Cerca

Primavera 2

Monza, playoff matematici! Un autogol di Sandberg fa godere i biancorossi

I ragazzi di Raffaele Palladino stendono il Venezia e centrano l'obiettivo

Monza, playoff matematici! Un autogol di Sandberg fa godere i biancorossi

Il Monza è ai playoff per la promozione in Primavera 1. Un verdetto festeggiato al termine di una partita delicatissima contro la squadra più in forma del momento, il Venezia, che a sua volta era ed è in piena rincorsa per arrivare al quinto posto, l'ultimo utile per qualificarsi agli spareggi. I ragazzi di Raffaele Palladino soffrono, rimangono in piedi grazie alle parate di Rubbi e capitalizzano al massimo una delle poche occasioni verso la porta dei lagunari, con la deviazione decisiva di Sandberg che a metà ripresa decide le sorti del match. Una vittoria cercata e voluta, e i meriti di questo Monza sono infiniti: primo su tutti, aver tenuto a secco l'attacco atomico di una squadra che nelle ultime 8 partite, tutte vinte, aveva segnato la bellezza di 30 gol. Con questi tre punti i biancorossi blindano l'accesso ai playoff e tengono vivo pure il sogno impossibile del primo posto: servirebbe un mezzo miracolo, ma intanto a 90' dalla fine già solo il fatto che la vetta sia ancora raggiungibile la dice lunga sulla qualità del campionato fatto da questi ragazzi.

LE PARATE DI RUBBI E L'AUTOGOL DECISIVO

La prima parte di gara è targata Venezia: ai ragazzi di Soncin serve la vittoria a tutti i costi e la fiducia delle ultime uscite consente loro di approcciare la gara con grande veemenza. Uno dei protagonisti è Fossati, che ingaggia un vero e proprio duello con Rubbi: l'attaccante ci prova al 5' ma il portiere del Monza risponde presente, poi imbocca la conclusione di De Vries, ancora Rubbi in due tempi al 6'. Il vero e proprio miracolo del numero uno monzese arriva però al 21', quando respinge un tiro deviato sempre di Fossati: parata dal coefficiente di difficoltà molto alto. Il Monza alleggerisce la pressione con un paio di conclusioni fuori misura di Marras, e nella seconda parte del primo tempo i brianzoli prendono in mano il pallino del gioco anche se poco prima dell'intervallo rischiano ancora su un paio di situazioni create da Sandberg e De Vries. Nella ripresa, con Palladino che cambia le bocche di fuoco là davanti (dentro Dos Reis e Salducco per La Torre e Marras), la gara si appiattisce e si capisce presto che a deciderla può essere solo un episodio. Una buona palla gol capita a Nobile, gran partita la sua, ma il colpo di testa del difensore è fuori misura; poi tocca a Pedrazzini sfiorare il vantaggio con un mancino velenosissimo che termina a lato. Al 24' il gol partita, con Sandberg che devia in maniera sfortunata alle spalle del proprio portiere. I lagunari allora vanno all'assalto, ma Rubbi non corre altri pericoli se non nel finale quando Palsson da testa da due passi mette fuori di pochissimo. Al triplice fischio è festa Monza: i playoff sono presi, ma sognare non costa nulla.

IL TABELLINO

VENEZIA-MONZA 0-1
RETE: 24' st aut. Sandberg (V).
VENEZIA (4-3-1-2): Sperandio 6, Remy 5.5, Peixoto 6 (36' st Perissinotto sv), Sandberg 6.5 (36' st Boudri sv), Baudouin 6.5, Makadji 6.5, Palsson 5.5, Pecile 5.5, Fossati 6 (22' st Mikaelsson 6), De Vries 5.5, Leal 5 (22' st Bah 6). A disp. Basso, Camolese, Busato, Jorge, Mozzo, Popa, Jonsson, Camber. All. Soncin 6.
MONZA (3-4-2-1): Rubbi 7.5, Donati Sarti 6 (20' st Prinelli 6), Dell'Acqua 6.5, Dragone 6.5, Nobile 7, Minotti 6, Melseaux 5.5 (14' st Pedrazzini 6.5), Colombo 6, La Torre 5.5 (1' st Dos Reis 6), Ferraris 7 (41' st Orlando sv), Marras 6 (1' st Salducco 6). A disp. Vergani, Formenti, Kassama, Monteiro, Agostini, Mento, Pinotti. All. Palladino 7.
ARBITRO: Fiero di Pistoia.
ASSISTENTI: Pragliola di Terni e Barberis di Collegno.
AMMONITI: Melseaux (M), Minotti (M), Perissinotto (V).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400