Cerca

Torino-Juventus Primavera 1: Iling decide il derby, Garofani ferma i granata

Torino-Juventus
Un derby mozzafiato pieno di agonismo, azioni da gol e parate di qualità. A spuntarla è la Juventus con il colpo di testa di Iling-Junior su assist di Leo che regala tre punti importantissimi ai bianconeri che si aggiudicano la stracittadina e tengono viva la possibilità di arrivare tra le prime due. Nulla da fare per un Torino troppo rinunciatario nella prima frazione che dovrà rimandare all'ultima giornata il discorso salvezza senza play out. Cancello con Vianni e La Marca, fuori Soulé. y. I granata di Coppitelli scendono in campo con il consueto 4-3-3 che vede l'ex Sava in porta, difesa a quattro composta da Todisco, Nagy, Celesia, Greco. Trio di centrocampo confermatissimo dopo l'ottima prova col Bologna con Di Marco, Savini e Karamoko mentre davanti Cancello guiderà l'attacco con Vianni a sinistra e La Marca a destra. La Juventus di Bonatti invece si schiera con il 4-4-2 con Garofani tra i pali, Leo, De Winter, Nzouango e Ntenda in difesa. Mulazzi e Iling agiranno sui lati con Turicchia che farà coppia con Miretti a centrocampo. Il tandem d'attacco sarà Sekulov-Chibozo. Solo panchina per Matias Soulé, fuori invece per infortunio il capitano Riccio. Dominio Juve. La gara è caratterizzata dal tanto agonismo considerando sia l'importanza della partita per i due club, i bianconeri con l'obiettivo dei primi due posti mentre i granata con la rincorsa salvezza, sia per la rivalità cittadina che aggiunge ancora più pepe ad una partita già di per sé sentita e importante. La prima occasione è per la Juventus al 12' con Mulazzi che sfonda dalla destra, mette in mezzo rasoterra il pallone e non riesce a trovare Chibozo a due passi dalla porta solo perché Todisco si supera con un anticipo pulito e perfetto. Pochi minuti dopo azione fotocopia con Miretti bravissimo con un filtrante strepitoso a pescare Mulazzi che rimette in mezzo per Chibozo che questa volta si incespica davanti alla porta non riuscendo a calciare col pallone calciato con il destro che va a sbattere sul polpaccio sinistro. Al minuto ventidue ci riprova la Juve con Sekulov dalla distanza, ma per Sava nessun problema che para in due tempo e fa sua la palla. Più pericoloso invece Iling che servito da Chibozo calcia potente al limite dell'area piccola trovando però la risposta di Sava. I granata sembrano molto in affanno nella costruzione del gioco e nel contenere le sortite offensive bianconere sulle fasce. I bianconeri invece si dimostrano in giornata con molte conclusioni verso la porta del Torino e con i meccanismi tattici che funzionano alla perfezione. Alla mezz'ora altra chance per la squadra di Bonatti con De Winter che approfittadi un tiro di Miretti deviato dalla difesa granata per ribadire in rete, ma ci arriva in precarie condizioni non riuscendo a beffare Sava. Un giro d'orologio e la Juve sfiora di nuovo il gol: cross di Mulazzi che trova il colpo di testa di Chibozo che per poco non prende controtempo l'estremo difensore del Torino, con la sfera che finisce a lato per questione di centimetri. Verso il 40' doppia clamorosa occasione per i padroni di casa che rischiano di passare in vantaggio dopo aver subito per la maggior parte della prima frazione con Vianni e successivamente Savini: l'ex Napoli effettua un tiro-cross dalla destra che viene sporcato da Garofani che rischia il clamoroso autogol mentre il centrocampista classe 2003 ci ha provato da fuori area dopo aver eluso con una finta due giocatori della Juventus, ma il destro a giro di Savini termina fuori di poco. Prima del duplice fischio La Marca trova sul secondo palo Cancello che riesce a colpire ma senza inquadrare la porta. Iling gol vittoria. Dopo un dominio per tutto il primo tempo, è bastata un'azione nella ripresa per sbloccare il match: Mulazzi appoggia per Leo che crossa verso il secondo palo dove trova il poderoso stacco aereo di Iling-Junior che sovrasta Todisco e fulmina Sava. All'ottavo minuto del secondo tempo Garofani compie un autentico miracolo parando con il piede una conclusione ravvicinata di Savini, abile fino a quel punto a scambiare il pallone con Cancello e presentarsi davanti alla porta sebbene qualche responsabilità ce l'ha vista la grande percentuale di porta a disposizione. A questo punto il Torino prende fiducia e comincia a pressare alto e schiacciare la Juve nella propria metà campo alla ricerca di un gol che vorrebbe dire tantissimo in ottica corsa salvezza. All'ora di gioco per Bonatti è tempo di usare la carta Matias Soulé per cercare di sbaragliare la difesa granata dando qualità, tecnica e movimento. Non a caso l'argentino si rende subito pericoloso con un mancino rasoterra, nessun problema per Sava che controlla con gli occhi. Un po' più in apprensione il portiere del Torino qualche istante dopo sempre sul sinistro di prima intenzione al volo di Soulé che per poco non toglie le ragnatele dall'incrocio dei pali. Ad un minuto dalla fine Continella ha sui piedi una chance clamoroso che però viene sventata dal solito miracoloso Garofani in tuffo che distendendo il braccio arriva a respingere la conclusione ravvicinata del nuovo entrato tra le fila granata. Nel forcing finale il Torino non riesce mai ad impensierire la Juve, forzando troppo i lanci e facendo addirittura ripartire i bianconeri che con Cotter vanno vicini al 2-0 se non fosse per un'ottima parata di Sava.

IL TABELLINO

TORINO-JUVENTUS 0-1 RETI: 1' st Iling. TORINO (4-3-3): Sava 7, Todisco 5.5, Greco 6, Nagy 5.5, Savini 7 (20' st Continella 6), Celesia 6, Vianni 5.5 (34' st Horvath sv), Di Marco 6 (7' st Lovaglio 5.5), Cancello 6, Karamoko 6 (20' st Foschi 6), La Marca 6 (7' st Kryeziu 5.5) . A disp. Girelli, Aceto, Portanova, Larotonda, Tesio, Favale, Oviszach. All. Coppitelli 6. JUVENTUS (4-4-2): Garofani 7.5, Leo 7, Ntenda 6.5, Miretti 7 (37' st Omic sv), De Winter 7.5, Nzouango 7.5, Sekulov 6 (43' st Bonetti sv), Turicchia 6.5, Iling 7 (37' st Cotter sv), Chibozo 5.5 (15' st Soule 6.5), Mulazzi 7. A disp. Senko, Dellavalle, Sekularac, Cerri, Daffara. All. Bonatti 7. ARBITRO: Mario Vigile di Cosenza. ASSISTENTI: Valente di Roma 2 e Micalizzi di Palermo. AMMONITI: Nagy, Foschi, Savini (T) e Iling e Garofani (J).

Le pagelle del Torino (clicca qui)

Le pagelle della Juventus (clicca qui)

Mario Vigile di Cosenza 7 Gestire un derby con una grande posta in palio è sempre difficile e quando l'arbitro non è il protagonista significa che non ci sono errori, esattamente come ha fatto oggi il direttore di gara.
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400