Cerca

Federico Coppitelli, allenatore del Torino

Federico Coppitelli, allenatore del Torino, finora sei punti in tre partite

Primavera 1

Pescara-Torino: Della Valle salva i granata dopo il triplice svantaggio recuperato dagli abruzzesi. Doppietta Rosa e seconda vittoria di fila

Dal 3-0 granata in mezz'ora al 3-3 dei padroni di casa fino al definitivo 3-4 a cinque dalla fine, partita al cardiopalma.

Il Torino per dare seguito al successo ottenuto contro il Milan, il Pescara per continuare sulla scia positiva dopo il pari dello scorso turno contro l'Empoli. Al Centro Sportivo Città di Sant'Angelo, le due formazioni cercano punti importanti e pesanti. Padroni di casa che si schierano con un classico 4-3-3 con Patanè e Delle Monache a supportare la punta Blanuta; risposta ospite affidata al 4-3-2-1, con Garbett e Rosa dietro all'unica punta Baeten. 

Super Toro. Partenza compassata da parte di entrambe le squadre, con il Pescara molto aggressivo soprattutto sulle seconde palle. Passati i primi minuti però, è il Toro che prova ad accelerare e, dopo aver dovuto fronteggiare un cambio forzato - dentro Zanetti e fuori Antolini per botta all'arcata sopraccigliare -, sfiora la rete del vantaggio al minuto 11 con Lindkvist che, dopo aver ricevuto palla da Rosa, calcia a lato mettendo i brividi a Lucatelli. Azione dello svedese che però è soltanto la prova generale del vantaggio ospite, che arriva al 16esimo: Baeten controlla in area e viene agganciato da Dino Mehic, calcio di rigore conquistato e perfetta realizzazione dello stesso centravanti granata (che realizza così la sua prima rete in questo torneo di Primavera 1). Squadra di Iervese che subisce il colpo e fatica a tenere il ritmo dei torelli imposto soprattutto sulla fascia sinistra da Angori e, al minuto numero 19, va sotto 0-2: lo stesso terzino ex Perugia va dalla bandierina disegnando un pallone perfetto per la testa di Baeten, stacco imperioso dell'ex NEC e correzione in rete da parte di Rosa. Abruzzesi che lentamente escono dalla partita, incapaci di reagire alle giocate in velocità del Toro, e che subiscono una miriade di occasioni. Al minuto 28 è Rosa a sfiorare la doppietta personale: corner battuto da Samuele Angori, l'attaccante granata tenta la girata ma trova la strepitosa risposta di Lucatelli che nega la gioia del gol. Duello tra Rosa e il portiere del Pescara che si ripete un paio di minuti più tardi, e stavolta l'estremo difensore non può farci nulla: azione tutta in velocità del Toro con palla in verticale che giunge a Rosa, l'ex Atalanta tutto solo in area insacca e porta il punteggio sullo 0-3. Risultato che sembra in cassa forte, e ragazzi di Coppitelli che sembrano ormai sulla direzione della vittoria. Ma proprio quando tutto sembrava perso, il Pescara reagisce e in sei minuti la riapre: prima è Caliò (34') a timbrare il cartellino su assist di Blanuta, mentre al 40esimo è Colazzilli a sfruttare un brutto errore in uscita alta di Milan e a ribadire in rete un cross di Delle Monache (uno dei migliori del match). 

Della Valle vanifica il miracolo. Seconda frazione che ricomincia con un Delfino arrembante e con un Toro che abbassa il suo baricentro nel tentativo di difendere il risultato e di rendere meno infuocato il ritmo della gara. 11 di Iervasi che dunque prendono campo e mettono alle corde i granata, con un Delle Monache in forma splendida che semina il panico ogni volta che prende palla tra i piedi. E proprio dai piedi del ragazzo cresciuto con il biancoazzurro sul petto nasce l'azione del 3-3: al minuto 62 Marco Delle Monache strappa a sinistra e serve il cross dall'altro lato per la corrente Blanuta, il centravanti moldavo salta e di testa manda la sfera alla destra di Milan. Tutto da rifare dunque per il Toro, con Coppitelli che nel corso del secondo tempo cambia tutto il trio offensivo (68'): fuori Baeten, Rosa e Garbett, dentro Akhalaia, Caccavo e Amadori. Scelta azzeccata da parte del tecnico piemontese, con i suoi ragazzi che ricominciano a prendere campo nel tentativo di ritrovare la via del vantaggio. Al 71' sono proprio i neo entrati Akhalaia e Amadori a confezionare una importante occasione da gol: il secondo fa correre il primo, con il biondo moldavo che fa esplodere il suo sinistro su cui però ben si distende Lucatelli. Pescara che inizia a venir meno da un punto di vista fisico e che lascia il peso dell'attacco al solo estro di Delle Monache, capace comunque di impensierire da solo Pagani e Della Valle, cercando di difendere il pari ma che deve arrendersi quando ormai la barca sembrava portata in porto. Minuto 86: punizione sul lato corto dell'area di rigore, se ne incarica il solito Angori, palla che scavalca tutta la difesa di casa e che arriva facile sulla testa di Della Valle che impatta e non lascia scampo a Lucatelli. 4-3 ed esplode la gioia del Torino, che dunque inanella la seconda vittoria consecutiva dopo quella ottenuta lo scorso turno. Se da un lato vi è da segnalare il pericoloso calo mentale dei torelli, dall'altro merita menzione la prova di carattere dei dannunziani bravi a non farsi abbattere da una prima mezz'ora shock. 

TABELLINO

PESCARA-TORINO 3-4
RETI:
16' Baeten (T); 19', 30' Rosa (T); 34' Caliò (P); 40' Colazzilli (P); 17' st Blanuta (P); 41' st Della Valle (T)
PESCARA (4-3-3): Lucatelli 5.5; Staver 5.5, Palmentieri 5.5, Veroli 6 (77' Postiglione sv), Colazzilli 6 (46' Sakho 6); Mehic D.5 (57' Dagasso 5.5), Mehic A. 5.5, Caliò 6 (57' Colarelli 5.5); Patanè 6.5  (73' Salvatore 5.5), Blanuta 7, Delle Monache 7.5. A disp: Gallo, Savarese, Scipione, Kuqi, Dieye, Galfano, Stampella. All: Iervese 6
TORINO (4-3-2-1): Milan 5; Pagani 5.5, Reali 6, Della Valle 6.5, Angori 7.5; Antolini s.v. (11' Zanetti 6), Savini 5.5, Lindkvist 6 (50' Maugeri 5.5); Garbett 6 (68' Amadori 6), Rosa 7.5 (68' Caccavo 6); Baeten 7 (68' Akhalaia 6.5). A disp: Vismara, Fiorenza, Gregori, Anton, Gyimah, Barbieri, Giorcelli, Di Marco. All: Coppitelli 6.5
ARBITRO: Zamagni della Sezione di Cesena 6.5
AMMONITI: 49' Lindkvist (T); 65' Palmentieri (P); 89' Akhalaia (T)

PAGELLE

PESCARA
Lucatelli 5.5 Deve prendere 4 volte la palla in fondo al sacco, e questo giustifica l'insufficienza. Lieve miglioramento del voto per il colpo di reni con il quale nel primo tempo salva su Rosa prima dello 0-2.
Staver 5.5 Fatica a tenere a bada il gioco offensivo del Toro soprattutto nel primo tempo; nel secondo prova a fare qualcosa in più, ma subisce anche dal neo entrato Akhalaia.
Palmentieri 5.5: discorso analogo a quello per il suo compagno di reparto, in difficoltà nel primo tempo. Migliora lentamente nel secondo, ma sbaglia anche lui in occasione del 3-4 e rimedia inoltre un giallo al 65' per trattenuta ai danni di Baeten.
Veroli 6 Senza infamia e senza lodi la prova del difensore abruzzese che prova a mostrare la garra (32' st Postiglione sv).
Colazzilli 6 Non perfetto in fase difensiva, ma si fa trovare pronto in occasione dell'errore al 40esimo di Milan, segnando la rete che ha riaccesso momentaneamente la speranza per i suoi.
1' st Sakho 6 Meglio del suo compagno in fase difensiva, mettendo in mostra un buon fisico e una buona capacità di lettura come quando al 71' ferma Akhalaia in area di rigore. Ampi margini di crescita.
Mehic D. 5 Va in bambola in mezzo al campo nel primo tempo, e non riesce mai a trovare una giocata degna di nota.
12' st Dagasso 5.5 Fa meglio rispetto a Mehic, mettendo i muscoli in più di un'occasione. Ma non basta.
Mehic A. 5.5 Anche lui in balia del Toro nella prima frazione, sempre tagliato fuori dai movimenti dei trequarti Garbett e Rosa.
Caliò 6 Sufficienza in virtù della rete che ha riaperto i giochi, ma per il resto male nella zona mediana del campo.
12' st Colarelli 5.5 Come tutti i suoi compagni di reparto va in sofferenza ogni volta che i Coppitelli's boys attaccano. Le qualità le ha, ma deve fare assolutamente meglio. Non riesce a cambiare l'inerzia.
Patanè 6.5 Uno dei migliori dei suoi, acceso sin dal primo minuto. Quando ha spazio prova sempre ad accelerare, peccando però molte volte nella scelta dell'ultimo passaggio.
28' st Salvatore 5.5 Entra quando il match è totalmente infuocato, e non riesce a piazzare la zampata vincente. Avrebbe l'opportunità di lasciare il segno al minuto 82 ma, dal limite, in precario equilibrio, calcia male e spedisce alto.
Blanuta 7
Goal, assist e 7 in pagelle assicurato. Fa a sportellate con tutta la retroguardia difensiva, e piazza due "bonus" che tengono in vita il Pescara.
Delle Monache 7.5: classe '05 e già nel giro della Prima Squadra di Auteri. Partita sontuosa del ragazzo di casa, capace di creare pericoli ogni volta che accelera. Mago.
All. Iervesi 6: i suoi ragazzi mostrano il carattere dopo un approccio a dir poco scioccante. Sicuramente questa è la nota positiva, ma alla fine servono i punti per salvarsi e mantenere la categoria. 

TORINO
Milan 5
Da un portiere con le potenzialità come le sue, certi errori non possono capitare. L'uscita sbagliata al minuto 40 è da matita rossa, e da lì in campo si vede un altro Pescara.
Pagani 5.5 Più ombre che luci nella gara odierna. Fatica a tenere a bada Delle Monache e nel secondo tempo, come tutto il reparto, soffre gli inserimenti degli avanti dannunziani dietro le sue spalle. Rimandato.
Reali 6 Praticamente gioca sul leit motiv di Pagani, ma mezzo voto in più per un bel salvataggio al 66esimo quando è bravo a fermare Blanuta ormai pronto a colpire a rete.
Della Valle 6.5 Regge l'urto dietro e fa il canestro da +3. Sempre in controllo della situazione, si rende autore di una prova assolutamente positiva.
Angori 7.5 Diciamolo chiaramente, ha impressionato. Corsa, intelligenza e qualità fuori dal normale: ogni palla inattiva è sua, e quasi tutte le azioni pericolose passano dai suoi piedi. Chapeau.
Antolini 6 Esce per infortunio al minuto numero 11.
11' Zanetti 6 Per essere in Italia da meno di 48 ore ha fatto una buona partita. La qualità c'è e si vede, la tenuta fisica ovviamente è da migliorare. Può crescere molto.
Savini 5.5 Non benissimo oggi il capitano granata. Quando deve fare a sportellate non si tira indietro, ma va in sofferenza a livello qualitativo.
Lindkvist 6 Pronti, via e calcia verso la porta sfiorando il palo alla sinistra di Lucatelli. In posizione leggermente più arretrata prova a fare legna, senza dimenticarsi le sue qualità da trequartista.
5' st Maugeri 5.5 Non entra bene in campo e Coppitelli se ne accorge richiamandolo più volte. Perde molti duelli fisici.
Garbett 6 Schierato dietro la punta, fa il suo provando a riconquistare diversi palloni sulla trequarti. Leggermente spuntato e in sofferenza a livello fisico. Ma il talento c'è, e può crescere.
23' st Amadori 6 Entra e mette subito Akhalaia davanti alla porta, dimostrando di avere delle buone doti. Bene a livello tattico e contribuisce a tenere il risultato nel finale).
Rosa 7.5 Dietro a Baeten fa una gran partita e condisce il tutto con una bella doppietta personale. Bravo e furbo in occasione del primo gol, qualitativo in occasione del secondo. Cala leggermente alla distanza, ma poco importa (dal 68' Caccavo 6: si piazza davanti e tiene impegnato costantemente un uomo del Pescara).
Baeten 7 Finalmente, verrebbe da dire. Il gran colpo di mercato di Ludergnani ancora non aveva colpito, ma oggi ha sparato: rigore calciato in maniera perfetta e partita condotta in modo molto intelligente. Punto di riferimento.
23' st Akhalaia 6.5 Entra e Amadori lo manda in porta, passano pochi minuti e impegna Lucatelli con un gran tiro. Abbina quantità e qualità dimostrando di avere la stoffa per stare nel Toro).
All. Coppitelli 6.5 Due vittorie consecutive e +6 in classifica. Da registrare la fragilità mentale, di una squadra che ha però un potenziale enorme.

ARBITRO
Zamagni 6.5: in controllo totale del match, gestisce bene i cartellini. Non si fa intimidire in occasione di qualche protesta di troppo per un tocco di mano in area granata nel primo tempo. Bene. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400