Cerca

Prima Categoria

Mappanese-Montanaro: la capolista soffre un tempo ma dilaga nella ripresa e sigilla la vittoria con D'Agostino

Botta e risposta iniziale tra Zarantonello, Borghi e Rigatto, ma nel secondo tempo salgono in cattedra Capirone e Bertone

Montanaro

I ragazzi di Gianmarco Morisi festeggiano a fine gara il travolgente 6-2 rifilato alla Mappanese

Il Montanaro continua a vincere, anzi in questo caso a stravincere. La capolista del girone C ha infatti letteralmente travolto la Mappanese con un inappellabile 6-2. Fin quando il gruppo di Luca Marrella ha retto la partita è stata bella e combattuta, con il botta e risposta tra Zarantonello (doppietta), Borghi e Rigatto ad illuminare il primo tempo. Nella ripresa però i padroni di casa hanno dovuto alzare bandiera bianca di fronte alla maggiore potenza di fuoco a disposizione del gruppo di Morisi, che grazie alle reti di Capirone, Bertone, Zorzi e D’Agostino ha dilagato e ha messo in cassaforte l’ennesima vittoria stagionale.

Botta e risposta. Marrella deve far fronte a parecchie assenze, soprattutto a centrocampo dove, oltre al lungodegente Piazza, mancano anche Bobbio e Gaudeni, che non si rivedrá fino al termine della stagione. Il gruppo di Morisi si rischiera con praticamente la stessa formazione di domenica scorsa con la Mathi, ad eccezione del ritorno tra i titolari di Piovesan e D’Agostino. Moduli speculari in avvio: 4-3-1-2 con Napoli e Giorgi che agiscono da rispettivi vertici bassi a centrocampo, mentre a Di Marco e Zarantonello è chiesto di inventare tra le linee. È proprio quest’ultimo ad aprire le danze dopo neanche dieci minuti: Capirone crossa dalla destra, sponda intelligente di testa di Bertone, Zarantonello si coordina e conclude in rete con un sinistro preciso all’angolino, e la capolista é giá in vantaggio. I padroni di casa reagiscono subito: Borghi va via con una giocata da campione a Castrogiovanni, si invola verso la porta e trafigge Fornaro con un bolide. Neanche il tempo di riassestarsi dopo il pareggio però, che il Montanaro ripassa in vantaggio: Gottardo serve Zarantonello con un filtrante geniale, ed il numero 10 gialloblù raddoppia ancora di sinistro. Passano altri cinque minuti e i padroni di casa riescono subito nuovamente a pareggiare: Rigatto parte dalla destra, rientra sul sinistro e beffa Fornaro (non impeccabile). Non sono passati 25 minuti e siamo giá 2-2. Il primo tempo è decisamente spettacolare: continui ribaltamenti di fronte e squadre che non si risparmiano in nessun frangente. Nell’ultimo quarto d’ora di primo parziale però a salire di ritmo sono anche le difese: Russo da una parte e Salvadego dall’altra si ergono a protagonisti, chiudendo con attenzione ogni varco, mandando così le squadre a riposo sul 2-2.

Valanga Montanaro. Come prevedibile, nè Marrella nè Morisi effettuano cambi all’intervallo, dopo l’ottimo primo tempo disputato dalle rispettive squadre. Borghi è letteralmente scatenato, e dopo neanche un minuto riprova l’eurogol, ma stavolta il pallone calciato col mancino da fuori area sfiora solamente l’incrocio dei pali. Come successo per tutto il primo tempo, ad occasione risponde occasione. Stavolta però, l’affondo della capolista è di quello che fanno veramente male. Nel giro di dieci minuti il Montanaro infatti sigla terzo e quarto gol: il primo è di Capirone su assist di Bertone, che sul secondo si mette invece in proprio scagliando un siluro da 25 metri che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali. La botta stavolta è troppo forte da assorbire per i biancorossi, che sembrano incapaci di trovare le risorse per reagire, a differenza del primo parziale. Marrella capisce l’antifona e prova il tutto per tutto: fuori Cascio, dentro Hountagni, che si piazza da prima punta nel nuovo attacco a tre dei padroni di casa. Proprio il nuovo entrato però, a pochi minuti dal suo ingresso in campo, spreca una golosa occasione davanti a Fornaro. Con l’ingresso di Millico i biancorossi fanno all in, passando ad un 4-2-4; Morisi risponde coprendosi: fuori Zarantonello, dentro Ricco, per provare a tenere su il fortino fino alla fine. È fin troppo eccessiva la mossa difensiva di Morisi, dato che i suoi nel finale dilagano: negli ultimi cinque minuti Zorzi segna su assist immaginifico di D’Agostino, che poi si guadagna e trasforma il rigore del definitivo 6-2.

IL TABELLINO

MAPPANESE-MONTANARO 2-6
RETI (0-1, 1-1, 1-2, 2-2, 2-6): 7' Zarantonello (Mo), 16' Borghi (Ma), 19' Zarantonello (Mo), 24' Rigatto (Ma), 4' st Capirone (Mo), 8' st Bertone (Mo), 41' st Zorzi (Mo), 43' st D'Agostino (Mo).
MAPPANESE (4-3-1-2): Giancotti 6, Tagliaro 6.5 (20' st De Marchi 5.5), Simondi 5.5 (36' st D'Angela sv), Cascio 6.5 (17' st Hountagni 5.5), Russo 6.5, Callipari 5, Napoli 6.5, Poleo 6, Borghi 7.5, Di Marco 5.5, Rigatto 7 (29' st Millico 6). A disp. Milieri, Battistello, Fazio, Benincaso. All. Marrella 6. Dir. Milieri.
MONTANARO (4-3-1-2): Fornaro 5.5, Salvadego 6.5, Bertone 8.5, Gottardo 7, Castrogiovanni 6, Armato 6.5, Capirone 7.5 (32' st Zorzi 7), Giorgi 6.5, Piovesan 6 (44' st Zucco sv), Zarantonello 8 (37' st Ricco sv), D'Agostino 7.5. A disp. Capozzucca, Spilla, Vercellio, Tua, Giampino. All. Morisi 8. Dir. Castrogiovanni.
ARBITRO: Locapo di Torino 6.
AMMONITI: 30' Napoli (Ma), 7' st Gottardo (Mo), 23' st Salvadego (Mo), 24' st Russo (Ma), 30' st Zarantonello (Mo), 42' st De Marchi (Ma).

LE PAGELLE

MAPPANESE
Giancotti 6 Zarantonello lo trafigge due volte, ma su entrambi i gol non ha colpe. Può fare ben poco anche sul tris di Capirone. Attento su una punizione velenosa di Giorgi, poi deve assistere impotente alla debacle dei suoi.
Tagliaro 6.5 Il classe 2004 si conferma su buoni livelli da terzino destro, lui che nasce centrale difensivo.
20’ st De Marchi 5.5 Entra bene in campo, ma rovina tutto travolgendo D’Agostino in area di rigore.
Simondi 5.5 Anche lui si fa ubriacare dalle folate offensive di Capirone e Piovesan, su cui fa fatica a reggere il confronto fisico. (36’ st D’Angela sv)
Cascio 6.5 Ci prova di testa su calcio d’angolo, ma è in ripiegamento difensivo che fa vedere le cose migliori.
17’ st Hountagni 5.5 Va a fare la boa per provare a scardinare la retroguardia gialloblù, ma spreca una buona chance poco dopo il suo ingresso in campo.
Russo 6 Con le buone o con le cattive, riesce a dirigere la difesa in maniera attenta per buona parte della contesa, fino agli ultimi minuti di delirio biancorosso.
Callipari 5 Dalle sue parti Capirone fa il bello ed il cattivo tempo. Su tre gol, due nascono dalla sua zona di competenza.
Napoli 6.5 Smista palloni a profusione per esterni ed attaccanti, cercando il pertugio giusto in cui far filtrare il pallone.
Poleo 6 In assenza di Bobbio, si carica sulle spalle i compiti da tuttocampista, rendendosi utile in entrambe le fasi.
Borghi 7.5 Gol d’autore: va via a Castrogiovanni con un sombrero, per poi involarsi verso la porta e bucare Fornaro con un siluro che si insacca sotto la traversa. Al primo minuto della ripresa sfiora l’eurogol con un sinistro che sfiora l’incrocio dei pali.
Di Marco 5.5 Un suo tentativo da ottima posizione nel primo tempo viene ribattuto dalla difesa gialloblù. Rimane l’unico lampo di una partita troppo fumosa.
Rigatto 7 Appena ha l’occasione di far esplodere il suo mancino, inganna Fornaro con una traiettoria beffarda che vale il 2-2.
29’ st Millico 6 Si lancia in contropiede con convinzione, dando anche una palla interessante di esterno per Borghi.
All. Marrella 6 Ottimo il primo tempo disputato dai suoi. Le numerose assenze nella ripresa si fanno però sentire e la squadra si scioglie come neve al sole, travolta dallo strapotere fisico della capolista.

MONTANARO
Fornaro 5.5 Non può nulla sulla rete di Borghi, mentre sul tiro a giro di Rigatto poteva fare sicuramente meglio.
Salvadego 6.5 Sulla sua fascia agisce Capirone, che spinge come un pazzo, cosa che lo costringe a rimanere arretrato per coprirne le avanzate. Fondamentale però una sua diagonale a fine primo tempo.
Bertone 8.5 Serve subito l’assist di testa a Zarantonello, per poi garantire il solito apporto costante alla manovra offensiva. Suo anche il lancio che manda in porta Capirone. Decide poi di prendersi la scena con un gol da cineteca che manda definitivamente ko la Mappanese.
Gottardo 7 Geniale il filtrante con cui manda in porta Zarantonello in occasione del raddoppio.
Castrogiovanni 6 Errore di lettura non da lui quello che manda in porta Borghi: sbaglia l’anticipo e il classe 2000 biancorosso gli va via come niente. Nella ripresa si riscatta e torna sui suoi livelli abituali ed andando anche vicino al gol di testa.
Armato 6.5 Non commette errori rilevanti, anche se non garantisce la solita sicurezza dietro nei primi 45’, complice la grande gara di Borghi. Decisamente meglio in marcatura su Hountagni nell’ultima mezz’ora di gioco.
Capirone 7.5 L’uomo ovunque di Morisi. Partecipa attivamente all’azione che porta al primo gol gialloblù, approfittando della prateria lasciatagli da Callipari, per poi trovare il 3-2 con un tracciante di destro che non dá scampo a Giancotti.
32’ st Zorzi 7 Segna ancora ad un giorno di distanza dalla rete messa a segno con l'Under 19, sfruttando un bel filtrante di D’Agostino.
Giorgi 6.5 Presenza importante in mezzo al campo, soprattutto in fase di rottura. Ci prova da fermo ma Giancotti respinge.
Piovesan 6 Lotta come un leone su ogni pallone, facendo spesso e volentieri da sponda per gli inserimenti di D’Agostino e Zarantonello. (44’ st Zucco sv)
Zarantonello 8 Sinistro di pregevole fattura con cui stappa la gara dopo neanche dieci minuti. Si ripete dopo poco con un altro sinistro che vale la propria doppietta. Ci prova anche con il destro, stavolta su punizione, sfiorando la traversa. (37’ st Ricco sv)
D’Agostino 7.5 Svaria su tutto il fronte d’attacco cercando varchi in cui lanciarsi e sfruttare la propria velocitá. Stavolta però gli manca il guizzo vincente. Nel finale si esalta: assist di tacco per Zorzi e rigore procurato e segnato per il 6-2 finale.
All. Morisi 8 Prova di forza stratosferica dei suoi, che nonostante il botta e risposta nel primo tempo non perdono la bussola e dilagano nella ripresa, continuando la loro marcia in vetta alla classifica.

ARBITRO Locapo di Torino 6 Dirige bene la contesa, anche se lascia qualche perplessità la gestione dei cartellini gialli.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400