Cerca

Prima Categoria

River-Caselette: la doppietta di Jatta rovina la festa ai padroni di casa e regala un punto a Chiapino

I gol di Altieri e Cagliostro illudono il gruppo di Caputo, ma i due gol del classe '99 rendono tutto vano

Muhammed Jatta

Muhammed Jatta ('99), autore della doppietta che è valsa la rimonta per il Caselette

La quattordicesima giornata del campionato di prima categoria piemontese girone D vede affrontarsi l'una contro l'altra i padroni di casa del River 1951 e il Caselette. Gli ospiti, sesti in classifica, non perdono tre giornate e vogliono dare continuità al proprio percorso anche su un campo ostico come quello del River; i Rossi padroni di casa sono alla ricerca di una scintilla che possa permettere loro di accorciare il gap che li separa del gruppo di testa del girone. 

Grande avvio del River. I padroni di casa guidati dal tecnico Caputo si presentano al match odierno sull'onda dell'entusiasmo dovuto alla vittoria inattesa nell'ultima giornata di campionato sul campo dello Spazio Talent Soccer. Caputo decide di posizionare i suoi con un 3-5-2 per dare ampiezza alla manovra e provare a sfruttare al meglio la velocità dei due esterni Altieri e Chiodi: tra i pali si posiziona il veterano De Rossi, linea a tre di difesa composta da Mastrorosa, Santomauro e Ba; nel cuore del centrocampo c'è Vasquez, affiancato dalle mezze ali Senatore e Riccio; i due esterni a tutta fascia sono Altieri a destra e Chiodi a sinistra; in attacco spazio a Saba e capitan Cagliostro. L'avvio del River è decisamente da incorniciare come certificano i due gol maturati tra il 10' e il 15'. Il vantaggio dei padroni di casa arriva al termine di un'azione caparbia sulla corsia destra di Altieri, rapidissimo a ribadire in rete di testa una conclusione di Saba respinta dal portiere. Una manciata di secondi più tardi, il River sfrutta l'inerzia psicologica della gara e punisce nuovamente un Caselette disorientato: imbucata in profondità di Vasquez per Cagliostro che a tu per tu con Chiodi non ha problemi a superarlo con un tocco morbidissimo. Sul doppio vantaggio i ragazzi di Caputo abbassano il loro baricentro, lasciando il pallino del gioco in mano agli ospiti che con il passare dei minuti riemergono dal torpore iniziale. A pochi minuti dalla fine della prima frazione di gioco, arriva un uno due micidiale firmato Jatta con cui improvvisamente si va al riposo sul 2-2. Nella ripresa Caputo prova ad aumentare il peso specifico del suo reparto offensivo inserendo di due fratelli Karroumi e richiamando in panchina Vasquez e Riccio, ma i pericoli nell'area ospite faticano ad arrivare. Al minuto 31' della ripresa la partita viene momentaneamente sospesa per permettere l'arrivo dell'ambulanza in soccorso di Santomauro: il centrale difensivo del River accusa un forte calo di pressione che lo costringere a sdraiarsi sul rettangolo di gioco quasi privo di sensi. Dopo il grande spavento, la partita riprende per l'ultimo quarto d'ora di gioco dove però le due squadre non riescono più a trovare la via del gol. 2-2 che può far sorridere Caputo, sempre più consapevole di avere una squadra che, se in giornata, può davvero mettere in difficoltà tutte le avversarie del girone.

Jatta imprendibile. Per allungare la striscia di risultati utili, il tecnico ospite Chiapino si affida ad un 4-4-2 solido e compatto, seppur privo del centravanti Crisafi: estremo difensore Chiodi, Guerra terzino destro, Manfrin terzino sinistro, Gallione e Bianco difensori centrali; mediana composta da Lena e De Cicco, capitan Moia largo a destra, Jatta largo a sinistra e Bertoncello-La Fortezza tandem offensivo. Dopo un quarto d'ora iniziale da cancellare totalmente, in cui i padroni di casa vanno avanti di due gol, il Caselette inizia a macinare gioco e vincere i duelli fisici in mezzo al campo. Fino a pochi minuti prima dell'intervallo la mole di gioco prodotta dai Neroverdi risulta sterile e un po' prevedibile; poi però il River entra negli spogliatoio in anticipo e Jatta nel giro due minuti riapre la gara. L'esterno sinistro con l'undici sulla schiena prima trova una traiettoria perfetta dal vertice destro dell'area con un bellissimo mancino ad incrociare sugli sviluppi di una rimessa laterale; poi colpisce in contropiede capitalizzando al meglio una ripartenza letale condotta da Moia. Il secondo tempo si apre con ritmi più blandi e squadre leggermente più lunghe. La palla gol più clamorosa della ripresa capita sul destro di La Fortezza, a cui però manca l'istinto del goleador per trasformare in rete una respinta corta di De Rossi. Nel finale, dopo l'interruzione del gioco per i soccorsi a Santomauro, gli ospiti hanno ancora una potenziale chance per completare la rimonta e tornare a casa con i tre punti: strappo in velocità del solito Jatta che appoggia per Moia e si butta in profondità; il capitano però decide di servire l'accorrente Bianco che, dopo 50 metri di progressione, calcia debolmente sul primo palo senza impensierire De Rossi. Al triplice fischio può essere almeno parzialmente soddisfatto Chiapino, che allunga così la striscia di risultati utili e, vista anche la partita da recupera, sogna l'aggancio alle zone nobile della classifica.

IL TABELLINO

RIVER 1951-CASELETTE 2-2
RETI (2-0, 2-2): 12' Altieri (R), 14' Cagliostro (R), 43' Jatta (C), 45' Jatta (C).
RIVER 1951 (3-5-2): De Rossi 6.5, Senatore 6.5, Ba 6, Mastrorosa 6.5, Riccio 6 (5' st Kerroumi O. 6), Santomauro 6.5 (31' st Chiarenza sv), Chiodi 6.5, Vasquez 6 (5' st Kerroumi M. 6), Saba 6, Cagliostro 7, Altieri 7. A disp. Ferrara, Perri. All. Caputo 6.5.
CASELETTE (4-4-2): Chiodi 6.5, Guerra 6, Manfrin 6, Lena 6 (15' st Iguera G. 6.5), Gallione 6, Bianco 6.5, Moia 7, De Cicco 6.5, La Fortezza 5.5 (18' st Battista 6), Bertoncello 6, Jatta 7.5. A disp. Bolboceanu, Camaggio, Rega, Regis, Groff. All. Chiapino 6.5.
ARBITRO: Musleh di Pinerolo 6.
AMMONITI: 33' Manfrin (C), 17' st Kerroumi M. (R).

LE PAGELLE

RIVER 1951

De Rossi 6.5 Fa valere la sua esperienza con diverse ottime uscite e qualche buon intervento; sui gol incassati non può nulla.
Mastrorosa 6.5 Bravo negli anticipi e nel gioco aereo, si fa sempre trovare pronto in marcatura.
Santomauro 6.5 Prima della grande paura, gioca una gara da leader difensivo, impostando sempre l'azione dal basso con qualità. (32' st Chiarenza sv)
Ba 6
Buona gamba e qualche sovrapposizione pericolosa, specialmente nel primo tempo.
Riccio 6 Grande grinta e fisicità per l'interdittore di Caputo che recupera diversi palloni ma a volte è impreciso nel gestirli.
5' st Kerroumi O. 6 S'affianca a Cagliostro per dare più peso alla manovra in fase offensiva ma non ha a disposizione particolari chance per incidere.
Senatore 6.5 Rapido e caparbio, abbina bene qualità e quantità nel cuore del centrocampo.
Vasquez 6 Cerca aggiungere qualità e tecnica alla manovra dei suoi ma a volte è un po' compassato con il pallone tra i piedi.
5' st Kerroumi M. 6 Entra e si sistema in mediana per aumentare la fisicità della squadra e dare nuova verve alla manovra.
Chiodi 6.5 Ottimo dribbling, macina chilometri sull'out di destra e non ha paura a calciare verso la porta avversaria difesa dal fratello più piccolo.
Altieri 7 Primo tempo da capogiro, con tanto di gol del vantaggio; nella ripresa si sacrifica di più in fase difensiva.
Saba 6 Parte in attacco al fianco di Cagliostro, poi si abbassa in mediana; gara positiva ma senza squilli particolari.
Cagliostro 7 Prestazione da capitano e veterano della squadra; a tratti fa reparto da solo e trova anche un gol di pregevole fattura.
All. Caputo 6.5 I suoi ragazzi scendono in campo con la giusta mentalità e sfiorano i tre punti; gara ordinata tatticamente e di grande attenzione da parte di tutti gli effettivi.

CASELETTE
Chiodi 6.5
Diverse buone uscite con i pugni e un'ottima parata ad inizio ripresa su Altieri.
Guerra 6 Primo tempo un po' in affanno, migliora nella ripresa e gioca una gara di grande attenzione.
Manfrin 6 Bel duello con Chiodi, si concentra principalmente sulla fase difensiva.
Gallione 6 In marcatura su Cagliostro cerca di limitare il bomber di casa con grinta e fisicità.
Bianco 6.5 Preciso negli anticipi si concede anche qualche avanzata in zona offensiva; nel finale arriva anche a calciare in porta ma è esausto e non riesce ad imprimere potenza alla conclusione.
Lena 6 Buona tecnica e visione di gioco, prova a dettare i tempi della manovra ospite.
15' st Iguera G. 6.5 Prendo posto in mezzo al campo, si fa trovare bene in appoggio ai compagni e muove palla a due tocchi.
De Cicco 6.5 Grande intensità per questo centrocampista duttile e abile in entrambe le fasi di gioco.
Moia 7 Ottima tecnica individuale, perde pochi palloni e trova l'assist perfetto per il pareggio di Jatta.
Jatta 7.5 Tante accelerazioni pericolose e soprattutto due gol pesantissimi in rapida successione prima dell'intervallo
La Fortezza 5.5 A volte in difficoltà nei duelli aerei, non capitalizza come potrebbe la palla del vantaggio in avvio di ripresa.
18' st Battista 6 Con il suo ingresso sulla fascia sinistra, Jatta si alza in attacco; i due provano a duettare senza però trovare il varco giusto tra le maglie rosse del River.
Bertoncello 6 Cerca di far salire i compagni giocando di sponda ma i difensori avversari lo limitano bene.
All. Chiapino 6.5 Tralasciando il primo quarto d'ora, la sua squadra concede poco agli avversari e sembra sempre in controllo del gioco; le chiare occasioni da gol non sono molte ed il pareggio è il risultato più giusto.


ARBITRO: Musleh di Pinerolo 6
Nessuna chiamata particolarmente complicata; nel complesso dirige bene il match.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400