Cerca

Sampdoria-Atalanta: calcio d'inizio

Le due squadre in campo sul sintetico dello stadio comunale "Garrone" di Bogliasco

Primavera 1

Sampdoria-Atalanta: Chiwisa illude completando la rimonta per Brambilla ma è beffa Malagrida. Pareggio scoppiettante al "Garrone"

Un risultato sostanzialmente giusto quello maturato sul campo. Gli orobici fanno la partita ma i doriani rispondono colpo su colpo

Pareggio pirotecnico tra Sampdoria e Atalanta che al Comunale "Garrone" di Bogliasco si dividono la posta in palio. Un risultato tutto sommato giusto per ciò che si è visto in campo, alla luce di una contesa godibile in entrambi le frazioni di gioco. Sono i bergamaschi a fare la voce grossa all'inizio della gara ma i doriani escono bene alla distanza, concedendo poco agli avversari. Almeno nel primo tempo, dato che nella seconda parte del match le due squadre non hanno badato a troppi tatticismi, segnando due gol per parte. Con questo risultato, Tufano e Brambilla salgono a quota 4 in classifica.

Palo di Zuccon. Avvio vivace dei bergamaschi che con aggressività impediscono ai padroni di casa la costruzione del gioco dal basso. Congeniale è la posizione di Sidibe che spazia dalla trequarti al centrocampo, dove si trova a meraviglia con Oliveri molto propositivo nei primi venti minuti di gioco. A creare la prima occasione sono però i blucerchiati che al 7' si rendono pericolosi con l'iniziativa di Polli, capace di raccogliere un pallone in uscita della difesa atalantina: il suo tiro però è debole e può fare presa sicura Sassi (titolare al posto dell'indisponibile Dajcar). Neanche un minuto e risponde la squadra di Brambilla con Fisic che dopo aver ricevuto palla da Zuccon manca l'incrocio con la sfera e la palla esce di poco a lato. Il gigante dialoga bene nello stretto con Omar che quando può crea grattacapi a Mane in fase di uscita. Al 15' è Oliveri sulla destra a impensierire Esposito con due conclusioni velleitarie. La Sampdoria di Tufano non riesce ad uscire dalla propria metà campo e quando lo fa si affida alle ripartenze che provengono dalla fascia sinistra grazie a Malagrida e alla generosità di Polli che dialoga bene nello stretto con Di Stefano. Alla mezzora occasione locale con Yepes che si gira su se stesso all'altezza del limite dell'area orobica dopo un contrasto di gioco favorevole ma la conclusione termina a lato. I blucerchiati crescono, complice l'abbassamento di ritmo degli ospiti. L'inerzia della partita è in mano dei doriani che tuttavia non riescono a creare grossi grattacapi a Sassi. Al 35' si rivede in avanti l'Atalanta: prima è Fisic a provare il tiro ma sbatte sul muro difensivo avversario mentre al 36' l'occasione di Zuccon è la più nitida della prima frazione. Dopo un calcio d'angolo battuto da Olivieri e la corta respinta dei difensori locali, il regista elude la marcatura preventiva di Malagrida e dal limite dell'area di rigore calcia con il destro: il tiro sbatte sul palo e torna in campo, senza che però nessuno possa approfittarne. Sul finire del primo tempo c'è ancora un'occasione per Fisic che però colpisce male di testa dopo aver tagliato bene il primo palo. 

Beffa Malagrida per gli orobici. Ripresa scoppiettante con il canovaccio tattico che non cambia, concedendo alla partita buone sortite da entrambe le formazioni. Brambilla si gioca la carta Regonesi, cercando di sbaragliare la compattezza sin qui dimostrata da Mane e Aquino. L'esterno sinistro scambia bene sulla fascia con Giovane ed è da questa fascia che nasce la prima palla gol del secondo tempo. Al 2' è Omar che sfrutta l'errore di impostazione di Esposito e si invola tutto solo in area ma è la stessa punta a indugiare troppo sulla sfera non concludendo in rete. Reazione Samp al 5' con la conclusione di Malagrida che si fa spazio sulla fascia destra (approfittando della propensione offensiva di Regonesi), arriva sul fondo e per poco non inganna Sassi che è costretto a smanacciare la sfera dritta sul sette in angolo. Crescono i padroni di casa che vanno in vantaggio al 8' grazie al centrale Aquino, che è abile a raccogliere un cross da calcio piazzato e sfruttando il liscio difensivo dei nerazzurri e depositare per il più facile dei tap-in a porta sguarnita. Lo svantaggio crea non pochi problemi agli uomini di Brambilla, ora meno incisivi sia sulle corsie laterali che nei duelli fisici. Ma è al 15' che la fortuna rimette in carreggiata gli ospiti: calcio d'angolo di Oliver che mette in mezzo, palla che arriva a Omar che colpisce a botta sicura, la sfera sbatte sulla traversa ed è l'estremo difensore blucerchiato Esposito a trascinare con sè il pallone in rete. Il pareggio stravolge nuovamente il canovaccio tattico, a testimonianza di un equilibrio complessivo del match. Zuccon, ben ispirato in cabina di regia, si dimostra l'uomo in più grazie anche ai recuperi sulla linea mediana. Al 22' doppia occasione di Sidibe e Omar ma il fuorigioco del primo e i tentennamenti del secondo non cambiano il risultato. Al 28' è ancora Atalanta pericolosa con Ceresoli che coast to coast dalla difesa si porta dentro l'area di rigore, si smarca dall'avversario con una finta a rientrare sul destro ma non può nulla su Esposito che si supera spazzando il pallone in angolo. La squadra di Brambilla cresce a differenza di una Samp ora più remissiva. Al 35' ecco il vantaggio ospite con il subentrante Chiwisa che completa la rimonta per i suoi: il centrocampista suggerisce dal limite per Lozza (entrato al posto di un non convincente Fisic) che spalle alla porta si gira con la sfera che arriva a Omar, che non ci pensa due volte e tira forte sulla diagonale. Esposito non trattiene e come un falco è Chiwisa a precipitarsi sulla corta respinta in tuffo per depositare di testa in rete il pallone che vale il 2-1 ospite. La partita sembra non chiedere più niente ma proprio quando sembra festa bergamasca è Malagrida a beffare gli avversari. Al 90' è l'esterno laterale infatti a inserirsi perfettamente dentro l'area di rigore, tagliare l'area e issarsi per impattare di testa lo spiovente di Paoletti, proveniente dalla destra. Sassi esce non benissimo sul cross e Malagrida deposita in elevazione: sarà ancora il numero undici a creare l'ultimo pericolo quando al 92' il suo tiro al volo per poco non regala il gol della domenica, ma così non è con l'arbitro, il signor Delrio della sezione di Reggio Emilia, che comanda la fine del match.

TABELLINO

SAMPDORIA-ATALANTA 2-2

RETI (0-0, 1-0, 1-1, 1-2, 2-2): 8' st Aquino (S), 15' st aut. Esposito (S), 35' st Chiwisa (A), 45' st Malagrida (S).

SAMPDORIA (3-5-2): Esposito 5.5, Mane 6 (39' st Montevago sv), Aquino 7, Migliardi 6, Malagrida 7.5, Pozzato 6.5 (39' st Chilafi sv), Yepes 6, Paoletti 6.5, Somma 6.5 (29' st Bianchi 6), Polli 6.5, Di Stefano 6 (29' st Leonardi 6.5). A disp. Tantalocchi, Sepe, Samotti, Centazzo, Perego, Porcu, Catania, Gaffi. All. Tufano 7. 

ATALANTA (3-5-2): Sassi 5.5, Scalvini 7, Berto 6.5, Ceresoli 6.5, Oliveri 6.5, Sidibe 6, Zuccon 6.5 (29' st Chiwisa 7), Giovane 6.5, Bernasconi 6 (1' st Regonesi 6.5), Omar 6.5, Fisic 6 (19' st Lozza 6.5). A disp. Bertini, Del Lungo, Mediero Rodriguez, Roaldsoy, Hecko, Guerini. All. Brambilla 7.

ARBITRO: Michele Delrio di Reggio Emilia 6.5.

AMMONITO: Regonesi (A).

LE PAGELLE

SAMPDORIA

Esposito 5.5 Subisce due gol che condizionano il rendimento finale: l'autogol è errore veniale, sul colpo di testa di Chiwisa non è aiutato dai suoi.

Mane 6 Un buon primo tempo, condotto in maniera ordinata senza concedere troppo spazio ad Omar. Rivedibile la ripresa. (39' st Montevago sv).

Aquino 7 Non ha solo il merito di siglare il gol del vantaggio. Perfetto in fase di ripiegamento e interdizione, non lascia spazio a Fisic e gioca sempre in anticipo.

Migliardi 6 Si concede poco in avanti per aiutare i suoi nella ricerca della compattezza. Quando lo fa manca di incisività.

Malagrida 7.5 L'unico a crederci su quello spiovente, quando ormai la partita sembrava finita. Elevazione perfetta per l'esterno e qualità balistica di non poco conto. In zona Cesarini "rischia" di fare doppietta con un tiro al volo delizioso. 

Pozzato 6.5 Tuttofare a centrocampo, aiuta con generosità Malagrida quando c'è da attaccare e ripiega dietro per non perdere le distanze tra i reparti. (39' st Chilafi sv).

Yepes 6 Mastino in mezzo al campo, soffre nei primi venti minuti di gioco l'aggressività ospite ma poi esce bene con sicurezza. Secondo tempo regredisce e diventa impalpabile.

Paoletti 6.5 Ha il merito di disegnare la parabola perfetta per la testa di Malagrida. Un cross che inganna Sassi e apre la strada al pareggio dei suoi.

Somma 6.5 Insieme a Olivieri dà vita a un avvincente confronto sulla fascia. Se all'inizio sembra accusare la fisicità dell'esterno orobico, poi conduce con la sicurezza la fascia di competenza.

29' st Bianchi 6 Entra con buona volontà, cercando di giocare tra le linee anche se non si rende mai pericoloso.

Polli 6.5 Generoso, prova a impensierire gli avversari giocando corto con Di Stefano e facendosi vedere sulla sinistra. Meriterebbe il gol, ma al 7' del primo tempo colpisce debolmente la sfera.

Di Stefano 6 Altruista, ripiega sulla trequarti per far salire i suoi, ma è poco incisivo negli ultimi metri. 

29' st Leonardi 6.5 Pochi minuti per lui ma con vivacità attacca la profondità e nei minuti finali si rende protagonista in quello che è proprio arrembaggio blucerchiato.

All. Tufano 7 La sua squadra cresce alla distanza dopo il timore iniziale. Dove non c'è tecnica esponenziale i suoi compensano con cuore e grinta.

ATALANTA

Sassi 5.5 Gioca al posto del titolare Dajcar e si dimostra capace del suo ruolo. Ma il gol preso quasi allo scadere condiziona troppo la sua prestazione. 

Scalvini 7 Sicuro, dimostra maturità tattica e fisica. Giocatore che si propone in avanti in maniera disinvolta e quando c'è da difendere non sbaglia una virgola.

Berto 6.5 Il centrale imposta con sufficiente continuità, soffre a volte la fisicità di Di Stefano ma alla distanza è convincente. Denota intelligenza nei momenti di sofferenza.

Ceresoli 6.5 Il suo coast to coast è lo spot di giornata. Nella ripresa meglio, dopo un primo tempo in difficoltà sulla sinistra contro Malagrida.

Oliveri 6.5 Avvio vivace, duetta bene con Sidibe e crea superiorità sulla fascia. Con Somma dà vita a un buon duello, anche se complessivamente può fare di più.

Sidibe 6 Parte bene, la sua posizione tattica disegnata da Brambilla sembra essere l'arma in più ma qualche giocata di troppo abbassano la media. Lezioso.

Zuccon 6.5 Eleganza in mezzo al campo, il palo colpito lo galvanizza. Quando perde qualche palla, recupera con sagacia.

29' st Chiwisa 7 Si rivela la grande mossa di Brambilla. Spacca il match in una fase in cui i suoi compagni avevano seminato senza raccogliere. Il gol nasce da un'azione che apre in maniera brillante.

Giovane 6.5 Nel primo tempo ci mette un po' a carburare, limitandosi ad aprire il gioco sulla sinistra e fare da raccordo tra i reparti. Nella ripresa cerca l'imprevedibilità con le sue iniziative sulla fascia.

Bernasconi 6 Non la sua migliore partita, ha il merito di creare spioventi interessanti per Fisic ma soffre le ripartenze di Malagrida.

1' st Regonesi 6.5 Volitivo, entra con buon ritmo e crea i presupposti per fare male.

Omar 6.5 Bravo a raccogliere il pallone vagante dentro l'area di rigore per il pareggio. Potrebbe segnare qualche altro gol se non fosse troppo lezioso. 

Fisic 6 La sua fisicità è ben contenuta da Aquino, lotta e cerca di crearsi spazio per concludere a rete secondo i dettami di Brambilla. Nel primo tempo manca incredibilmente un paio di occasione per fare gol.

19' st Lozza 6.5 Entra e gioca a memoria, con il suo ingresso qualcosa cambia nell'atteggiamento dell'Atalanta.

All. Brambilla 7 Dopo un buon avvio di inizio gara, i suoi sembrano rilassarsi troppo. Nella ripresa i cambi di Lozza e Chiwisa si rivelano determinanti, a testimonianza di una squadra che ha bisogno di giocare come e con chi sa. Viene beffato da Malagrida ma la prestazione potrà dare buone indicazioni per il futuro della stagione.

ARBITRO

Delrio di Reggio Emilia 6.5 Buona direzione di gara, senza grosse problematiche. Nel primo tempo tende a fischiare di più rispetto alla ripresa, dove lascia giocare e fa bene. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400