Cerca

Juventus-Napoli Primavera Femminile: la squadra di Piccini stravolge ancora le azzurre e vola alla final four

Talle Diana, Juventus Women

Talle Diana, Juventus Women

La Juventus non è mai sazia: la formazione dell'allenatrice Silvia Piccini, reduce da un rassicurante 1-6 di andata, consegue l'ennesimo risultato positivo battendo 7-0 il Napoli del tecnico Pasquale Illiano e dimostrando sempre più di essere meritatamente padrona del campionato. Obiettivo final four raggiunto, dunque: il pullman bianconero può partire alla volta di Reggio Emilia, capoluogo in cui si svolgeranno le ultime due gare valide per incoronare la vincitrice della stagione. La squadra casalinga, di arancione vestita, scende in campo con un massiccio turnover: fuori le titolarissime Chiara Beccari, Sara Caiazzo, Alice Berti, Michela Giordano e Dalila Ippolito, impegnate in Prima Squadra nel match contro la Roma; dentro Verna, Giachetto, Ferrari ed Arcangeli. Il Napoli si affida al classico 4-3-3 per tentare l'impresa, con la solita Merolla tra i pali e la coppia Lupoli-Penna schierata in attacco. Napoli, che disastro! Non un inizio facile per le undici partenopee, la Juventus si rivela pericolosissima sin dal fischio di inizio: neppure sessanta secondi trascorsi sull'orologio dell'arbitro El Ella di Milano che Giorgia Giachetto tenta una conclusione personale senza però bucare la rete. Insiste la formazione casalinga con Alice Ferrari, che sferra un potente tiro sventato in calcio d'angolo dal portiere azzurro Liliana Merolla; corner battuto di fretta, mischia e gol di Irina Talle! La Juventus passa in vantaggio a soli tre minuti dall'inizio. Cambia poco per gli ospiti: il Napoli deve tentare il tutto per tutto, ci prova sfruttando qualche ripartenza ma la difesa bianconera, guidata dal capitano Alice Giai, è vigile a intercettare bene il pallone e toglierlo dalla disponibilità delle avversarie. Ancora un calcio piazzato al dodicesimo minuto per la squadra dell'allenatrice Silvia Piccini, una punizione al limite dell'aria. Il Napoli si posiziona con quattro calciatrici in barriera ma alla battuta c'è Nicole Arcangeli che non grazia Merolla: il portiere azzurro ci arriva con la punta delle dita ma non è sufficiente per negare il raddoppio alla Juventus, che si impone con due reti di scarto. Molto male la difesa napoletana, schierata a quattro ma distratta e poco compatta, che offre alla Juventus campo libero per creare numerose azioni da gol; al quindicesimo approfitta degli spazi liberi Arcangeli per siglare una doppietta personale ma sfiora di poco il secondo palo. L'azzurra Merolla guida a gran voce la difesa ma questa sembra essere allo sbaraglio: ancora una rete, a quasi metà del primo tempo, ad aggiungere la propria firma è Elisa Pfattner con un meraviglioso tiro di prima. C'è solo una squadra sul rettangolo verde, la Juventus; la formazione ospite sembra aver alzato bandiera bianca, nessuna occasione creata e mai scomodato il portiere bianconero Adelaide Serafino durante i primi venti minuti, il match si disputa in una sola metà campo. Calato il poker al ventiduesimo: nuovamente a segno il numero 10 Arcangeli che, come un cecchino, tira a colpo sicuro da fuori area e la infila centrale nel sacco. Il Napoli è travolto dalla furia bianconera, ancora due reti prima della fine dei quarantacinque minuti siglate Alice Ferrari e Giorgia Giachetto, che si era già avvicinata alla conclusione qualche istante prima ma non andando oltre il palo. Nessun recupero secondo l'arbitro, la squadre vanno negli spogliatoi con la Juventus in vantaggio per 6-0. Napoli abbaia ma Juventus morde. Cambiano le formazioni in campo per questo secondo tempo: il tecnico Piccini concede spazio a Ruggeri, Costantino e Nava; l'allenatore Illiano schiera Visco, Capolupo e Schettino. Ottima intuizione quella del tecnico campano, i nuovi ingressi regalano alla squadra brillantezza e velocità. Aggredisce subito l'azzurra Maria Visco, che con palla al piede percorre quasi l'intero campo perdendosi però a un pelo dalla conclusione: avrebbe dovuto accentrarsi meglio per far sì che quel pallone entrasse in rete! A far nuovamente vacillare la difesa bianconera, al nono minuto dalla ripresa, è Alessia Lupoli colpendo un palo pieno, per l'arbitro milanese è però in posizione di offside. Le partenopee, riversate tutte nella metà campo della Juventus, conducono il possesso palla ma l'attacco è troppo flebile e impreciso perché possa concretizzare le occasioni create. È ancora una volta Visco, entrata perfettamente in partita, ad addentrarsi in area di rigore ma una perfetta Candeloro, subentrata anche lei all'undicesimo minuto, le toglie il pallone dai piedi: nessun fallo per il direttore di gara, che lascia giocare. La Juventus, a quindici minuti dalla fine, approfitta di una ripartenza lanciando in cavalcata Maddalena Nava, entrata dalla panchina, che si procura un rigore su fallo commesso dal capitano azzurro Zavarese; dagli undici metri si posiziona proprio lei ma il rigore è calciato tutt'altro che bene: il pallone sbatte sul palo per poi essere respinto prontamente da Merolla. Abbaia ancora il Napoli con un flebile tentativo della numero 10 Aurora Penna, che si è ben smarcata a sinistra dalla chiusura di Clara Genitorini, ma la conclusione è troppo imprecisa. Morde ancora la Juventus con Ferrari che mette a segno la settima rete della giornata a cinque minuti dal triplice fischio. Non serve recupero per il direttore di gara: la Juventus, con un totale di 13 gol fatti e 1 soltanto subito in questi quarti di finale, esce vincitrice ancora una volta!

IL TABELLINO

JUVENTUS-NAPOLI FEMM 7-0 RETI: 3' Talle Diana (J), 13' Arcangeli (J), 17' Pfattner (J), 22' Arcangeli (J), 34' Ferrari (J), 35' Giachetto (J), 40' st Ferrari (J). JUVENTUS (4-3-3): Serafino 6, Sciberras 6.5 (11' st Genitoni 6.5), Requirez 6.5 (1' st Costantino 6), Giai 6.5 (1' st Ruggeri 6.5), Verna 6.5, Neddar 6, Giachetto 7, Talle 7 (11' st Candeloro 7), Ferrari 8, Arcangeli 8, Pfattner 7.5 (1' st Nava 6). A disp. Nucera, Sargenti, Biasotti, Grillo. All. Piccini - Scarcella 7. NAPOLI FEMM (4-3-3): Merolla 5.5, Franchetto 5 (1' st Capolupo 6), Gallo 6, Zavarese 5, Girolamo 5.5 (1' st Schettino 6.5), Maddaluno 5.5, Catalano 6, De Biase 5.5, Errichelli 5 (1' st Visco 6.5), Penna 6 (30' st Botta sv), Lupoli 6 (13' st Perna 6). A disp. Cozzolino, Ferrara, Fantozzi. All. Illiano 5.5. ARBITRO: El Ella di Milano . COLLABORATORI: Mulassano di Cuneo e Stetco di Bra.

LE PAGELLE

JUVENTUS Serafino 6 Nessuna parata spettacolare, ha respinto bene le poche conclusioni telefonate che hanno minacciato i suoi pali. Molto brava a guidare la difesa, non ha risparmiato fiato. Sciberras 6.5 Ottima fase difensiva, molto brava a chiudere gli spazi e intercettare le ripartenza delle avversarie. Ha saputo ben gestire il pallone senza spazzarlo con fretta. 11' st Genitoni 6.5 Entrata molto bene in partita, è riuscita a portare a casa una bella prestazione. Unica pecca: si perde la chiusura sulla 10 azzurra che avrebbe potuto costarle caro. Requirez 6.5 Bene l'intesa con le compagne di reparto, con coordinazione hanno chiuso tutti i possibili varchi sfruttabili dal Napoli. 1' st Costantino 6 È stata poco partecipe nelle azioni salienti del secondo tempo ma ha gestito perfettamente il possesso palla. Molto brava a far girare velocemente la palla. Giai 6.5 Ancora una una buona prestazione incassata! Non si è resa protagonista di giocate spettacolari ma la semplicità l'ha premiata: tutti ben riusciti i passaggi eseguiti. 1' st Ruggeri 6.5 È entrata in partita senza alcuna difficoltà. Brava nel portare palla e sfruttare gli spazi stretti. Verna 6.5 Inizialmente poco sicura nel giocare il pallone, si è spesso affidata all'estremo difensore. Di gran lunga migliori i secondi quarantacinque minuti collezionando numerose marcature ben riuscite. Neddar 6 È stata lucida durante la gestione della gara anticipando le mosse delle avversarie. Ha fornito un prezioso contribuito all'ottima riuscita del match senza però alcuna giocata brillante. Giachetto 7 Molto grintosa sin dal primo minuto, porta a casa una prestazione più che buona. Trova un gol tanto ricercato dopo aver tentato numerose occasioni non andate a buon segno. Brava a liberarsi dalle marcature e accentrarsi. Peccato per qualche giocata troppo complicata e un po' di timidezza sotto porta. Talle 7 Sblocca il match a tre minuti dall'inizio. Gioca un discreto primo tempo impostando il gioco con precisione. Si è spesa anche in fase difensiva, ha detto la sua anticipare perfettamente le avversarie. 11' st Candeloro 7 Quanta grinta! Spazza via il pallone in maniera impeccabile. Perfetta la chiusura sulla numero 14 impedendole di calciare in porta. Ferrari 8 Una doppietta e tanta concretezza sotto porta! Si smarca facilmente mandando in confusione la difesa avversaria. Brava a farsi trovare libera e pronta in area di rigore. Arcangeli 8 Ha saputo vestire benissimo i panni di Ippolito! Grintosa, pericolosa in molte occasioni e precisa sotto porta, un mix perfetto. Un cecchino da fuori area e fantastica sul calcio piazzato. Pfattner 7.5 Tante belle giocate e molta sinergia con le compagne di squadra. Il suo gol è un gioiellino: tiro calciato di prima al volo senza pensarci un attimo, confezionando per altro un ottimo controllo. 1' st Nava 6 Un ottimo impatto sulla partita, è entrata con la giusta fame! Si è resa protagonista di più di una bella giocata. Peccato per il rigore sbagliato, avrebbe rappresentato la ciliegina che meritava. All. Piccini 7 Ancora una volta la sua squadra non rischia nulla, la difesa è ben schierata in campo e l'attacco gioca con grande armonia. Nonostante un risultato altamente rassicurante, la formazione in campo ha giocato solo per la vittoria. NAPOLI Merolla 5.5 Non ha colpe sulla stragrande maggioranza dei gol subiti, potrebbe recriminarsi soltanto una posizione un po' troppo oltre la linea sull'ultima rete segnata dalla Juventus. Franchetto 5 Approssimativa in fase difensiva, troppi palloni mal gestiti e regalati alle avversarie. Non attenta a mantenere la linea compatta. 1' st Capolupo 6 Il suo ingresso ha regalato alla squadra più concretezza e lucidità in fase di impostazione. Gallo 6 Male nel primo tempo, troppi i passaggi non precisi e le marcature non riuscite. Si è ripresa nel secondo tempo collaborando alla costruzione delle azioni. Zavarese 5 Una giornata non felice! Eccessivamente frettolosa nel gestire il pallone e inefficace nelle chiusure sulle avversarie. Ha permesso più di una volta che la Juventus fosse libera in area per calciare. Ingenuamente commette fallo da rigore sulla 18 bianconera. Girolamo 5.5 Molti errori! Ha permesso all'attacco juventino di giungere con facilità e rapidità in area di rigore. 1' st Schettino 6.5 Uno spiraglio di luce! È entrata molto bene in partita, con fame e determinazione. Nessuna paura di calciare né di andare a contrasto per recuperare palla. Maddaluno 5 Assente sia in fase di costruzione che nel tentativo di frenare l'attacco bianconero. Catalano 6 Ha toccato pochissimi palloni durante i primi quarantacinque minuti di gioco, facendoseli spesso sfilare con troppa facilità. Si è riscattata nel secondo tempo: bene in fase di costruzione delle azioni. De Biase 5 Nessuna giocata degna di nota né qualche tentativo di conclusione. Ha accusato molto la furia delle bianconere. Errichelli 5 Ha perso la maggior parte dei contrasti e si è lasciata facilmente anticipare dalla difesa avversaria. 1' st Visco 6.5 La più pericolosa della squadra. È più volte entrata in area con la palla al piede e tentato conclusioni personali. Brava a creare occasioni e servire le compagne. Peccato sia mancata concretezza e precisione sotto porta. Penna 6 Molti passaggi poco calibrati e fretta nella gestione del pallone. Si rifà per qualche bella giocata che ha innescato due azioni nel secondo tempo. (30' st Botta sv). Lupoli 6 Sono più gli errori commessi in fase offensiva che le giocate riuscite però ci ha provato e insistito. 13' st Perna 6 Eccessivamente anonima per il ruolo che ricopre in campo ma bene nella gestione e possesso del pallone. All. Illiano 5.5 Un 1-6 è difficile da ribaltare ma le napoletane avrebbero dovuto crederci di più. Poca intesa e coordinazione tra le ragazze in campo. Bene i cambi, hanno regalato un migliore spirito di iniziativa.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400