Cerca

Primavera 1

Bologna-Atalanta: Renault e De Nipoti travolgenti, la Dea abbatte il muro felsineo e ritrova sé stessa

Nerazzurri devastanti nel primo tempo, i rossoblù reagiscono nella ripresa ma non basta: Brambilla torna alla vittoria dopo tre sconfitte consecutive in campionato

Bologna-Atalanta Primavera 1

Bologna-Atalanta, il fischio di inizio al Biavati

Ossigeno puro. Questo significa per l'Atalanta il 3-1 rifilato a un Bologna in grande difficoltà, soprattutto nel primo tempo. La squadra di Massimo Brambilla, dopo tre sconfitte consecutive, torna sulla retta via: i segnali di ripresa erano arrivati dalla Youth League (vittoria, seppur inutile, contro lo Young Boys), la conferma arriva invece direttamente dal Biavati. Una partita mai in discussione, indirizzata nel primo tempo dai piedi e le invenzioni di Tommaso De Nipoti e dal talento di Guillaume Renault, autore di una doppietta. Felsinei troppo brutti per essere veri, ma tant'è: questa è la quarta sconfitta nelle ultime cinque partite, e il penultimo posto in classifica suggerisce riflessioni a un Vigiani chiamato ora a invertire la rotta al più presto.

Manifesta superiortà. Tutto facile per l'Atalanta, che nel primo tempo fa fuoco e fiamme. Brambilla sceglie Panada come centrale difensivo con Cittadini e Ceresoli ai suoi lati, il centrocampo tutto muscoli (Sidibe) e qualità (Zuccon-Giovane) con il primo come vertice alto del 3-4-1-2, gli esterni offensivi Oliveri-Renault e la coppia d'attacco con Pagani e De Nipoti bravi a non dare mai riferimenti alla difesa del Bologna, schierata più a tre che a cinque e con un centrocampo folto con Wieser alle spalle di Raimondo. I piani di Vigiani però saltano dopo appena 4 minuti, e cioè quando l'Atalanta passa in vantaggio: Sidibe tocca per De Nipoti che lavora un bel pallone a destra, cross basso sul primo palo e gol "alla Crespo" di Pagani che di tacco non lascia scambo a Bagnolini. Il dominio atalantino è totale: De Nipoti e Sidibe concludono a lato in un paio di occasioni, poi al 27' arriva il raddoppio con Renault che si fa metà campo di corsa prima di piazzare il destro vincente (deviato da Casadei) alle spalle del portiere felsineo. La reazione dei padroni di casa è praticamente nulla, l'unico tentativo è un sinistro di Mihai dalla lunga distanza e qualche palla buttata in mezzo all'area con Sassi che controlla senza problemi. Troppo poco, e così la Dea ne approfitta e cala il tris al 34': angolo da destra di Oliveri, palla che arriva dall'altra parte dove c'è De Nipoti, cross basso arretrato dove sta arrivando a rimorchio Renault, sinistro rasoterra e palla in rete per il 3-0.

Fiammata felsinea. Brambilla continua l'alternanza degli esterni e dà fiato a Oliveri inserendo Del Lungo, giocatore più difensivo e quindi anche più adatto alla gestione del triplo vantaggio. Vigiani dal canto suo prova a correre ai ripari passando alle due punte pure inserendo Paananen al fianco di Raimondo e arretrando Wieser al posto di Pyyhtia, sostituito. Il nuovo 3-5-2 del Bologna del secondo tempo funziona sicuramente meglio del 5-3-1-1 del primo e lo si capisce già al 6' quando Casadei con un bellissimo mancino da fuori sfiora il gol del 3-1, che arriva poi dal successivo calcio d'angolo: Mihai crossa, Sassi si lascia sfuggire la sfera e Paananen insacca da due passi riaccendendo le speranze rossoblù. L'Atalanta decide di gestire e ripartire, come al 9' con De Nipoti che semina tutta la difesa avveraria prima di calciare alto - con deviazione - con il piede mancino. Scelta forse troppo conservativa almeno inizialmente, e se al 16' Sassi non riscattasse l'errore precedente con un miracolo su un colpo di testa di Stivanello si sarebbe visto un finale di gara ancora più infuocato. Passato il pericolo, la Dea conduce la barca in porto senza troppi patemi soprattutto grazie a Cittadini, che salva tutto su Raimondi a 10 minuti dalla fine blindando tre punti assolutamente meritati e mai in discussione.

IL TABELLINO

BOLOGNA-ATALANTA 1-3
RETI (0-3, 1-3):
4' Pagani (A), 27' Renault (A), 34' Renault (A), 7' st Paananen (B).
BOLOGNA (5-3-1-1): Bagnolini 6, Cavina 5.5 (37' st Cossalter sv), Arnofoli 5, Motolese 5, Stivanello 5.5, Corazza 5.5, Casadei 6 (37' st Sigurpalsson sv), Mihai 6.5 (25' st Bartha 6), Pyyhtia 5 (1' st Paananen 7), Wieser 6 (30' st Urbanski sv), Raimondo 6. A disp. Petre, Franzini, Karlsson, Anatriello, Di Turi, Pietrelli A., Annan. All. Vigiani.
ATALANTA (3-4-1-2): Sassi 6, Cittadini 7, Panada 6.5, Ceresoli 7, Oliveri 6.5 (1' st Del Lungo), Zuccon 6.5, Giovane 6 (41' st Chiwisa), Renault 8, Sidibe 6.5, Pagani 7 (20' st Omar), De Nipoti 7.5 (30' st Fisic sv). A disp. Bertini T., Mediero, Muhameti, Regonesi, Berto, Bernasconi, Lozza. All. Brambilla.
ARBITRO: Burlando di Genova 7.
ASSISTENTI: Licari di Marsala e Nigri di Trieste.
AMMONITI: Omar (A), Cittadini (A), Motolese (B).

LE PAGELLE

ATALANTA
Sassi 6 Nel primo tempo una parata scolastica su Mihai e un paio di uscite da brivido, indizio di ciò che succede a inizio ripresa con l'errore in presa alta che regala il gol a Paananen. Salva la sua partita, e l'Atalanta, con la grande parata sul colpo di testa di Stivanello. All'ultimo secondo anche un buon intervento di piede sulla girata ravvicinata di Raimondo per legittimare la sufficienza.
Cittadini 7 Bene sul centro-destra, alterna bastone e carota in base alle esigenze e non sbaglia mai la scelta. A dieci dalla fine salva tutto con una diagonale perfetta su Raimondo in un momento clou del match.
Panada 6.5 L'esperimento continua. Buona prova da difensore centrale, soprattutto nel primo tempo quando il Bologna di fatto non arriva mai in area di rigore.
Ceresoli 7 Grande partita: difende bene e usa il suo mancino tagliente per creare pericoli alla difesa felsinea. Sia con i cross che con le conclusioni vero la porta.
Oliveri 6.5 Buon primo tempo: corsa, ritmo e sguardo sempre proiettato in avanti. A destra tiene sempre basso Corazza e si rende utile anche quando c'è da buttare palloni interessanti in area di rigore, sia su azione che sui calci piazzati come in occasione del terzo gol.
1' st Del Lungo 6 Gestione della posizione e attenzione in fase difensiva, quando sale fa vedere di avere buone idee nelle verticalizzazioni.
Zuccon 6.5 Fa girare le squadra con estrema qualità, e quando serve ci mette anche il fisico.
Giovane 6 Ordinato e preciso, fa bene la sua parte anche se non riesce a trovare giocate spacca-difesa. Quando esce Mihai ringrazia. (41' st Chiwisa sv).
Renault 8 Inizia piano, poi è un crescendo continuo. Sul primo gol è bravo (grande progressione a sinistra) e anche fortunato (deviazione di Casadei che spiazza Bagnolini), poi si prende la copertina con il gol del 3-0. Un gol che sembra semplice ma che semplice non è: perfetto nella ricerca della posizione e strepitoso poi nel tenere basso il diagonale con il piede debole, il sinistro. Non solo i due gol però: comanda in corsia mancina e sforna tanti cross pericolosi, soprattutto quando rientra e arma il suo destro pericolosissimo.
Sidibe 6.5 Stavolta niente gol e niente assist ma un ottimo contributo sulla trequarti: lavoro di raccordo importante il suo.
Pagani 7 Fa da riferimento con De Nipoti che gli gira intorno, e la coppia funziona. Non gioca tantissimi palloni, ma praticamente il primo che tocca lo mette in rete con un colpo di classe da grande giocatore. Poi si rende utile aprendo spazi per i compagni. (20' st Omar 6).
De Nipoti 7.5 Indemoniato, svaria su tutto il fronte offensivo facendo ammattire i difensori del Bologna. Due assist e mezzo e tutta una serie di giocate in cui lascia sul posto il diretto avversario creando superiorità numerica. (30' st Fisic sv).
All. Brambilla 7 Bentornata Dea. Giocando come nel primo tempo, la zona playoff è tranquillamente raggiungibile.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400