Cerca

Inter-Empoli Primavera 1, le pagelle: gol e assist per Vezzoni, Zanotti solito trattore, Casadei sempre utile

2
Vezzoni il migliore in campo, altra grande prova di Zanotti sulla destra, Casadei e Oristanio a dare qualità e centimetri. Un po' sottotono invece Hoti e Sottini, oltre ai subentrati che stavolta non hanno dato le garanzie che chiedeva Armando Madonna. Ecco le pagelle della semifinale scudetto Inter-Empoli, con i toscani capaci di fare il miracolo all'ultimo secondo dei tempi supplementari. CLICCA QUI PER LEGGERE LA CRONACA DELLA PARTITA.

LE PAGELLE

INTER Stankovic 6.5 L'Empoli parte bene ma senza tirare, almeno fino al gol di Lipari sul quale è impossibilitato a intervenire. Sul finire del primo tempo inizia la sua partita: prima ci mette la manona su una conclusione bassa e potente di Lipari, poi è bravissimo nell'opporsi in uscita a Ekong. Forse qualche responsabilità sulla punizione di Asllani, che però è velenosissima nella sua traiettoria a scendere. Nei supplementari accende un cero quando Baldanzi a botta sicura colpisce il palo, poi nemmeno l'aiuto dall'alto lo protegge sul colpo finale di Manfredi, sul quale ci arriva quando ormai è troppo tardi. Kinkoue 7 Prima frazione con alcune indecisioni, su Fazzini e Baldanzi va in difficoltà. Nel secondo tempo ritrova fiducia e fa due grandi salvataggi in scivolata su Ekong in un momento decisivo del match. Passa centrale quando entra Lorenzo Moretti e migliora ulteriormente, il gol del 2-2 arriva solamente su calcio piazzato, quello del 3-2 in una mischia nella quale sarebbe servita solamente un po' di fortuna in più. Hoti 5.5 Qualche responsabilità sul gol di Lipari, poi migliora e tiene in piedi la baracca con qualche intervento degno della sua fama. Un po' in difficoltà fisicamente, i crampi già dopo una decina di minuti della ripresa portano poi al cambio. Stringe i denti e chiude i varchi finché sta in campo, ma il saldo non arriva alla sufficienza. 25' st Moretti L. 5.5 Quando entra, l'Empoli sta producendo il massimo sforzo per pareggiare. Non fa grossi errori e tiene abbastanza bene sul centro-destra, anche quando arriva l'inferiorità numerica. Sul gol di Manfredi però c'è anche una sua indecisione fatale. Sottini 5 Sul gol di Lipari rimane nella terra di mezzo così come Hoti: non riesce a fermare Baldanzi né a opporsi all'autore del gol, anzi è proprio lui a dare l'assist allo stesso Lipari con un intervento disperato in scivolata. Giornata complicata contro giocatori dal passo veloce come Ekong e Baldanzi, si becca un giallo per un fallo al limite dell'area sul "dieci" empolese e nei supplementari viene espulso dopo una sportellata a Bozhanaj al limite dell'area. Zanotti 7.5 Due meriti: tenere basso Rizza, che già è un'impresa non da poco, e segnare il gol dell'1-1 in un momento in cui la partita rischiava di scivolare via. Peraltro, segna di testa e diciamo che non è proprio il suo pezzo forte. Supporta Kinkoue in fase difensiva e appoggia Casadei in quella offensiva, quando entra Persyn fa pure la mezz'ala per chiudere poi da terzino destro nel 4-4-1 di contenimento nel finale. Prova maestosa nonostante il logico calo nei supplementari, la nuova Primavera ripartirà proprio da lui. Casadei 6.5 Qualche errore in appoggio, ma poi fa la solita gara fisicamente e tatticamente ineccepibile. Occupa benissimo il centro-destra e si rende utile sulle palle alte: da una sua sponda aerea nasce infatti il gol del 2-1 di Vezzoni. Dopo l'ingresso di Persyn va a fare la seconda punta e poi, quando la squadra rimane in 10, passa a sinistra a centrocampo. Nonostante il turbinio di ruoli cambiati, la qualità e l'importanza della sua presenza non cambiano. Squizzato 6.5 Ordinato, scolastico quando serve e bravo nella gestione dei ritmi della partita. Quando esce Wieser passa sul centro-sinistra lasciando a Sangalli le chiavi del gioco, l'unica vera pecca della sua gara è quando - sul gol di Asllani - si apre insieme a Sangalli lasciando spazio al bellissimo calcio che vale il 2-2. 40' st Lindkvist 6 Il suo ingresso dovrebbe dare qualità, e un paio di buone giocate le fa. Nel marasma generale dei supplementari dà il suo contributo, non riesce a fare giocate decisive ma rimane a galla. Wieser 6 Gara di attenzione e copertura sul centro-sinistra del centrocampo: controlla da vicino Belardinelli e copre le spalle a Vezzoni che diventa quindi libero di affondare il colpo arrivando spesso sul fondo. 9' st Sangalli 5 Entra per addormentare il gioco e davanti alla difesa fa la sua parte anche se non con la decisione e precisione di sempre. Preso il 2-2 però servirebbe qualcosina in più a livello di ritmo, e invece viene pure espulso beccandosi due gialli nella stessa azione. Inoltre, come Squizzato si apre in barriera sulla punizione di Asllani. Vezzoni 7.5 L'avvio non è dei migliori, con Donati che sfonda dalla sua parte e azione l'1-0 empolese. Si riprende alla grande, con propensione offensiva costante ma soprattutto con l'assist per Zanotti che pareggia e poi con la firma personale del 2-1: un sinistro che non lascia scampo a Hvalic. Anche nel secondo tempo e nei supplementari è uno dei migliori, in fase difensiva non molla di un centimetro. Oristanio 6.5 Dopo nemmeno tre minuti pennella una gran palla per la testa di Satriano che però colpisce largo, poi si disimpegna perfettamente al fianco dello stesso Satriano con le solite invenzioni col mancino. Da una sua conclusione respinta da Hvalic arriva poi l'1-1 di Zanotti, sfiora il gol in altre due occasioni su calcio d'angolo: un suo tiro finisce alto di poco, sull'altro è bravo Hvalic. 25' st Bonfanti 5.5 Entra con il piglio giusto, ma si spegne quasi prima di cominciare. Avrebbe la palla buona per il 3-1 ma incespica sul terreno di gioco ancora prima di arrivare al tiro, poi sarebbe servito tenere su qualche palla e conquistare qualche fallo in più per far respirare la squadra nei momenti di difficoltà finali. Satriano 6 La prima occasione della gara è sua, un'inzuccata che esce non di molto. Poi fa un gran lavoro là davanti: fa salire la squadra, tiene sempre sul chi va là Pezzola e Siniega e trova il modo di stuzzicare Hvalic in un paio di occasioni. Vero che si mangia un gol fatto, ma la prova è positiva. (8' pts Persyn 5.5). All. Madonna 5 Chiude con una sconfitta bruciante il suo ciclo nerazzurro. Peccato perché, di fronte a un Empoli spumeggiante, la squadra era anche riuscita a chiudere in vantaggio il primo tempo senza quasi rendersene conto. Arriva due volte a un passo dal traguardo: nei tempi regolamentari cade a 10 minuti dalla fine incassando il 2-2, poi la beffa finale con il gol di Manfredi che costa l'eliminazione. Giusto l'assetto iniziale e le scelte singole (Squizzato su Sangalli e Oristanio su Fonseca), lascia qualcosa nei cambi che non migliorano la squadra, anzi. EMPOLI

Hvalic 7 Ha un conto aperto con Satriano e vince la sfida personale, dicendogli di no nel tu per tu del primo tempo e poi respingendogli il diagonale del 3-1 che avrebbe chiuso la gara. Sui gol di Zanotti e Vezzoni non può fare niente. Donati 6.5 Silta garanzia a destra, anche se all'inizio Oristanio passa da lì per creare problemi. Alla prima vera sgroppata dà il via all'azione che porta al gol di Lipari. Siniega 5.5 Traballante, sembra poter capitolare da un momento all'altro. Non ha colpe sui due gol del primo tempo ma in un'occasione spalanca un'autostrada per la porta a Satriano che poi spreca davanti a Hvalic. Pezzola 6 Tiene bene al centro, occupandosi anche di far partire l'azione trovando l'appoggio costante di Asllani davanti a lui. Rizza 5.5 Zanotti lo costringe a non superare mai la metà campo, fa una partita prettamente difensiva ma così fa mancare il suo sostegno davanti come fa di solito. Belardinelli 6 Forse il meno brillante della mediana, anche perché costretto - come sempre negli ultimi mesi - ad allargarsi a destra per questioni tattiche. Però sbaglia poco e il fatto che Vezzoni da quella parte faccia sfracelli non è sua responsabilità, almeno non solo. 31' st Martini 6 Si piazza sulla destra per dare propensione offensiva, butta dentro l'area qualche buon pallone: insomma, partecipa attivamente alla rimonta empolese. Asllani 8 Regìa pulita come sempre, tocca una quantità infinita di palloni sbagliandone pochissimi. Impressiona per la sua facilità di tocco e per una sensibilità tattica fuori dalla norma. E poi c'è quella punizione: la sua "maledetta" passa appena sopra la barriera ed è un capolavoro. (8’ sts Lombardi sv). Fazzini 7 Partita favolosa in mezzo al campo: per ritmo, per dinamismo, per qualità. Da quando è entrato nel novero dei titolari non è più uscito, e da questa prestazione si capisce facilmente il perché. (13’ pts Degli Innocenti 6.5). Lipari 7 Ago della bilancia, tatticamente parlando: parte largo a sinistra per compattare il 4-4-2 in fase difensiva, seconda punta quando c'è da andare a fare male. Giocate di fino e un gol da vero rapace dell'area di rigore. Purtroppo per Buscè deve abbandonare il campo per infortunio, subito dopo aver scaldato i guanti di Stankovic che salva il 2-2. 40' Bozhanaj 6.5 Non fa rimpiangere Lipari. Fa espellere Sottini con una accelerazione delle sue e poi ci mette lo zampino nell'azione finale che vale la qualificazione. Baldanzi 7.5 Dribbling e serpentine da far girare la testa, un tiro a girare a lato prima dell'assist per Lipari che stappa il match, poi un palo nei supplementari. Un tocco dei suoi vale come tre di tutti gli altri, dato che sa cosa fare ancora prima che arrivi il pallone. Ekong 5.5 Si sbatte, si allarga, prova a non dare riferimenti ma alla lunga il suo movimento non crea grosse situazioni. 13’ pts Manfredi 8 L'uomo del destino. Entra nei supplementari e, all'ultimo istante, piazza la zampata segnando il gol più importante della sua ancora breve carriera (passata anche per l'Atalanta). Al posto giusto nel momento giusta, una qualità che non è per tutti. All. Buscè 8 Si qualifica ai playoff come sesta classificata e all'ultima giornata e vola fino alla finale. La squadra gioca un grande calcio e non molla mai. Dopo lo Scudetto con l'Under 16, adesso c'è un altro sogno da realizzare. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400