5, Iachi 5.5, Brizzi T. 6 (1' st Ruatto 5.5, 42' st Ferrari sv), Cervato 6, Regruto Tomalino 6, Gastaldo Brac 6, Chiavenuto 6.5, Ficarra 6, Di Lillo 6 (23' st Coscia 6), Peila A. 5.5, Roveyaz 5. A disp. Rovereto S., Rovereto L., Cavazzana. All. Baroni 5.5.
ARBITRO: Zanello di Vercelli 5.5.
AMMONITI: Strenuo (C), Peila A. (B).
ESPULSI: 20' st Caruso (C), 28' st Chiavenuto (B), 44' st Iachi (B).

LE PAGELLE

CNH INDUSTRIAL
Leone 6.5
I suoi rilanci spesso creano difficoltà alle difese avversarie. Pulito e sicuro negli interventi.
De Carolis 7 In difesa è il più affidabile, tanto che viene spostato a marcare Chiavenuto, che nel primo tempo imperversa.
Basso 6.5 Capitano multitasking, fa il terzino e il centrale, senza mai lesinare l'impegno.
Abagnale 6 Nel primo tempo vede le streghe contro Chiavenuto, e anche sul primo gol si mostra troppo leggerino, ha il merito di conquistarsi il rigore, meglio nella ripresa.
Moretti 6.5 Diga in mezzo al campo, non disdegna mai l'incursione offensiva.
31' st Costa 6 Dinamico in mezzo.
Loschirico 6.5 Rigore non perfetto, copre la fascia mancina con carattere.
31' st Russo 6 Attento nel finale.
Rizzo 6.5 Nel primo tempo vaga, senza mai veramente incidere, nella ripresa, giocando a fianco di Popescu cresce, sue le occasioni migliori del CNH. (44' st Zocco sv)
Caruso 5.5 Un centrocampista esperto come lui non deve permettersi certi "colpi di testa" che mettono in difficoltà la squadra in una partita così delicata.
Strenuo 5.5 Al centro dell'attacco non riesce mai a tener palla e far salire la squadra. Unica nota di merito, quando a metà ripresa fa fuori con un magia un difensore e offre un assist d'oro a Rizzo.
Mazza 6.5 I suoi tiri dalla distanza si dimostrano insidiosi per il portiere del Bajo. Bravo a far da filtro e a rilanciare l'azione.
Paduano 5.5 Qualche spunto nel primo tempo, ma mai che riesca a incidere.
9' st Popescu 6 Con il suo ingresso, i lanci dalla difesa hanno un punto di riferimento. Ci prova di testa nel finale.
All. Gastaldo 6 Sicuramente c'è una crescita sul piano della convinzione, manca ancora un giocatore capace di concretizzare la manovra che, a sprazzi, la squadra riesce a creare.

BAJO DORA
Lorenzetti 5.5 Al di là dello stile, certi interventi sono concettualmente errati perché lasciano il pallone in piena area di rigore, va solo bene al Bajo, che il CNH non ne approfitti.
Iachi 5.5 Prendersi un'espulsione al 90' potrebbe non essere grave, se non fosse che protesta per il giallo ricevuto... Con il CNH è andata bene, ma la settimana prossima ha la squadra avrà di nuovo due indisponibili.
Brizzi 6 Sulla fascia mancina bada a contenere le accelerazioni di Rizzo.
1' st Ruatto 5.5 Perde sicurezza con il passar dei minuti. (42' st Ferrari sv)
Cervato 6 Davanti alla difesa prova a dare ordine al gioco dei suoi.
Regruto 6 Qualche liscio ogni tanto, ma nel complesso se la cava bene sulle punte di casa.
Gastaldo 6 Anche lui, in tandem con Regruto, concede il minimo a Strenuo prima e Popescu poi.
Chiavenuto 6.5 Il "vaffa" rovina una prestazione da migliore in campo: non solo l'assist per il gol, ma anche numerosi spunti, gli unici, veramente pericolosi per gli All Blacks.
Ficarra 6 Prova a creare pericoli giocando sempre molto largo.
Di Lillo 6 Il gol è un lampo in una prestazione abbastanza grigia.
23' st Coscia 6 Un paio di spunti interessanti.
Peila 5.5 Tende un po' a scomparire sia in attacco, che quando c'è da coprire.
Roveyaz 5 Raramente coinvolto, ma anche lui non è che faccia molto per farsi vedere.
All. Baroni 5.5 Non riesce a trovare il modo di aumentare la sicurezza in campo dei suoi. Al di là di questo, la squadra non sfrutta la sfrutta la superiorità in campo e pecca in freddezza, finendo addirittura in nove.

ARBITRO: Zanello di Vercelli 5.5 Al di là dei giudizi più o meno condivisibili, non convincono alcuni atteggiamenti. Nella ripresa si perde un po'.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400