Cerca

Prima Categoria

Dalla Valsesia con furore: il Sindaco è implacabile, Medana delibera la grande vittoria

Colpo a sorpresa in casa di una delle favorite per la vittoria finale del campionato, il team di Fabani strappa 3 punti e applausi

Kevin Mainetti Mattia Urban Andrea Medana

Virtus Vercelli-Quaronese Prima Categoria: Kevin Mainetti, Mattia Urban e Andrea Medana, a segno in maniera implacabile contro i vercellesi di casa

Virtus Vercelli troppo brutta per essere vera, Quaronese a questo punto dalle grandi prospettive. Grande colpo infatti del team di Raffaele Fabani, che da neo promosso va a battere una delle favorite per la vittoria finale del campionato. Di contro la squadra di Gigi Putrino si dimostra lenta, macchinosa, senza idee e con poca cattiveria agonistica, e alla fine perde 4-1. Valsesiani in vantaggio nella prima frazione con un eurogol di Mainetti, poi nella ripresa il raddoppio di Urban. La Virtus si scuote e con il subentrato Bracco segna il gol che tiene viva la partita. Ma anche con la complicità di Algieri nel finale Medana segna la doppietta che permette ai giallo-blu di chiudere con un poker.

L'eurogol di Mainetti In avvio i gialloneri (ieri in completo verde) vogliono subito che la loro campagna di mercato estiva porti i frutti sperati e optano per una partenza sprint, tanto che dopo soli pochi secondi diagonale in allungo di Panipucci con palla a fil palo. Sicuramente gli infortuni possono essere un fattore durante la stagione e dopo neanche 10' di gioco purtroppo il primo ad abdicare è Fiore, che viene sostituito da Valente. Proprio al quarto d'ora il neo entrato riceve un filtrante da Panipucci, e col mancino prova a incrociare, ma è bravo Filippo Monti a respingere con il piede. La partita vive a sprazzi e al 21' lancio dalle retrovie per Medana che gioca di sponda col petto per l'accorrente Mainetti il quale si porta avanti la palla e col sinistro infila l'incrocio dei pali. 0-1. Ospiti in vantaggio e ora ci si attende una veemente reazione dei padroni di casa. Ma la Virtus è troppo lenta e macchinosa soprattutto nella linea mediana del campo e riesce a riaffacciarsi dalle parti di Filippo Monti solo verso la fine con una timida punizione di Porcelli, che l'estremo difensore valsesiano riesce a mettere in corner.

Botta e risposta La Virtus non c'è proprio e neanche l'ingresso di Rrukaj per portare più spinta a destra funziona. Grandi i meriti della Quaronese dunque. Il problema è a sinistra dove al 18' Bertola non segue Medana il quale appoggia dentro per Urban, che lasciato colpevolmente e inspiegabilmente solo ha il tempo di piazzare e pescare l'angolo opposto e raddoppio. 0-2. L'unico della Virtus Vercelli che prova a fare qualcosa, anche se in maniera farraginosa è Napolitano, che tenta di spaventare la porta dei valsesiani con due conclusioni però imprecise. Mister Putrino cambia nuovamente e inserisce Arnone e Bracco per Bellinghieri e il subentrato Valente. Sono proprio i due neo entrati a confezionare il gol che riapre la partita con assist del primo per il tiro del secondo, classe 2003. 1-2.

Medana Show Sono però gli errori individuali a castigare la Virtus e al 23' Rrukaj, che serve una palla lenta e in orizzontale verso Bellardita. Sulla traiettoria s'inserisce Medana, che anticipa il centrale prima di battere Algieri per la terza volta, in questo frangente non esente da colpe. 1-3. Sono di nuovo quindi due le lunghezze da recuperare per la squadra di Putrino. La Virtus prova a reagire con due conclusioni di Porcelli alte sopra la traversa ma la giornata negativa si completa al 48' quando direttamente da rinvio del portiere spizzata di Labarbuta per Medana, che anticipa la lenta uscita di Algieri e con uno scavetto cala il poker. Finisce 1-4.

IL TABELLINO 

VIRTUS VERCELLI-QUARONESE 1-4
RETI:
21' Mainetti (Q), 18' st Urban (Q), 23' st Bracco (V), 28' st Medana (Q), 48' st Medana (Q).
VIRTUS VERCELLI (4-4-2):
Algieri 5, Benincasa 5.5, Bertola 5, Bellardita 5, Branca 6 (15' st Rrukaj 5), Napolitano 6, Bellinghieri 5 (19' st Arnone 6.5), Maggiolo E. 5, Panipucci 5.5, Porcelli 5, Fiore sv (12' Valente 5, 19' st Bracco 6.5). A disp. Franco, Gallione, Sylla, Petasecca, Arlone. All. Putrino 5.
QUARONESE (4-3-3):
Monti 7, Giardino 6.5, Bellan 7 (38' st Baioni sv), Magliarella 7, Monti 7, Mancin 7, Urban 8, Mainetti 8, Cavagnino 7 (31' st Labarbuta 6.5), Dura 7.5 (44' st Bolzoni sv), Medana 8.5. A disp. Di Battista, La Rubina. All. Fabani 8.
ARBITRO:
Marmo di Asti  6.5.
AMMONITI:
Cavagnino (Q), Valente (V), Bellinghieri (V).

LE PAGELLE 

VIRTUS VERCELLI

d d d d d d d

L'undici di partenza della Virtus Vercelli scelto dal tecnico Gigi Putrino per il debutto stagionale a Caresana


Algieri 5 
Se sulle prime due reti subite non può fare nulla su quelle di Medana non è esente da colpe.
Benincasa 5.5
Così così da terzino. Da centrale accorcia male sugli attaccanti.
Bertola 5
Manca di cattiveria, concentrazione e posizione.
Bellardita 5
Prima perde Urban poi sull'ultimo gol subito si lascia sovrastare di testa.
Branca 6
Ordinato e concentrato in copertura su Urban e compagni. Esce per un problema alla caviglia.
15' st Rrukaj 5
Sull’1-2 commette una follia inventandosi un passaggio lento e in orizzontale.
Napolitano 6
Prova a fare qualcosa in più rispetto ai suoi compagni.
Bellinghieri 5
Poco determinato e sempre in ritardo sulle seconde palle.
23' st Arnone 6.5
Appena entrato trova l'assist per il compagno Bracco.
Maggiolo 5
Ha forse l'attenuante di arrivare dalla febbre ma è una prestazione non da capitano. Non detta le solite geometrie.
Panipucci 5.5
Nel primo tempo è quello che cerca il guizzo. Nella ripresa scompare.
Porcelli 5
Qualche iniziativa solo dopo l'80' con due tiri sopra la traversa.
Fiore sv
Fuori per infortunio quasi subito. 
12' Valente 5
Un'ammonizione subita e poco altro.
23' st Bracco 6.5
Appena entrato si gira e trova il pertugio giusto per riaprire la gara.
All. Putrino 5
Squadra poco cattiva e non determinata. Non certo quello che piace a lui.

QUARONESE

e e e e e e e

I titolari della Quaronese scelti dal tecnico Raffaele Fabani, che si sono dimostrati letali contro un'avversaria di alto rango

F. Monti 7 Col punteggio ancora sullo 0-0 compie una bella parata. Risponde presente anche nel finale.
Giardino 6.5 Bene in fase d'anticipo.
Bellan 7 Tempismo e determinazione sulla corsia mancina contro ogni avversario. (38' st Baioni sv)
Magliarella 7  Ordine e agonismo davanti alla difesa.
R. Monti 7 Annulla i due attaccanti avversari.
Mancin 7 Partita da vero capitano. Comanda alla perfezione il reparto e non fa girare Panipucci e Porcelli.
Urban 8 Mette al servizio della squadra la sua esperienza facendosi sempre dare la palla, portando a spasso la difesa avversaria e risultando implacabile ogni qual volta sfodera il suo mancino. Il «Sindaco» (come veniva chiamato ai tempi di Borgosesia) ha 37 anni ma è sempre in grande spolvero.
Mainetti 8 Un eurogol per inaugurare la stagione. Una staffilata diretta nel sette. Per il resto una gara solida e dispendiosa al centro del campo.
Cavagnino 7 Accompagna bene l'azione offensiva sulla sinistra.
31' st Labarbuta 6.5 Mette a disposizione la sua fisicità sul fronte offensivo per tenere lontana la palla dalla propria area di rigore.
Dura 7 Tantissima corsa in mezzo al campo e molto lavoro oscuro. Un'enormità di palloni recuperati. (44' st Bolzoni sv)
Medana 8.5 Splendida la sponda di petto con la quale libera lo spazio a Mainetti sulla conclusione del vantaggio. Serve a Urban la palla dello 0-2 e segna la doppietta risolutiva nel finale mostrando precisione, spunto e freddezza davanti al portiere.
All. Fabani 8 Imposta la partita in maniera perfetta. Squadra che corre tanto e che si dimostra cinica davanti al portiere. A volte anche Davide può battere Golia.

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400