Cerca

Juventus-Empoli Primavera 1: Bozhanaj spezza il sogno dei bianconeri, impresa toscana

Juventus Empoli
Finisce il sogno Scudetto per la Juventus che cede a Reggio Emilia contro l'Empoli. Botta e risposta nel primo tempo tra Ekong e Mulazzi, rete decisiva nella ripresa firmata Bozhanaj dal limite dell'area di rigore. Sarà dunque l'Empoli di Antonio Buscè a giocarsi la semifinale contro l'Inter con l'Atalanta e la Roma nell'altra parte del tabellone. Allo Stadio Enzo Ricci di Sassuolo Andrea Bonatti mette i suoi in campo con il 4-4-2 con Garofani in porta, da destra verso sinistra Leo, De Winter, Nzouango e Mulazzi. I due esterni saranno Soulé e Iling con Omic e Turcchia a metà campo. In avanti Sekulov e Miretti con Da Graca che si rivede in panchina dopo mesi di assenza, out per squalifica invece Ntenda. Dall'altra parte Antonio Buscè opta per il 4-3-1-2 con Hvalic tra i pali, in difesa Donati, Siniega, Fradella e Rizza. Asllani in regia, supportato da Fazzini e Belardinelli a centrocampo mentre Baldanzi agirà da trequartista con Ekong e Lipari a comporre il tandem d'attacco. Mulazzi risponde a Ekong. Inizio subito infuocato al Ricci con Sekulov che recupera palla ad Asllani, serve Soulé che per poco non trova il gol con un sinistro da fuori dopo un minuto di gioco. Episodio dubbio al 2' con l'arbitro Panettella di Gallarate che decide di ammonire Mulazzi per simulazione nonostante sembra ci sia un contatto con il terzino bianconero. Fatto sta che anche il direttore di gara si dimostra in clima partita per coraggio e decisione nel prendere posizione in un frangente così delicato. Risponde presente l'Empoli al sesto minuto con Belardinelli che dalla destra trova dall'altro lato Fazzini, molto bravo a seguire l'azione a calciare, ma la sfera finisce a due dita dal palo. Un'azione che in qualche modo ricorda quella vista nell'altro quarto di finale dove Ciervo aveva trovato Zalewski, abile a trovare il momentaneo 1-1. Tornando alla gara tra Empoli e Juventus, al ventesimo Fazzini penetra in area superando in velocità Turicchia e impegnando Garofani al primo intervento della sua partita. Se l'inizio della partita era a tinte bianconere, col passare del tempo l'Empoli prende coraggio e al 22' trova anche il gol del con Ekong che ribadisce dentro dopo la grande parata di Garofani su zuccata di Siniega sugli sviluppi di calcio d'angolo. Una rete meritata sebbene duri poco il vantaggio dei toscani visto che due minuti dopo Mulazzi se la sposta sul destro e tira potente bucando le mani a Hvalic riportando tutto in parità. Al minuto trenta Miretti scalda il mancino, ma stavolta l'estremo difensore dell'Empoli dice no e devia in angolo. Insiste il numero otto bianconero, stavolta in girata senza trovare lo specchio della porta. Non c'è un attimo di pausa e al 36' Sekulov, dopo aver tenuto botta con i centrali dell'Empoli scarica un destro fortissimo spaccando la traversa. Le due squadre, anche per il caldo oltre che per un ritmo forsennato di gara, abbassano i giri del motore andando a riposo sull'1-1, un risultato tutto sommato giusto. Bozhanaj provvidenziale. Una manciata di minuti di ripresa e l'Empoli risponde a tono alla Juventus colpendo la traversa con Asllani che ha caricato il destro beffando quasi il portiere empolese. La conclusione del regista toscano carica la truppa di Buscè che mettono alle corde i bianconeri. La Juventus si fa rivedere verso l'ora di gioco con un destro a giro alto di poco firmato Sekulov dopo un contropiede ben orchestrato da Miretti. Esplode di gioia l'Empoli al 22' della ripresa con Bozhanaj, appena entrato al posto di Lipari, che riceve dalla destra da Donati e trova anche una deviazione di De Winter che agevola la sua conclusione ben piazzata alle spalle di Garofani. Al minuto trentaquattro azioni clamorosa per la Juventus: Iling calcia centralmente, Hvalic respinge come può e sulla ribattuta Leo colpisce il palo in pieno, il secondo della gara contro uno dell'Empoli. Bonatti prova il tutto per tutto inserendo Chibozo, Sekularac, Bonetti, Cerri e Da Graca. Non arrivano però i cross in area e nemmeno le occasioni con l'Empoli che compie l'impresa e da sesta in classifica batte la terza approdendo in semifinale contro l'Inter.

IL TABELLINO

JUVENTUS-EMPOLI 1-2 RETI (0-1, 1-1, 1-2): 22' Ekong (E), 24' Mulazzi (J), 22' st Bozhanaj (E). JUVENTUS (4-4-2): Garofani 6.5, Leo 6.5, De Winter 5.5, Nzouango 6.5, Mulazzi 7, Soulè 6.5 (39' st Da Graca sv), Turicchia 6 (30' st Bonetti sv), Omic 6 (24' st Chibozo 5.5), Iling-Junior 6 (39' st Cerri sv), Miretti 7, Sekulov 6.5 (39' st Sekularac sv). A disp. Senko, Riccio, Hasa, Dellavalle, Rouhi, Doratiotto, Raina. All. Bonatti 5. EMPOLI (4-3-1-2): Hvalic 6, Donati 7, Siniega 7, Fradella 6 (1' st Pezzola 6), Rizza 6, Fazzini 6.5 (21' st Degli Innocenti 6.5), Asllani 6.5, Belardinelli 7 (36' st Martini sv), Baldanzi 6.5, Lipari 5.5 (21' st Bozhanaj 7.5), Ekong 7 (41' st Rossi sv). A disp. Biagini, Toccafondi, Indragoli, Morelli, Sidibe, Manfredi, Lombardi. All. Buscè 7. ARBITRO: Panettella di Gallarate 6.5. ASSISTENTI: Fine di Battipaglia e Bocca di Caserta. AMMONITI: Mulazzi, Turicchia (J) e Degli Innocenti (E) .

LE PAGELLE

JUVENTUS Garofani 6.5 Al portiere bianconero non basta il grande intervento su Siniega per evitare lo 0-1. Incolpevole sul secondo gol, si comporta bene per il resto della gara. Leo 6.5 Quel palo nel secondo tempo grida ancora vendetta, poteva essere la ciliegina sulla torta di una bella prestazione. De Winter 5.5 Di certo non la sua migliore prestazione, sfortunato nell'occasione della deviazione sul tiro di Bozhanaj del 2-1 definitivo. Nzouango 6.5 Conferma il suo grande stato di forma, tra i migliori in campo. Cresciuto moltissimo nella seconda parte di stagione. Mulazzi 7 Corre come una furia, trova un gol molto bello e non molla di un millimetro. Letteralmente l'ultimo a mollare. Soulé 6.5 Primo tempo da MVP a mani basse, nella ripresa cala fino a scomparire dalla partita. Un limite che dovrà migliorare. (39' st Da Graca sv). Turicchia 6 Ruolo che per quanto possa impegnarsi non è il suo. Ha bisogno di spazio per velocizzare il gioco e l'azione, da centrale è molto limitato. Fa comunque il possibile. (30' st Bonetti sv). Omic 6 Soffre un po' la pressione, qualche errore di troppo con la palla tra i piedi. Ci mette però l'anima e questo va apprezzato.  24' st Chibozo 5.5 Troppe finte e finezze in un momento dove bisognava pensare di andare al dunque. Iling 6 Sbaglia poco, anzi, i suoi cross sono pericolosi. Sono però altrettanto poche le grandi chance create. (39' st Cerri sv). Sekulov 6.5 Sempre sul pezzo e nel vivo dell'azione, anche lui come Leo ha un legno da maledire ovvero la traversa del primo tempo. (39' st Sekularac sv). Miretti 7 Finisce coi crampi una partita dove a grandi tratti ha fatto sua a centrocampo. Attento, concentrato e con la solita tecnica. Da applausi. All. Bonatti 5 Qualche scelta azzardata ed esperimento di troppo, addormenta la partita troppo presto. L'età non è un alibi, uscire ai quarti è sicuramente sotto le aspettative. EMPOLI Hvalic 6 Qualche colpa sul gol di Mulazzi, per sua fortuna non è decisivo ai termini della qualificazione. Donati 7 Suo l'assist per il gol decisivo di Bozhanaj, partita totale in entrambe le fasi sulla fascia. Siniega 7 Sfiora la rete nel primo tempo, sente il derby da ex Torino. Partita spettacolare sotto il punto di vista atletico e difensivo, uomo in più in difesa. Fradella 6 Esce dopo il primo tempo, bravo ad arginare gli avversari fino al momento della situazione. 1' st Pezzola 6 Sostituisce il compagno dando la stessa fiducia al reparto. Rizza 6 Soffre un po' sulla sua fascia, davanti poco incisivo ma salva la prestazione con alcuni salvataggi di qualità. Fazzini 6.5 Il più interattivo nella prima frazione, corre ovunque per un'ora in gioco dando qualità e quantità. 21' st Degli Innocenti 6.5 Cambio perfetto per dinamiche, entra dando la spinta giusta. Asllani 6.5 In regia perfetto, per qualche centimetro non si toglie la soddisfazione del gol colpendo la traversa. Belardinelli 6.5 Sempre vivo sulla fascia, tanti i palloni messi a disposizione del reparto offensivo. (36' st Martini sv). Baldanzi 6.5 Mette in mostra il suo enorme talento a tratti, gestisce bene i novanta minuti e verso la fine va vicino alla gioia personale. Farà strada. Lipari 5.5 Partita deludente, pochi palloni toccati e mai pericoloso. Mette già nel mirino l'Inter. 21' st Bozhanaj 7.5 Entra, qualche secondo per capire dov'è e piazza all'angolino il gol qualificazione. Momenti che si porterà dietro per sempre. Ekong 7 Gol da opportunista, si sacrifica molto e riscatta le critiche ricevute spesso durante la stagione. (41' st Rossi sv). All. Buscè 7 Colpaccio a Reggio Emilia, battuti i terzi in classifica meritando il risultato. Partita perfetta, intensità giusta nei momenti adatti. Solo applausi. ARBITRO Panettella di Gallarate 6.5 Grande personalità, dirige bene una partita molto difficile e spinosa.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400