Cerca

Primavera 1

Torino-Empoli: a Biella finisce 1-2 per i toscani, ribaltato l'iniziale vantaggio granata di Di Marco

I gol di Fazzini ed Ekong regalano i tre punti ai ragazzi di Buscè: i granata si fanno rimontare ancora una volta

Il Torino non 'perde il vizio': a Biella finisce 1-2  per l'Empoli. Ribaltato l'iniziale vantaggio granata di Di Marco. Azzurri in testa alla classifica, uomini di Coppitelli fermi a quota 6

Il Toro perde il pelo ma non il vizio. Quale vizio? Quello della rimonta. Se a Pescara era riuscito a raddrizzare la partita dopo essere stato avanti 0-3, con l'Empoli non ci riesce. Moduli abbastanza speculari da parte delle due squadre: difesa a 4 e attacco con Zanetti e Rosa a supportare Baeten per il Torino, difesa a 4 e Baldanzi dietro a Ekong e Villa per l'Empoli. Partenza forte dei granata allo Stadio La Marmora-Pozzo di Biella, con il vantaggio che arriva già al minuto 4: Angori batte una rimessa laterale da sinistra, Zanetti lotta e, dopo aver vinto un duello a centrocampo, si invola verso l'area servendo la sfera a Di Marco dall'altro lato. Il centrocampista granata stoppa e calcia e, dopo essere stato in un primo momento fermato da Pezzola, ribadisce in rete trovando la rete del vantaggio. Doccia fredda per l'Empoli, che pure era partito leggermente meglio soprattutto grazie a un paio di incursioni di Ekong sulla destra, ben chiuse prima da Reali e poi da un ottimo Milan in presa bassa. Toscani che, dopo un primo momento di appannamento nel quale potenzialmente rischiano di andare sotto 2-0 per un tiro di Garbett dalla lunga distanza ben parato in due tempi da Hvalic, rimettono insieme i pezzi e, prima fanno le prove generali del pareggio con un'azione del solito duo Ekong-Baldanzi ben chiusi però in un primo momento da Pagani e poi da Della Valle, mentre al minuto 11 trovano il timbro dell'1-1: Della Valle viene anticipato in uscita e lascia campo libero a Baldanzi, il numero 10 ospite se ne va e serve in area Fazzini, il quale, lasciato colpevolmente libero dal numero 2 granata, insacca con un bel tiro alla sinistra di Milan. Match rimesso in equilibrio e ritmo che si abbassa notevolmente, complice anche qualche fischio di troppo da parte dell'arbitro. Uomini di Buscè che affidano tutte le loro manovre ai piedi del fantasista Tommaso Baldanzi, bravo a inserirsi tra le linee e a mettere in difficoltà Savini in un primo momento, ma l'occasione per il vantaggio arriva per i padroni di casa (21'): Zanetti si mette in proprio e si accentra, premia l'inserimento in area di Baeten  il quale da posizione impossibile calcia e scheggia il palo. Tutto fermo però per fuorigioco, ma nell'occasione da segnalare un errore di Pezzola nella marcatura. Torino che continua a lavorare sulla corsia di sinistra, grazie all'ottima verve del brasiliano Stenio che fa correre Baeten sulla fascia, palla che arriva pericolosa in area per Rosa che viene però anticipato da un ottimo intervento dell'estremo difensore toscano. Con il passare dei minuti cresce la prova di capitan Giorgio Savini che prova a sacrificarsi in copertura su Baldanzi ma, nonostante ciò, sul finire della prima frazione l'Empoli prova a costruire un paio di occasioni da gol facilmente fermate da Milan: a provarci è per primo Degli Innocenti da lontano, e in un secondo momento Ekong con la sfera che però termina tra le braccia del portiere di casa. 

Super Empoli dagli spogliatoi, il cuore granata non basta. Buon Toro nella prima frazione, che ha provato a far giocare male gli avversari. Ma dagli spogliatoi esce tutto un altro Empoli: più cattivo, più veloce, più cinico. Al 50esimo è Boli che va via dalla sinistra e mette dentro un cross velenoso ben allontanato da Pagani; pressione azzurra che continua prima con Baldanzi, bravo a ricevere da un ottimo Fazzini e scaricare il tiro che finisce di poco alla destra di Milan, e poi con lo stesso 8 toscano che si fa ipnotizzare a uno strepitoso portiere granata. La tempesta sembra essere passata per i ragazzi di Coppitelli, ma al 59' gli sforzi empolesi vengono premiati: Villa, bravo a svariare, serve Fazzini che illumina all'indietro per Ekong, il quale non ci pensa due volte e, grazie anche a una leggera deviazione, scarica un piattone che si insacca dietro alle spalle di Milan. Torino che prova a reagire immediatamente sfiorando il pari con Baeten: Garbett, sino a quel momento inoperoso, riceve sul lato destro dell'area di rigore e serve il centravanti belga, che per poco non ci arriva a porta sguarnita. Coppitelli cambia le carte in gioco e, nel giro di poco, inserisce quattro volti nuovi: La Marca, Amadori, Lindkvist e Akhalaia per Zanetti (uno dei migliori), Pagani (non positivo), Di Marco e Rosa; Empoli che invece, nonostante i prossimi impegni europei, non opera subito sostituzioni. E la scelta di affidarsi agli 11 del primo tempo sembra rivelarsi azzeccata da parte di Buscè, con i suoi ragazzi che continuano a prendere in mano il gioco, sfruttando un Torino troppo basso nella zona mediana del campo. Al 70esimo però sono i padroni di casa a sfiorare il pari con La Marca: questi ingaggia un personale duello con Hvalic, vedendosi nel giro di poco fermate due conclusioni molto velenose. Con il passare del tempo, per forza di cose i cambi arrivano anche per gli ospiti i quali si abbassano lasciando un po' di campo al Toro: granata che nel finale provano a lavorare in ampiezza, sfruttando le qualità di Garbett e Baeten, entrambi migliorati nella seconda frazione, ma che non riescono a essere decisivi per trovare il pari. Finisce dunque con il successo dell'Empoli, che si porta a quota 7 in classifica e raggiunge il gruppo di testa (in attesa di Roma e Cagliari). 

IL TABELLINO

TORINO-EMPOLI         1-2
RETI (1-0, 1-2): 4' Di Marco (T), 11' Fazzini (E), 12' st Ekong (E).
TORINO (4-3-2-1): Milan 6.5, Pagani 5.5 (18' st Amadori 6), Reali 6, Della Valle 5, Angori 6, Di Marco 6.5 (21' st Lindkvist sv, 41' st Barbieri sv), Garbett 6, Savini 6, Zanetti 7 (18' st La Marca 6.5), Rosa 5.5 (21' st Akhalaia 5.5), Baeten 6. A disp. Vismara, Fiorenza, Maugeri, Anton, Gyimah, Giorcelli, Antolini. All. Coppitelli 6.
EMPOLI (4-3-1-2): Hvalic 6, Boli 6 (29' st Morelli 6), Pezzola 6, Evangelisti 6.5, Rizza 6, Bonassi 6 (27' st Rossi 5.5), Degli Innocenti 5.5, Fazzini 7.5, Ekong 6.5 (43' st Magazzù sv), Baldanzi 6.5, Villa 6 (43' st Ignacchiti sv). A disp. Biagini, Heimisson, Fini, Logrieco, Renzi, Indragoli, Dragoner, Cassai. All. Buscè 6.5.
ARBITRO: Di Cairano di Ariano Irpino 5.5.
COLLABORATORI: Pascali di Bologna e Tempestilli di Roma 2.
AMMONITI: Baeten (T), Reali (T), Pagani (T).

LE PAGELLE 

TORINO

Milan 6.5 Pronti via e deve subito intervenire in presa bassa per fermare Ekong lanciato a rete. Compie un altro paio di interventi in uscita e si dimostra sicuro negli interventi. Non deve compiere grandi interventi, ad eccezione del miracolo su Fazzini nella ripresa, ed è incolpevole sui gol subiti. Ritrovato dopo la brutta prestazione con il Pescara. 

Angori 6 Un po' meno brillante fisicamente del solito, complice anche una buona prova di Bonessi in copertura. E' il titolare delle palle inattive e dal suo sinistro possono nascere sempre azioni pericolose: prova a mettere qualche pallone nel finale, ma i suoi compagni non riescono a sfruttare. 

Reali 6 Meglio rispetto al suo compagno di reparto: attento subito in avvio su Ekong, rimane concentrato per tutto il tempo della gara senza compiere particolari sbavature. In più di qualche occasione prova a lanciare lungo, ma non è sempre precisissimo. Si fa ammonire nel finale per troppo nervosismo. 

Della Valle 5 Veniva da due gol consecutivi e da buone prestazioni, ma oggi non è la solita sicurezza. Va subito in affanno sulla velocità dell'Empoli ed è lui a farsi anticipare in maniera sanguinosa nell'occasione del pareggio ospite. Rimane in sofferenza per tutta la durata della gara, e sporca anche il pallone del vantaggio Empoli. 

Pagani 5.5 Momento non brillante per il terzino destro granata, che soffre come un matto le incursioni degli attaccanti toscani. Si dimentica di Fazzini in occasione del pareggio. Prova a riscattarsi con il passare dei minuti, cercando anche di farsi vedere in zona più avanzata. Ma è troppo poco per uno con le sue qualità. 

18' st Amadori 6 Entra bene in campo, con la giusta determinazione. Bravo a fermare Ekong in un paio di circostanze. 

Di Marco 6.5 Messo titolare, ripaga la fiducia del suo tecnico con il gol dell'immediato vantaggio. E' autore di una buona prova e non disdegna di sganciarsi in avanti alla ricerca della doppietta personale. Esce per affaticamento. 

21' st Lindkivst sv Entra e tocca 2 palloni in 20 minuti, prima di essere sostituito a sua volta. (41' st Barbieri sv).

Garbett 6 Arretrato sulla linea dei centrocampisti, rimane avulso dal gioco avversario. Si fa vedere poco per praticamente tutto il primo tempo, se non per qualche passaggio elementare in orizzontale. Dagli spogliatoi esce tutto un altro giocatore ed è lui nel finale a dare la carica ai suoi alla ricerca del pareggio: più dinamico, sfiora il gol in un paio di occasioni. 

Savini 6 Inizio in sofferenza per il capitano del Toro che va in difficoltà sulle incursioni di Baldanzi; richiamato all'ordine da Coppitelli entra in partita e mostra la sua solita garra. 

Zanetti 7 Finalmente verrebbe da dire. Posizionato sulla corsia sinistra alle spalle di Baeten, nel primo tempo lascia le briciole agli avversari. Inventa, gioca e dirige: suo l'assist per il vantaggio. Cala nel secondo tempo e viene sostituito allo scoccare dell'ora di gioco. 

18' st La Marca 6 Entra in campo con il giusto piglio e per poco non trova la rete, vedendosi negata la gioia personale per due volte al settantesimo da due buoni interventi di Hvalic. 

Rosa 5.5 Unico riferimento offensivo, fatica tanto. Si fa vedere poco e rimane inglobato nel giro palla toscano; ben controllato dal trio difensivo dell'Empoli. 

21' st Akhalaia 5.5 Non migliora la prova del suo compagno. Troppo in ombra. 

Baeten 6 Pagella simile a quella di Garbett: nel primo tempo fatica a entrare in partita, e lo si nota soltanto per il palo preso al minuto 21 (che però rimane nullo per una precedente posizione di fuorigioco). Nel secondo tempo svaria maggiormente e inizia a macinare gioco e occasioni. 

All. Coppitelli 6 Per qualche minuto il suo Toro è capolista solitaria. Il risultato non sorride ai suoi, ma la prestazione si. Margini di miglioramento clamorosamente ampi. 

EMPOLI 

Hvalic 6 Poco può sul gol di Di Marco, quando deve intervenire lo fa bene. Toglie dai piedi di Rosa un pallone velenoso, non perfetto nelle uscite. Nel finale fa strike in area, rischiando di compromettere il risultato. 

Rizza 6 Senza infamia e senza lodi la prova del terzino di Buscè, bravo soprattutto in fase difensiva. Prova a farsi vedere anche in un paio di occasioni in avanti, ma non incide. 

Pezzola 6 Come sempre preciso e puntuale, soffre un po' nel finale. Ma prova assolutamente positiva per il classe '02. 

Evangelisti 6.5 E' il migliore della retroguardia, bravo a metterci una pezza in più di una occasione. Tiene a bada Baeten per tutto il primo tempo, e nel secondo non va in sofferenza nonostante l'assalto finale del Toro. 

Boli 6 Bene in fase offensiva, così così in quella difensiva. Dalle sue parti si aggira un certo Zanetti, che gli fa venire mal di testa; anche quando entra La Marca va in sofferenza. 

29' st Morelli 6 Entra e difende. Buscè chiedeva questo. 

Fazzini 7.5 Forse sta ancora correndo sul campo. Fa gol, sfiora la doppietta, produce gioco e fa legna: migliore in campo. Chapeau. 

Degli Innocenti 5.5 Se c'è da metterci il cuore, lui non si tira indietro. Pecca in qualità. 

Bonassi 6 Pensa più a rendere inoperoso Angori, che ad attaccare. E il classe '04, all'esordio da titolare, non sfigura. Nel finale cala e viene sostituito. 

27' st Rossi 5.5 Enfant prodige, così si dice. Ma nei 20 minuti in campo non lo si nota praticamente mai, se non per un paio di palloni persi che potevano diventare velenosi. 

Baldanzi 6.5 E' quello che tra tutti e 22 in campo ha più qualità, e si vede. Con il passare dei minuti Savini gli prende le misure e lui si intestardisce in diverse situazioni. Nel finale soffre leggermente e si abbassa troppo. 

Ekong 6.5 Svaria su tutto il fronte offensivo e non fa capire nulla a Pagani e Della Valle. Anche lui soffre qualcosa alla distanza, ma quando ha palla è imprendibile. Freddo nel colpire il pallone che regala ai suoi 3 punti preziosi. 

Villa 6 Non si nota nel primo tempo, nella ripresa è più mobile e diventa difficile da marcare per gli avversari. 

All. Buscè 6.5 Seconda vittoria in campionato e primo posto. Il suo Empoli non ha intenzione di abdicare. 

ARBITRO

Di Cairano di Ariano Irpino 5.5 Troppi falli fischiati, interrompe spesso il gioco. Non commette errori clamorosi. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400