Cerca

News

Dimissioni Carlotti, la replica ufficiale del club: «I figli non si abbandonano, si aiutano»

Il Brescia Calcio Femminile ribatte alle dichiarazioni del suo ex tecnico

Andrea Carlotti

Andrea Carlotti durante una gara della stagione 2021/2022 (foto: ACF Brescia Calcio Femminile Ufficio Stampa)

Prima le dimissioni e le dichiarazioni del tecnico, Andrea Carlotti, ormai ex allenatore della Primavera del Brescia Calcio Femminile, poi la replica del club sul sito ufficiale con un comunicato che qui viene riportato integralmente.

QUI IL COMUNICATO UFFICIALE SUL SITO DELLE LEONESSE

«BRESCIA, 23 MARZO 2022 – Il Brescia Calcio Femminile comunica di aver accettato senza riserve la richiesta di dimissioni di Andrea Carlotti quale responsabile tecnico della formazione Primavera e di Mirco Zampatti come preparatore dei portieri, sempre della formazione Primavera. Inoltre, in seguito ad una intervista rilasciata da Andrea Carlotti e comparsa in data odierna, si rendono necessarie alcune precisazioni. La prima, riguardante lo stile e la presunta assunzione di responsabilità da parte di Carlotti: al termine della partita contro l’Hellas Verona di domenica 20 marzo, nonostante al campo di Rodengo Saiano fosse presente il Direttore Generale, dott. Pietro Sbaraini, Carlotti, pur avendo già maturato evidentemente la decisione, ha lasciato il Centro Sportivo senza parlare con lui né con la squadra. Le dimissioni sono arrivate successivamente tramite mail e messaggio whatsapp. Inoltre, non risulta alla società che sia mai stato messo a disposizione di Andrea Carlotti alcun preparatore atletico.

Come appariva lo staff tecnico della Primavera del Brescia Calcio Feminile 2021/2022 sul sito ufficiale del club: la sezione ora risulta "in aggiornamento"


Si aggiunge anche che i signori Simone Dardes (che prestava la propria opera come stagista) e Davide Chiarini hanno rassegnato le dimissioni per motivi personali; di certo non è stata una scelta della società che si è trovata in grande difficoltà in seguito a queste decisioni. Così come ci troviamo in grande difficoltà in questo momento: a fine marzo, con sole sei partite da giocare e un obiettivo ancora raggiungibile, ci si chiede quale sia l’assunzione di responsabilità da parte di Andrea Carlotti, che lascia la squadra in un momento così complicato. Nell’intervista, Carlotti definisce le ragazze come sue figlie ma da che mondo è mondo i figli si aiutano, non si abbandonano. Già dalla sera di domenica 20 marzo la Società si è messa alla ricerca di un tecnico che da un lato soddisfi i requisiti richiesti dalla Federazione e dal Settore Tecnico (cosa non semplice, visto il periodo della stagione) e dall’altro sia ritenuto da questa Società come adatto a guidare una squadra importante come la Primavera».

Si aggiungono anche le precisazioni richieste da Davide Chiarini, ex collaboratore di Carlotti nella stagione corrente: «Con riferimento all'intervista fatta al mister, sono a precisare che le mie dimissioni esulano dalle motivazioni espresse da Carlotti nelle Sue dichiarazioni».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400