Cerca

Orobica C.B-Juventus Primavera Femminile: le ragazze di Aresi resistono 20' minuti poi Berti guida la goleada bianconera

Orobica Juventus Primavera Femminile-Berti
Troppo ampio il divario tra la Juventus e l'Orobica, con le bianconere che terminano il match con un sonoro 0-8. Le padrone di casa hanno provato a resistere all'offensiva bianconera, ma alla lunga la forza dell'avversario è uscita e non è più bastata la determinazione delle ragazze di Aresi che hanno dovuto fare i conti con lo spietato reparto offensivo bianconero. L’Orobica infatti è stata bravissima nei primi 20’ a chiudere tutti gli spazi con grande generosità e abnegazione, ma un lampo di Moretti ha aperto le danze per la goleada per le ragazze di Piccini che si dimostrano ancora una volta incontenibili. Il vantaggio. Inizia il primo tempo con l’Orobica che prova a rendersi pericolosa cercando di attaccare la profondità alle spalle di Sciberras, con la velocità di Valtorta che punta l’avversaria, ma non riesce a saltarla. Al 22’ sono però le bianconere a portarsi in vantaggio: Giordano allunga la falcata, arriva sul fondo e serve in mezzo Moretti che si libera di Madaschi e a tu per tu davanti a Villa non sbaglia trovando il vantaggio. L’Orobica prova a reagire, ma passano pochi minuti e subisce il 2-0 con Pfattner che sfrutta al meglio un cross dalla sinistra ribadendo a rete con una bella girata al volo, trafiggendo l'incolpevole portiere avversario. Poco dopo è Berti a rendersi pericolosa con un conclusione da appena dentro l'area che è però troppo centrale e facile per Villa. Aresi prova ad incitare le sue ragazze e nel finale di gara arriva l'occasione per le bergamasche di trovare la via del gol: Limonta batte un calcio di punizione da posizione molto difficile, conclusione forte e precisa sulla quale è brava però Sargenti a deviare prontamente in angolo. Sugli sviluppi dello stesso, viene lanciato il contropiede della Juventus con Berti che velocissima arriva in area, crossa per Ippolito che calcia in porta, ma è bravissima Villa a bloccare. Nei minuti finali è invece Arcangeli a sfiorare il gol, la cui conclusione colpisce la traversa ed esce sul fondo. La goleada. Gli ospiti entrano in campo nella ripresa con maggior piglio e voglia di fare male alle rossoblu e al 5’ riescono a trovare il gol che mette al sicuro il risultato: Ippolito al limite dell’area scarica palla per Giordano che lascia partire un tiro potentissimo che Villa non riesce a raggiungere. Non passa il tempo dell’esultanza che le ragazze di Piccini trovano il quarto gol con Arcangeli che lascia partire un violento destro che s’infila alle spalle del portiere avversario. L’Orobica prova comunque a ribattere colpo su colpo, ma come detto, è troppo il divario tra le due squadre e al 23’ arriva il 5-0 con Pfattner che scatta sulla corsia di destra, crossa in mezzo per Arcangeli che lascia sfilare alle sue spalle per la corsa di Berti che libera di ogni marcatura riesce ad insaccare comodamente in rete. Subito dopo è Caiazzo ad unirsi alla festa del gol staccando più alto di tutte sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La Berti sale in cattedra e, subito dopo aver colpito il palo, trova il gol con un tiro dal limite dell’area. Tutto lascia supporre che ormai la Juventus voglia gestire il risultato, ma c’è spazio per un ultimo gol con Ippolito che si fa tutto il campo palla al piede, salta tutta la difesa di casa e con un colpo da biliardo timbra il cartellino per lo 0-8 finale e tre punti importanti per continuare a mantenere salda le vetta della classifica.

IL TABELLINO

OROBICA C.B.-JUVENTUS 0-8 RETI: 22' Moretti, 24’ Pfattner (J), 4’ st Giordano (J), 7’ st Arcangeli (J), 23' st e 29' st Berti (J), 26’ st Caiazzo (J), 33' st Ippolito (J). OROBICA C.B. (4-3-3): Villa 6, Lorenzi 6, Fumagalli 5.5, Birolini 6 (34' st Dodesini sv), Valtorta 6, Covelli 5.5, Madaschi 5.5, Limonta 6, Cortesi 5.5, Galimberti 6, Galli 5.5 (15' st Colombo 6).  A disp. Imperatori, Paleari, Giardelli, Filipponio, Cornago, Vangeri, Zucchinali.  All. Aresi 6. JUVENTUS (4-4-2): Sargenti 6, Sciberras 6.5 (40' st Requirez sv), Giordano 8, Giai 6.5, Caiazzo 7, Candeloro 6.5 (24' st Talle 6), Berti 9, Moretti 7.5 (16' st Ferrari 6.5), Pfattner 8 (38' st Magliano sv), Ippolito 8, Arcangeli 7 (24' st Nava 6).  A disp. Serafino, Giachetto, Verna, Schatzer.  All. Piccini 7. ARBITRO: Negri di Legnano 6.5. ASSISTENTI: Said di Bergamo, Cerami di Bergamo Orobica C.B - Juventus Primavera Femminile-Direttore

LE PAGELLE

OROBICA C.B Villa 6 Oggi può fare poco: è incolpevole sui gol presi e compie qualche buon intervento Lorenzi 6 S’impegna e fa vale la propria grinta sulla corsia di destra. Fumagalli 5.5 Berti è un’avversaria tosta e fatica ad arginarla. Birolini 6 Fa da diga in mezzo al campo. Buona prova nel primo tempo. Nella ripresa perde un po’ d’acqua. (34' st Dodesini sv) Valtorta 6 Nel primo tempo si fa vedere spesso sulla sinistra, anche se fatica a saltare in velocità Sciberras. Covelli 5.5 Fatica a tenere le folate di Arcangeli e Pfattner. Lascia qualche spazio di troppo. Madaschi 5.5 Marcatura leggera sul gol che apre le danze. Prova a limitare i danni come può. Limonta 6 Corre tanto in mezzo al campo, cercando di conquistare palla appena possibile. Cortesi 5.5 Lotta con la difesa della Juventus con tenacia, ma non riesce a trovare sbocchi. Galimberti 6 Fa valere la sua fisicità. Nella ripresa è stanca è non riesce a dare il suo apporto. Galli 5.5 Stretta nella morsa, non trova gli spazi giusti per rendersi pericolosa. 15' st Colombo 6 Prova a dare più ossigeno alla manovra. All. Aresi 6 Non sono queste le partite per fare punti, buono il primo tempo. Orobica C.B Juventus Primavera Femminile-Orobica JUVENTUS Sargenti 6 Per gran parte della gara è spettatrice non pagante. Chiamata in causa si fa trovare presente. Sciberras 6.5 Più timida della collega sull’altra fascia, ma tiene sempre bene dietro.  (40' st Requirez sv) Giordano 8 Una freccia sulla sinistra: spinge con ferocia ed è brava a trovare il gol. Giai 6.5 Rompe il gioco con grande grinta e caparbietà. Brava nella gestione della sfera. Caiazzo 7 Stacco poderoso che impreziosisce una prestazione da baluardo. Candeloro 6.5 Bravissima a chiudere tutte le linee di passaggio. (24' st Talle 6) Berti 9 Prestazione senza aggettivi: crea sempre superiorità numerica sulla sinistra e trova due gol importanti. Sempre nel vivo dell’azione con i suoi dribbling. Moretti 7.5 Apre le danze dopo un dribbling nello stretto in area. Sempre pronta a stringersi dalla sinistra. (16' st Ferrari 6.5) Pfattner 8 Pericolosa e letale negli ultimi metri. Crea un sacco di grattacapi alla difesa dell’Orobica. (38' st Magliano sv) Ippolito 8 Bravissima a prendere palla e ad inventare. Si unisce alla festa nel finale. Arcangeli 7 Delizioso il velo per il gol di Berti. Bravissima a svariare sul fronte d’attacco. (24' st Nava 6) All. Piccini 7 Qualche aggiustamento nel primo tempo per dare la sveglia alle sue, che sembra giochino quasi a memoria. ARBITRO Negri di Legnano 6.5 Gestisce benissimo una gara priva però di episodi di difficile interpretazione. Orobica C.B Juventus Primavera Femminile-Festa

LE INTERVISTE

Al termine della partita, Aresi è soddisfatto dell’atteggiamento delle sue ragazze e riconosce la forza delle avversarie: «Sapevamo che non era una partita facile. C’è troppo divario tra le due squadre e alla fine i valori sono usciti. Sono contento che nei primi minuti abbiamo retto il colpo, mostrando un atteggiamento diverso rispetto alla scorsa partita contro il Verona che abbiamo perso 7-1. Noi siamo una squadra in divenire, che deve migliorare ancora molto e che deve prendere questo campionato come una prova per vedere a che punto siamo rispetto alle altre squadre. Inoltre oggi hanno giocato due 2005, sintomo che siamo una squadra giovane che deve giocare queste partite per fare esperienza». Meno contenta invece Piccini che però apprezza la reazione: «Nel primo tempo non mi sono piaciute, abbiamo sbagliato magari l’approccio alla gara, non trovavamo gli spazi e dovevamo trovare le giuste posizioni in campo. Nella ripresa invece abbiamo avuto una bella reazione, sia sul piano della concretezza sottoporta, che sulla gestione del pallone. Poi a livello qualitativo la rosa è forte e i valori si sono visti. Penso che alla fine la prestazione sia positiva. Dobbiamo migliorare ancora tanto e questo continuo fermarsi-ricominciare ad allenarsi certamente non aiuta. Ho detto però alle mie ragazze di continuare così, con questo spirito e godersi i momenti in cui apriamo la porta di casa per poterci allenare sul campo e giocare».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400