Cerca

Pro Patria-Giana Erminio Primavera 3: i tigrotti trovano la prima vittoria in casa con Avinci e Piran, la rete di Colombara addolcisce la sconfitta ospite

pro patria-giana primavera 3
Ultima giornata del campionato di Primavera 3: Pro Patria e Giana Erminio scendono in campo con lo stesso obiettivo, ma a portare a casa i tre punti sono i tigrotti di Vecchio che si impongono per 3-1, sfatando quindi quel tabù della vittoria fra le mura amiche, che nel corso del campionato non era mai arrivata. Pro Patria che sin dai primi minuti parte con grande sprint e con la voglia di regalare una vittoria al pubblico presente in tribuna; dall'altra parte una Giana Erminio che vuole terminare al meglio il proprio campionato. A fine primo tempo è la formazione di Vecchio ad andare negli spogliatoi in vantaggio, grazie alla testata vincente di Avinci. Ad inizio ripresa la Giana riacciuffa la Pro grazie a Colombara, ma prima Piran e poi ancora Avinci (alla sua prima doppietta in campionato) mettono la firma sul definitivo 3-1. Avinci svetta più di tutti. Tigrotti subito insidiosi con Avinci che prova a svettare più degli altri, ma è provvidenziale il recupero Vergani; ancora Pro che ci prova con Piran, la palla si infrange sulla traversa e il direttore di gara poi assegna un fuorigioco. La Giana si fa vedere al 5' con Giani che calcia, ma la conclusione termina sull'esterno della rete. Al quarto d'ora sono ancora i ragazzi di Vecchio a rendersi più che pericolosi: corner di Oldani, Zeroli colpisce di testa ma Aresi è ben posizionato e blocca in un tempo. Sul ribaltamento di fronte Oggioni conquista una punizione interessante, sul punto di battuta si presenta Giani, che calcia bene, ma Ferè mura. A metà prima frazione è ancora Avinci a provare a sbloccare il risultato con un'incornata, ma non inquadra lo specchio della porta e per i biancoblù è tutto da rifare. La Giana, d'altro canto, prova a costruire con Giani e Caronni che vanno sempre alla ricerca di Ghilardi, che con grande corsa prova a portare la squadra in profondità. Al 40' è la Giana ad avere una ghiotta occiasione: Manzoni innesca Oggioni, ma l'intervento di Zeroli e Pinton (centrali difensivi) è provvidenziale. Al 43' tutti gli sforzi di Avinci vengono ripagati: assist al bacio di Piran e di testa insacca l'1-0. Sullo scadere Giardino con una gran giocata cerca e trova Mei, Aresi si immola sulla conclusione e salva i suoi da un 2-0 praticamente fatto. Avinci-Piran, la Pro gioisce in casa. La ripresa si apre con Di Lernia, Ghilardi e Oggioni che pressano altissimo, ma la retroguardia tigrotta e Ferè sono ben piazzati e fanno buona guardia. Ancora Giana insidiosa con il duo Caronni-Villa: i due giocatori provano a concludere, ma in entrambe le occasioni si oppongono i centrali difensivi si oppongono. Al 10' Colombara trova la zampata vincente che porta il risultato sull'1-1, dopo un buon gioco che lo porta a smarcarsi in maniera egregia. La gioia del pari per la Giana dura poco, al 19' ottima giocata di Mei che trova Piran, il numero 8 batte con intelligenza le chiusure di Vergani e Vitanza e con un gioco di gambe batte Aresi e segna il raddoppio tigrotto. Avinci non si accontenta di un solo gol, e al 26' rincara la dose segnando la sua prima personalissima doppietta in campionato. La Giana nei minuti finali tenta il tutto per tutto provando a puntare con le proprie forze fresche i giocatori più stanchi dei padroni di casa, ma è nulla di fatto. La partita si gioca più a centrocampo e in fase di ripartenza entrambe le squadre rischiano qualcosina di troppo. Al 40' occasionissima per Antonelli, è bravo nel frangente Pisan a deviare in angolo. Nonostante i 4' di recupero assegnati dal fischietto di Como il risultato non cambia più: 3-1 in favore dei padroni di casa.

IL TABELLINO

PRO PATRIA-GIANA ERMINIO 3-1 RETI: 43' Avinci (P), 10' st Colombara (G), 19' st Piran (P), 26' st Avinci (P) PRO PATRIA (4-3-1-2): Ferè 6.5, Bressan 7, Pisan 7.5, Oldani 7 (43' st Gorla sv), Zeroli 8, Pinton 7 (29' st Cortesi 6), Costantini 7, Piran 8, Giardino 6.5 (21' st Castiglioni 6), Mei 6.5 (21' st Pasku 6.5), Avinci 8.5 (29' st Alquati 6). A disp. Ferragina, Moretto, Iemma, Russo. All. Vecchio 7.5. GIANA ERMINIO (4-3-3): Aresi 7, Vitanza 5.5 (28' st Previtali 6), Manzoni 6, Giani 7, Vergani 6.5, Colombara 7 (28' st Ragazzini 6), Villa 6 (34' st Antonelli 6.5), Caronni 6.5 (21' st D'Elia 6), Di Lernia 6 (21' st Nembri 6), Ghilardi 6.5, Oggioni 6. A disp. Passoni, Panzeri. All. Chiappella 6.5. ARBITRO: Monti di Como 6. ASSISTENTI: Borchielli di Milano e Elghachi di Bergamo. AMMONITI: Pinton (P), Di Lernia (G), Zeroli (P).

LE PAGELLE

PRO PATRIA Ferè 6.5 Non appare troppo impegnato nel corso della gara, ma se c'è da mettere ordine e da compiere interventi non si tira mai indietro. Buon finale di stagione per lui. Bressan 7 Sulla destra ferma chiunque. Chiusure perfette e marcature precise il suo marchio di fabbrica. Molto bello il duello con Caronni e con Oggioni. Pisan 7.5 Altro che sulla fascia sinistra va a spron battuto. Parte forte e non cala mai. Mezzo punto in più rispetto al compagno per quell'intervento su Antonelli nel finale che è stato senza dubbio provvidenziale. Oldani 7 Sale in cabina di regia con Piran, e i due mettono in scena un film che al botteghino sbanca. Mette ordine in mezzo al campo quando serve, giocando con intelligenza. (43' st Gorla sv). Zeroli 8 Uno dei centrali di difesa più forti della categoria. Va vicino al quinto gol stagionale, fa buona guardia e diventa l'ombra di Oggioni e di Di Lernia per tutto l'arco della partita. Pinton 7 L'accoppiata con Zeroli continua a funzionare in maniera egregia. I due si supportano a vicenda e si completano. Attento e sempre al posto giusto nel momento giusto. (29' st Cortesi 6) Costantini 7 Tanto, tantissimo lavoro sporco in mezzo al campo, dove recupera una quantità esorbitante di palloni. Anche per lui il gol è nell'aria, ma sfortunatamente non arriva. Piran 8 In mediana svolge un lavoro egregio e il gol e l'assist sono solo la ciliegina sulla torta. Nel corso della stagione viene convocato diverse volte con la prima squadra e il motivo è sotto gli occhi di tutti: intelligenza tattica e fisicità importante. Giardino 6.5 Non trova il gol ma là davanti fa a spallate con chiunque. Tenacia è la sua parola d'ordine, anche se Vergani e Colombara sono due ossi duri. In crescita. (21' st Castiglioni 6). Mei 6.5 Altro motorino là davanti. Sa usare al meglio la propria fisicità e in più di un'occasione brucia l'avversario innescando azioni insidiose. (21' st Pasku 6.5). Avinci 8.5 La doppietta che porta la prima vittoria casalinga ai tigrotti è tutta sua. Giocatore slanciato e votato alla corsa, è quello che svetta sempre più degli altri. Totalmente ripreso dall'infortunio. (29' st Alquati 6). All. Vecchio 7.5 Chiude al meglio una buona stagione. Cambia qualche ragazzo di ruolo (vedi Pisan), e li converte in giocatori fatti e finiti. La sua Pro Patria ha certamente raccolto meno di quello seminato, ma le qualità in campo ci sono. GIANA ERMINIO Aresi 7 Nonostante i tre gol subiti dimostra di essere sempre in posizione, basti vedere l'intervento sull'inzuccata di Zeroli nel primo tempo. Sette meritato e per un 2004 certamente tanta prospettiva. Vitanza 5.5 Appare un po' in sofferenza, soprattutto nei contrasti con Piran. Tutto sommato comunque la prova c'è, da migliorare solo qualcosa in atteggiamento. (28' st Previtali 6). Manzoni 6 Performance sufficiente sulla sinistra, dove cerca di creare qualche insidia in più in fase di ripartenza. Giani 7 Il vero regista della Giana. Le sortite più interessanti partono sempre dai suoi piedi. Grande, grandissima intelligenza tattica e buon feeling con Caronni. Vergani 6.5 In difesa non commette errori grossolani e va sempre a supporto dei compagni in difficoltà. Sulla girata di Piran può poco o nulla, anche se il contrasto c'è. Colombara 7 Segna quel gol che dà fiducia alla Giana, e la rete è davvero splendida con una bella discesa dalla sinistra. Bene anche in fase difensiva dove segue come un'ombra Giardino. (28' st Ragazzini 6). Villa 6 Ha fiato e corsa da vendere, ma troppo spesso si lascia sopraffare dall'avversario non credendoci fino in fondo. Buon gioco di gambe e sufficienza piena. (34' st Antonelli 6.5). Caronni 6.5 Con Giani il feeling è percepibile nell'aria. Anche lui si improvvisa regista e prova a costruire azioni frizzanti; certo davanti a sè ha un Oldani in grandissimo rispolvero e superarlo non è semplice, lui ci mette la caparbietà. (21' st D'Elia 6). Di Lernia 6 Davanti fatica a trovare il giusto spazio, ma tenta comunque di andare a segno con cattiveria agonistica. Potrebbe osare un po' di più. (21' st Nembri 6). Ghilardi 6.5 Anche lui come Caronni e Giani prova a creare insidie, provando ad impostare sortite offensive. Nel primo tempo è forse uno dei giocatori più pericolosi e prova svariate volte ad innescare il compagno di reparto Oggioni. Oggioni 6 Due buone occasioni nel primo tempo, ma Ferrè e i centrali difensivi avversari si superano e murano ogni sua conclusione. Gli manca quella verve di bomber. All. Chiappella 6.5 I suoi ragazzi reggono per tutto l'arco del primo tempo, e ad inizio ripresa riescono anche a riacciufare la gara. Forse una panchina un po' corta lo penalizza un po', ma le individualità interessanti ci sono, eccome se ci sono. ARBITRO Monti di Como 6 Tante sviste, specie in area di rigore: dubbi sul fuorigioco e anche su qualche rimessa. Mette comunque quel pizzico di personalità che non guasta.

LE INTERVISTE

Andrea Vecchio, tecnico della Pro Patria, è felice per la prima vittoria fra le mura amiche dei suoi: « Prima dell'inizio della gara ci siamo detti, che questa era l'occasione per trovare il primo successo in casa. Sono orgoglioso di questi ragazzi, tutti sono migliorati a vista d'occhio. La doppietta di Avinci? Gabriel arrivava da un brutto infortunio e sono contento che abbia ritrovato la forma e il gol. Se sono pronto a vedere qualcuno dei miei spiccare il volo? Certamente, diciamo che la filosofia della società è sempre stata quella di esaltare i giovani del nostro vivaio».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400