Cerca

Calciomercato Prima Categoria

SprintMercato: obiettivo Promozione a Torino, sei colpacci per sognare

Le ultime trattative di Prima Categoria: in Valsusa non basta più la salvezza sofferta e il mercato può aiutare

CALCIOMERCATO PRIMA CATEGORIA PIEMONTE ROBERTO DI LUCIA

CALCIOMERCATO PRIMA CATEGORIA PIEMONTE: Roberto Di Lucia colpaccio dello Spazio Talent Soccer

QUESTO CONTENUTO LO TROVI SUL GIORNALE IN EDICOLA IL 18 LUGLIO A PAGINA 28

MAPPANESE

C’è aria nuova in casa Mappanese. La società del presidente Andrea Graneri, dopo aver confermato Luca Marrella alla guida della prima squadra, si è messa subito al lavoro per consegnare al tecnico una rosa di livello. Partiamo dalla porta, che l’anno prossimo verrà difesa da Alessandro Leone: il classe 1993 ex Cnh, Mathi Lanzese e Caselle, andrà a sostituire il ritirato Davide Giancotti. Anche in difesa c’è da registrare un ritiro, ovvero quello di Marco Giacomini, il cui posto in rosa viene preso dal classe 2000 Daniele Bigotti, reduce da anni di esperienza in Promozione con le maglie di Ponderano e Santhià. Ma è a centrocampo che si registrano le due più grandi novità: Giacomo Cornaglia (’00), una vita al Volpiano dopo i primi calci nella Juventus e Andrea Giardino (’01), prelevato dal Vanchiglia dove ha giocato dai Giovanissimi alla prima squadra. In mezzo c’è però il grande punto interrogativo legato a Marco Bobbio, che ancora non sa se continuare con il calcio giocato per motivi lavorativi. Chiudiamo con l’attacco, dove i biancorossi, registrata la partenza di Napoli, potranno avvalersi delle prestazioni di Kevin Damiani, esterno classe ’98 ex Corio e Caselle, e Daniel Perri, promettente ala classe 2003 proveniente dal River 1951.

SPAZIO TALENT SOCCER

Lo Spazio Talent Soccer fa sul serio. La scorsa settimana si è presentato Giuseppe Perziano, a cui la società ha chiesto una cosa semplice: la vittoria. Questo l’obiettivo dei gialloblù per il 22/23, senza nascondersi. Per farlo, la rosa sarà profondamente rivoluzionata, partendo però dalla conferma delle colonne portanti del gruppo: oltre ai portieri Boetto (’85) e Iovino (’02) ed ai giovani Mariella e Piu (entrambi 2001), faranno da “senatori” Daniele Di Corso (’95), Simone Ferlazzo (’98) e Andrea Riccelli (’90), che sono rimasti nonostante le molte richieste. Tante le realtà da cui l’Sts ha poi pescato per rinforzarsi: dal Chianocco sono arrivati Davide Rizzo (’89) e Piero Cerrato (’80), mentre dal Pancalieri Castagnole ecco gli innesti di Giacomo Lupano (’85) e Daniele Pietraniello (’94). Dulcis in fundo, per l’attacco sono stati portati a casa due pezzi da novanta per la categoria. Prima di tutto c’è da segnalare il ritorno sui campi di Maurizio Luisi (’91), attaccante che sa cosa vuol dire scollinare la doppia cifra, avendo raggiunto questo traguardo personale sia in Promozione che in Prima Categoria, che va ad aggiungersi a Roberto Di Lucia (’88), autore di 13 gol con la maglia del Beppe Viola nell’ultima stagione. Nuova linfa e tanto entusiasmo: mix giusto per sognare.

CHIANOCCO

Le favole che ci sono state raccontate da piccoli, così come i libri o i film, ci insegnano una cosa: spesso sono coloro che non ti aspetti a prendersi la scena. Questo assunto non è universalmente valido, ma rappresenta al meglio quanto sta facendo il Chianocco in chiave calciomercato. La società orange è la Salernitana della Prima Categoria; infatti, dopo una salvezza all'ultimo respiro, si sta rendendo protagonista con tanti colpi, studiati e in grado di alzare l'asticella. Irmo Tonda, ds della società, dopo il colpaccio Lorenzo Pasqualone (in arrivo dall'Eccellenza) ha ufficializzato: dal Venaus i classe 2004 Matteo Calabrò e Francesco Longhitano; i centrocampisti Alessio Colucci (93'), Manuel Martino (99') e Matteo Tinetti (99'); infine il terzino destro classe 98' Mattia Toriello.

Tanti acquisti a disposizione del tecnico Natalino Calabrò, il quale fa trasparire ambizione dalle sue parole: «Per ora sono soddisfatto perché credo siamo riusciti a rinforzare la rosa, vedremo poi se il campo ci darà ragione. Credo sia lecito aspettarsi una crescita rispetto alla scorsa annata, bisogna cercare di salvarsi con più anticipo per poi fare sempre meglio». Il Chianocco è ambizioso, così come il suo tecnico, ora l'attesa è vedere in azione i volti nuovi orange.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400