Cerca

Giana Erminio-Alessandria Primavera 3: Grigi senza pietà, Poppa porta a casa il pallone

Alessandria Filipi Andrea

Vittoria tennistica con «cappotto» per l'Alessandria sul campo della Giana, in cui spicca la tripletta di bomber Poppa. Gli ospiti hanno giocato con tanta intensità per tutto l'arco dei novanta minuti e, se possibile, ancor di più nella prima parte della ripresa come richiesto dal tecnico Rebuffi, con la squadra che proprio in questo frangente ha messo la pietra definitiva sul match. I grigi, inoltre, hanno avuto una percentuale realizzativa altissima, andando a segno quasi ogni volta in cui sono presentati pericolosamente dalle parti di Galimberti. Ad aiutarli a onor del vero sono stati anche i padroni di casa con alcuni errori marchiani in difesa su almeno la metà delle segnature alessandrine, uno degli aspetti su cui dovrà lavorare prossimamente Andrea Chiappella.

Tris dei grigi La giornata è una delle prime tipicamente primaverile ma i 22 scesi in campo agli ordini del signor Di Summa non ne risentono, e partono subito con velocità e pressing a tutto campo. La fase di studio tra Giana e Alessandria si interrompe con un lampo dei grigi all'11', il primo decisivo: Poppa sul versante sinistro punta e salta in velocità Colombara, cross teso soltanto deviato da Galimberti, il pallone si alza un po' e sull'altro versante sbuca Podda che mette in porta di testa indisturbato per il nuovo punteggio di 0-1. La Giana prova a rispondere immediatamente al gol dell'Alessandria con un calcio di punizione di Dilernia, conclusione a giro e Marchelli controlla il pallone che sorvola di poco la traversa. A questo punto l'Alessandria spinge sull'acceleratore, con la Giana che sembra resistere discretamente al forcing. La sfida prosegue senza particolari emozioni sino al 32' quando gli ospiti raddoppiano, sempre con un colpo di testa: morbido pallone dalla fascia sinistra messo in mezzo all'area da Minosse che scavalca Filipi e il suo marcatore Colombara, alle spalle dei due si inserisce Poppa che dopo un rimbalzo di testa anticipa Galimberti e lo batte per al seconda volta. Questa volta l'undici di Chiappella sembra accusare maggiormente il colpo, però con attenzione riesce a evitare altri problemi, almeno fino a pochi secondi dalla fine del primo tempo. Fallo laterale sul versante sinistro dell'attacco alessandrino, palla in area a Filipi che non viene contrastato a dovere, usa bene il corpo per liberarsi del suo marcatore e solo davanti a Galimberti lo trafigge con un semplice rasoterra. La Giana fa appena in tempo a riprendere il gioco da centrocampo che l'arbitro manda le due formazioni negli spogliatoi, punteggio di 0-3 probabilmente troppo punitivo per la Giana al cospetto di una Alessandria di ottimo livello, capace di sfruttare ogni opportunità avuta in area di rigore. Biancazzurri troppo teneri in difesa e poco pericolosi sul versante offensivo.

Risultato tennistico I quindici minuti di riposo non portano cambiamenti e l'Alessandria alla prima occasione utile va in rete per la quarta volta: calcio d'angolo da destra battuta Filipi, il pallone passa tra un po' di gambe e basta un piccolo tocco di Poppa per il poker alessandrino e la doppietta personale. E quando non segnano gli ospiti sono i gorgonzolesi a dargli una mano, al 13' Ragazzini devia nella sua porta un cross di Filipi. L'alta marea grigia non si ferma e al 19' Poppa si porta a casa il pallone con la tripletta, in contropiede salta Galimberti e deposita in rete. Chiappella chiede ai suoi ragazzi di portare a termine la partita con dignità, sull'altro fronte i nuovi entrati nell'Alessandria provano a ritagliarsi un po' di gloria personale. Nessuna altra emozione, lo 0-6 sul tabellone non cambia più.

IL TABELLINO

  Giana Erminio-Alessandria 0-6 RETI: 11' Podda (A), 32' Poppa (A), 45' Filipi (A), 9' st Poppa (A), 13' st aut. Ragazzini (G), 19' st Poppa (A). GIANA ERMINIO (4-4-2): Galimberti 5.5, Vitanza 5.5 (30' st Manzoni sv), Belingheri 5.5, Giani 6, Colombara 5, Ragazzini 5 (13' st Piazza 6), Villa 6.5, D'Elia 6 (13' st Nembri 6), Dilernia 5.5 (13' st Panzeri 6), Ghilardi 5.5 (13' st Ferrigno 6), Oggionni 5.5. A disp. Passoni, Pomer. All. Chiappella 5. ALESSANDRIA (3-5-2): Marchelli 6, Comoreanu 6.5, Minosse 6.5, Speranza 6.5 (33' st Virelli sv), Di Carlo 6.5 (38' st Serpe sv), Manfrin 6.5, Podda 7 (33' st Beka sv), Suppa 6.5 (19' st Miglietta 6), Filipi 7 (19' st Caposele 6), Poppa 8, Fabbrucci 6.5. A disp. Baschiazzorre, Patini, Solia, Cavallieri, Vitale, Soleti, Emmanuello. All. Rebuffi 7. ARBITRO: Di Summa di Varese 7. ASSISTENTI: Stracquadaini di Seregno e Zaretti di Seregno. AMMONITI: Poppa (A), Ghilardi (G).  

LE PAGELLE

 

GIANA Galimberti 5.5 Quasi tutte le volte che gli tirano in porta gli fanno gol, non compie miracoli. Vitanza 5.5 Come tutta la difesa biancazzurra non passa un buon pomeriggio; non era partito male. (30' st Manzoni sv). Belingheri 5.5 Non sempre è in grado di arginare le discese dello sgusciante Podda. Giani 6 Nella zona nevralgica del campo combatte quasi ad armi pari con i più strutturati centrocampisti avversari. Colombara 5 Concede troppo spazio a Filipi e lui e la Giana lo pagano caro soprattutto nell'azione che porta al terzo gol ospite. Ragazzini 5 È troppo scolastico nei suoi interventi, è sfortunato quando devia alle spalle di Galimberti un cross che sembrava innocui. 13' st Piazza 6 Come tutti i subentrati prova a metterci un po' di energia in più. Villa 6.5 Senza ombra di dubbio il migliore in campo per la Giana, dinamismo, senso della posizione e tecnica non gli fanno difetto. D'Elia 6 Prestazione «gemella» del compagno di squadra Giani, si merita la sufficienza contro un centrocampo di altissimi livello. 13' st Nembri 6 La partita non ha più storia, comunque lotta. Dilernia 5.5 Un po' macchinoso nei movimenti, non si dimostra mai pericoloso al tiro contro una difesa granitica. 13' st Panzeri 6 Ci prova anche se il risultato non è più in discussione. Ghilardi 5.5 Resta sempre nella «terra di mezzo» tra centrocampo e attacco e non incide. 13' st Ferrigno 6 Prova a concludere in porta in un paio di occasioni e si dà da fare. Oggionni 5.5 Resta sempre nella «terra di mezzo» tra centrocampo e attacco e non incide nel rendimento della squadra. All. Chiappella 5 Atteggiamento sbagliato, soprattutto nella ripresa, ci sarà da lavorare sulla motivazione.

ALESSANDRIA Marchelli 6 Pomeriggio piuttosto tranquillo, dimostra sicurezza nelle uscite alte. Comoreanu 6.5 Terzino bi-dimensionale, bravo sia a difendere sia a offendere, anche se gli attaccanti biancazzurri non danno problemi. Minosse 6.5 Quando ha il pallone tra i piedi sa cosa farci come i fluidificanti di una volta, delicato l'assist per lo 0-2 di Poppa. Speranza 6.5 Puntella il centrocampo dei grigi, facendo da filtra davanti alla difesa, giocatore solido. (33' st Virelli sv). Di Carlo 6.5 Ha la qualità di riuscire a capire prima i movimenti degli avversari, parte e arriva prima. (38' st Serpe sv). Manfrin 6.5 Il pallone passa spesso dai suoi piedi e quasi sempre sa dove indirizzarlo con precisione e qualità. Podda 7 Ha il merito di aprire le marcature e, inoltre, sulla fascia costruisce delle azioni interessanti (33' st Beka sv). Suppa 6.5 Impone le sue qualità fisiche superiori a centrocampo, gli manca soltanto un po' di velocità in più. 19' st Miglietta 6 La partita è strafinita, ha il merito di giocare l'ultima parte con voglia. Filipi 7 Si muove da attaccante dal grande futuro e segna un bellissimo gol, frutto di astuzia e tecnica. 19' st Caposele 6 Insieme a Miglietta ha il merito di rendere ancora interessante un match concluso. Poppa 8 Giornata da ricordare, si porta a casa il pallone per la tripletta e ci aggiunge anche l'assist della rete iniziale di Podda. Fabbrucci 6.5 Ha il compito di raccordare centrocampo e attacco da una posizione larga a sinistra e lo assolve bene. All. Rebuffi 7 Manovra semplice ed efficacissima, unita a un'ottima condizione fisica.

ARBITRO: Di Summa di Varese 7 Tiene con polso la partita, senza errori.

   
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400